cultura

Il respiro di Dio

sabato 28 ottobre 2017
di Mirabilia-Orvieto
Il respiro di Dio

Battistero di Padova, Giusto de Menabuoi: Paradiso

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:

"Beati i poveri in spirito, 
perché di essi è il regno dei cieli..." (Matteo 5, 1-12)


Così inizia la predicazione di Gesù, il progetto di una “umanità” completamente nuova!
Un discorso, quello delle Beatitudini, che Cristo pronuncia sulla montagna, un po’ come Mosè aveva fatto con il suo popolo nel deserto, là sul Sinai, di fronte alle tavole della Legge.
Anche se, con queste parole, egli ha voluto inaugurare la sua missione, esse in realtà contengono già un programma finale, un orizzonte da raggiungere.
Ma per arrivare al traguardo bisogna fare dei passi, dei percorsi, bisogna cambiare nel cuore, nei pensieri, negli atteggiamenti, negli sguardi.
Nell’Apocalisse è proprio lo sguardo profetico di Giovanni a vedere una moltitudine senza numero, proveniente anche da altre fedi, da altre religioni, o semplicemente fatta da uomini e donne di buona volontà; essi indossano una “veste bianca” (Apocalisse 7,2 ss) che indica il prezzo del loro amore per gli altri, una vita orientata e vissuta nel segreto della ordinarietà del quotidiano che è la cosa più difficile, perché lontano dagli occhi del mondo e, persino, a volte, di chi sta vicino.
E lì, nel segreto, dove il respiro dell’uomo respira con il respiro del Vangelo, con il respiro di Dio, questi uomini e queste donne stanno facendo ancora oggi della loro vita un Vangelo vivente, delle loro parole delle parole evangeliche, dei loro gesti dei gesti evangelici, dei loro sguardi dei sguardi evangelici...ogni giorno, nel segreto della loro vita (di loro “è”, dice il Vangelo, e non “sarà” il Regno dei cieli).

Basilica di Sant'Apollinare: La processione dei Santi, Ravenna

Gesù è stato grande non perché ha fatto i miracoli (si è infatti sempre distaccato da essi); Gesù è grande perché ha vissuto la realtà Dio-uomo nella sua quotidianità e ha respinto tutto ciò che lo poteva far emergere come il “grande”, anzi si è presentato come il “piccolo”. La santità non è la perfezione di coloro che hanno sempre ragione, che non sbagliano mai, che sono i primi: la santità è la familiarità con Dio e con gli uomini, vissuta anche in mezzo a conflitti e incomprensioni.
Sta qui tutta la “rivoluzione” umana, spirituale, culturale proposta da Cristo nel discorso della montagna che, nella tradizione biblica, è il luogo-simbolo di grandi rivelazioni, il punto di partenza di grandi rivoluzioni. La beatitudine si costruisce fuori di ogni compito e ruolo, attraverso piccoli atti, pensieri e sentimenti che a poco a poco rendono chi li vive una persona libera, perché è degli uomini veramente liberi il Regno dei cieli, e solo essi - dice san Paolo - sono chiamati figli di Dio (1 Gv 3, 1-3).
Ma la Libertà, ha fatto sempre paura alle istituzioni, allo Stato come alla Chiesa!
Non a caso, scrive Mimma de Maio, il primo Concilio Ecumenico, celebrato nel 325 a Nicea, fu voluto per motivi politici dall’imperatore Costantino (basti pensare che per tutta la vita rimase un ambizioso uomo di potere e si convertì, ricevendo il battesimo, solo poco prima di morire!), il quale, qualche anno prima, aveva concesso le sue simpatie al cristianesimo, religione vincente e quindi più adatta a governare le masse.

Il Concilio di Nicea

A partire da allora fu immessa nella Chiesa la logica del potere imperiale, una logica repressiva, totalitaria, scolpita nella ragion di Stato che richiama alla memoria le celebri parole di Caifa riguardo a Gesù: «Conviene che un solo uomo muoia per il popolo» (Gv. 11,50).
Quante volte sono state emarginate o eliminate persone scomode, magari anche dei santi, pensando di fare il bene del popolo?
La libertà dei figli di Dio, dell’uomo delle beatitudini, ha dato e darà sempre fastidio al potere che, nello stabilire le regole in modo lineare e preciso, vorrebbe tutti come dei “subalterni” a cui ci si rivolge dicendo o obbedisci e “ti sottometti a me” o “sei fuori”, fuori della società, fuori della comunità, cioè scomunicato (anathema sit). La meta a cui mira il potere non è la luce della verità, da cui nasce la libertà (“La verità vi farà liberi” - Gv. 8,32), ma la sua stessa stabilità, per cui si perseguita e si soffoca tutto ciò che è libero.
E proprio perché ogni vocabolo rischia di scivolare via dalle radici e fuggire, è bene dire che questo messaggio porta con sé qualcosa di dirompente.
Il vocabolo “beato”, infatti, non vuole assolutamente esprimere l’idea di contentezza o di soddisfazione (è aggettivo applicato anche all’invidioso), ma significa un andare verso l’altro per renderlo realizzato: “beare” è quindi “fare felice qualcuno”, non essere felici e basta.

Il discorso della Montagna

Cristo non si ferma qui. Quando annuncia poi: "Beati i miti perché erediteranno la terra" (Mt 5,5) non significa impossessarsi di qualcosa che ancora non si ha, ma al contrario vuol dire accorgersi o vedere un vuoto, un deserto. Perché io possa “ereditare” ed essere beato, occorre che abbia guardato l’orfana cavità che è in me, che l’abbia sentita come terribile senso di privazione e di irrealizzazione: nulla perciò si eredita se non si ha ben chiara davanti a sé l’immagine del vuoto che abita la nostra umanità, insieme però alla fede di vederlo un giorno colmato.
Non è un caso allora che il discorso delle beatitudini termina dicendo: "Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno...Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli" (Mt 5, 11-12).
Infatti, neppure le opposizioni più dure potranno impedire ai discepoli di continuare a respirare Iddio.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 settembre

Sfilata di moda lungo Corso della Repubblica per Duedimè Concept Store

Amici della Terra: "Finalmente riconosciute le nostre ragioni"

Paolo Ricci, il gioiellino di Orvieto dagli Allievi Elite del Montefiascone al Savio

Cena del Serancia a Torre San Severo. Palazzo Simoncelli si veste di bianco rosso

No al terzo calanco, "Sentenza che cambierà la storia dei rifiuti in Umbria"

Al PalaPapini Zambelli Orvieto fa le prove generali col Baronissi

Festa dell'Arte all'Università della Tuscia, per sentire e vedere

Cane malato e abbandonato. L'appello: "Fate qualcosa per aiutarlo"

Con Maria a Roma, da Papa Francesco a bordo del treno storico

Incendio alla Piscina, in corso i lavori di pulitura. Si riapre ad ottobre

Pulizia del centro, troppo rumore e disagi. Germani: "Verifiche in corso"

Inquinamento acustico in Strada del Piano, soluzioni in alto mare

Varchi in Via Soliana e Via Malabranca, partiti i lavori

Contributo all'Associazione Lea Pacini, botta e risposta in Consiglio

"Ticket sanitari, il problema esiste". Il 5 ottobre incontro tra Conferenza dei sindaci e Usl Umbria 2

Prelevati soldi dal fondo di riserva: spesi in cultura, servizi e sport

Ratificata dal Consiglio la variazione di bilancio per la manutenzione della Scuola Barzini

Niente Stati Generali del Turismo. "Non c'è alcuna intenzione di ascoltare"

Verso il "Patto per la Sicurezza" del territorio, va avanti la burocrazia per la video-sorveglianza

Liste d'attesa sulle prestazioni sanitarie. Sì unanime del consiglio all'ordine del giorno

Tappa nell'Orvietano per il "Press Tour Umbria" sulla Via Romea Germanica

In mostra alla Casa del Vento due capolavori del Rinascimento

"Come mia madre", una mostra per celebrare il mese mondiale dell'Alzheimer

La Sezione Comunale Avis di Giove festeggia vent'anni di attività

Galgano (CI): "Bene lo stop al terzo calanco, ha vinto la comunità"

Sicurezza urbana, la Regione Umbria vara il piano di programmazione

Settore estrattivo, interrogazione di Nevi (FI) sugli intendimenti della giunta regionale

Adesione "Puliamo il Mondo 2017". Grassotti: "Un'occasione importante"

Ippocastani secchi in Viale IV Novembre, disposta l'ordinanza per l'abbattimento

L'esperienza di gestione di lupi e cinghiali del Parco dei Sibillini approda in Portogallo

Laureati, in Umbria 1.320 assunzioni nel trimestre. Ecco dove

"Sharper 2017". Duecento volontari per la Notte Europea dei Ricercatori

Premi alle associazioni in cammino lungo la Via Francigena

Sanità, Cittadinanzattiva e TdM incontrano i cittadini al Circolo di Ciconia

Interventi sulle condotte idriche, possibili interruzioni del servizio

Addio alla Scuola per Adulti: la denuncia "Il Comune rinuncia senza reagire"

Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, Marco Fratini entra nel consiglio di indirizzo

Frate Alessandro Brustenghi, la voce di Assisi dona voce all'organo del Duomo

Le Giornate Europee del Patrimonio 2016 portano "Sotto e Sopra la Città"

Con "ChocoMoments Orvieto", scatta l'ora dei golosi. Tre giorni da leccarsi i baffi

L'Unitre inaugura il 26esino anno accademico. Recital al Palazzo Comunale

Michele Fattorini in Sicilia: "L'errore ci può stare, proveremo a rifarci"

Istruzioni per l'uso del compleanno

La Zambelli Orvieto torna in campo a Firenze

Poggio Gramignano, Chiesa della Collegiata e musei aperti per le Giornate Europee Patrimonio

"Orvieto sempre più distante da Roma". Sacripanti chiede conto della soppressione dei treni

Come un tremore

Province, entro fine mese tutto il personale avrà la sua destinazione

"AMAtriciana della solidarietà" in Piazza Roma

Memorial Alessio Corradini, il programma della giornata

"Architettura e Natura", chiusa la quarta edizione. Positivo, il bilancio [Video]

Seconda edizione per la Giornata della promozione dello sport e delle attività ricreative

Corso sulla cura dell'ictus e integrazione interna all'Usl 2

Ricordando Margherita

"Orvieto diVino". I vini della Rupe al simposio internazionale in Ambasciata d'Italia presso la S.Sede

Ultimo saluto all'uomo schiacciato dal crollo del solaio della propria abitazione

Promozione e marketing turistico, incontro in Comune per gli operatori del settore

Ventennale di OCC. Nel fine settimana, stand Fisar e incontro "Oltre il cancro...10 anni dopo”

Festa della Madonna della Mercede. Il programma completo, l'ordinanza della viabilità

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni