cultura

Natura e storia viaggiano in "Tandem". Tra Oasi e Castello, anche la performance "HoMe"

giovedì 27 aprile 2017
di Davide Pompei
Natura e storia viaggiano in "Tandem". Tra Oasi e Castello, anche la performance "HoMe"

Promette un tour alla scoperta della lunga storia del Castello - sorto in pieno Medioevo come fortezza militare, precisamente intorno al 995 ad opera del Conte Offredo sceso dalla Germania - e della natura incontaminata dell'Oasi WWF Lago di Alviano - che dal 1990 ospita una moltitudine di uccelli e specie protette - passando per forme d'arte quali la fotografia e il teatro, la prima "Giornata Tandem" in agenda per domenica 30 aprile, organizzata dal Comune di Alviano, in collaborazione con Sistema Museo e Oasi WWF Lago di Alviano.

Proprio in quest'ultima, alle 11 sono in programma visita e laboratorio "La vita in una goccia d'acqua", alla scoperta di forme di vita, con il microscopio, per bambini e genitori curiosi. Nel pomeriggio, l’appuntamento è al Castello, oggetto a partire dalle 15.30 di "C'era una volta", un'originale visita fantasy, che prevede la teatralizzazione delle spiegazioni nelle sale, nel Museo della Civiltà Contadina e nel Museo Multimediale di Bartolomeo d'Alviano e i Capitani di ventura umbri.

Due nobildonne – in abiti rinascimentali e parlare del tempo – racconteranno la storia e le gesta di chi ha reso celebre la solenne fortificazione. A seguire, la premiazione del concorso "Tandem. La coppia (di foto) più bella del mondo". Obiettivo, "unire e valorizzare la natura e la storia, l'Oasi e il Castello". La potenza comunicativa della fotografia, incontra forza del teatro e grazia della poesia nella performance "HoMe", progetto di restituzione artistica di e con Enea Tomei, che andrà in scena alle 17.30 ad ingresso libero nella Sala "Ex DopoLavoro", a conclusione della residenza artistica che inaugura "Verdecoprente Re.Te. 2017".

"La sollecitazione – anticipa – è quella di riappropriarsi della propria esistenza, a partire dai propri ricordi e dal modo di vivere l’ambiente di residenza. Attraverso l’indagine per interviste che riguarderanno l’individuo, la libertà di azione e lo sconfinamento nello spazio circostante durante il tempo dedicato allo stare insieme con persone e luoghi si cercherà di comprendere gli interrogativi che ci legano ai luoghi che abitiamo, alle dimore fisiche e metafisiche in cui viviamo.

La restituzione artistica cercherà di offrire la sintesi poetica di questo particolare microcosmo umano. Sarà un teatrino d’arte povera per paesaggi emozionali, per generare un godimento e una riflessione artistica ed etica. Una sequenze di immagini scattate sul luogo di lavoro e indagine accompagneranno la visione e l’ascolto per generare una percezione multilivello. Un oggetto effimero perché vive del tempo della visione e della performance, e permanente perché resterà il documentario audio-video dell’indagine artistica".

"Queste iniziative – afferma il sindaco di Alviano, Giovanni Ciardomirano a promuovere il collegamento tra due beni, patrimonio dell’Umbria e un pacchetto turistico, dal nome proprio Tandem, che rimanda alla bici sulla quale si può andare in due, proprio come al Castello e all’Oasi". Prevista anche l’agevolazione economica sui biglietti per i turisti che scelgono di visitare entrambi i siti. Ingresso libero e accesso a visite e laboratori per chi ha aderito al concorso fotografico.

Per ulteriori informazioni:
328.9722937 – alviano@sistemamuseo.it 

Commenta su Facebook