cultura

Il centro storico di Orvieto negli occhi e nei progetti degli studenti della Sapienza

giovedì 9 novembre 2017
Il centro storico di Orvieto negli occhi e nei progetti degli studenti della Sapienza

Mercoledì 8 novembre ho portato a Orvieto i quaranta studenti del mio corso (10 erasmus) di Laboratorio di Progettazioine Urbanistica, quarto anno del corso di architettura della Sapienza. La città, infatti, sarà oggetto dell'esercitazione di quest'anno. Si tratta di redigere un piano strategico per la valorizzazione del centro storico. Gli studenti dovranno individuare i problemi principali così come avviene nella formazione di qualsiasi piano. L'approccio utilizzato, però, presenta almeno due novità.

La prima è il ruolo della cosiddetta "conoscenza comune diffusa", quando invece nell'approccio tradizionale si parte dalla conoscenza degli esperti. Così gli studenti sono arrivati a questa visita con lo studio di quanto dibattuto in città, soprattutto attraverso gli archivio dei due maggiori quotidiani online. La seconda novità riguarda la creazione di una piattaforma online in cui viene documentato il lavoro man mano che si sviluppa, gestita dal docente, ma sopratutto dagli studenti del corso.

Quindi anche eventuali interessati potranno accedervi ed eventualmente contribuire con commenti e suggerimenti. Per ora è solo un abbozzo. Già però sono stati individuati alcuni problemi, non tutti coillegati o collegabili ai problemi del centro storico, questi ultimi verranno via via eliminati.

Il primo contatto fisico con la città ha visto gli studenti molto interessati. Nell'analisi speditiva non solo sono stati visitati i "luoghi", ma è stato possibile incontrare alcuni degli "attori" che hanno fornito elmenti utili, ma anche espresso la disponibilità a rispondere via email ad eventuali domande. Nel pomeriggio un primo contatto con la "coinoscenza esperta" presso il Centro Studi con il suo direttore, con il responsabile dell'ufficio urbanistico del Comune, con i responsabili di gruppi e associazione, con un cnsigliere comunale e così via. La discussione si è presto articolata in piccoli gruppi di lavoro.

Oltre al ringraziamento al Centro Studi e a tutti coloro che hanno partecipato vorrei concludere con un'osservazione. Ho frequentato Orvieto nei primi anni di funzionamento del Centro Studi. All'epoca fui molto colpito dalla presenza di un tessuto civico molto vivace ed attivo. A distanza di anni vedo che quel tessuto si è in gran parte conservato, nonostante il generalizzato declino di partecipazione che caratterizza il nostro Paese. Spero che i miei studenti se ne siano resi conto.

Paolo Scattoni, Professore di Urbanistica, Facoltà di Architettura, Sapienza Università di Roma

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"