cultura

Giornata Mondiale della Poesia, presentato il libro "Dall'esperienza al racconto"

giovedì 23 marzo 2017
di Davide Pompei
Giornata Mondiale della Poesia, presentato il libro "Dall'esperienza al racconto"

"La scrittura conserva, in piena epoca digitale, la magica facoltà di far suonare le nostre anime, sollecitando le vibrazioni dei ricordi, degli affetti, delle speranze e della fantasia. L'Unitre di Orvieto è orgogliosa di presentare la vita che si effonde da queste pagine". Novantaquattro, in tutto, quelle che compongono il libro "Dall'esperienza al racconto", presentato mercoledì 22 marzo nella Sala Incontri "Maria Teresa Santoro" di Palazzo Simoncelli, sede dell'Università delle Tre Età di Orvieto, alla presenza della vicesindaco Cristina Croce e del presidente Riccardo Cambri, nel contesto degli appuntamenti della rassegna "Versi Teatro Narrazioni", legata alla XIX Giornata Mondiale della Poesia.

Il volumetto fiorisce in Primavera come armoniosa sintesi di un percorso avviato dal Laboratorio di Scrittura Creativa tenuto da Laura Ricci. "Far sbocciare un processo creativo – annota, quest'ultima – significa plasmare e liberare, dai nostri strati più profondi, una nostra appendice generando una nuova nascita: chi scrive, soprattutto chi scrive creativamente, si mette sempre in gioco in profondità, e anche lo scritto all'apparenza più impersonale è radicato, inesorabilmente, nelle corde intime della sua autrice o del suo autore. Partire dall'esperienza, raccontarla, è stato l'intento esplicito del corso di scrittura che l'Unitre di Orvieto ha avuto l'amabilità e la fiducia di affidarmi".

E se è vero che "la vita passa, scriverne equivale a fermare sulla pagina quanto sembrerebbe destinato a perdersi". "Ma è proprio in questo aspetto – ammonisce chi a lungo e con dovizia pratica la parola – il tranello più rischioso, tanto che dare dignità letteraria alle esperienze personali e ai ricordi è un esercizio rigoroso e paziente, che non può prescindere da una presa di distanza e da alcuni espedienti di struttura e di stile. Non esiste una maggiore o minore dignità dell'argomento, tutto - anche quello che può sembrare un nonnulla - grazie al delicato equilibrio tra esperienza e stile può diventare materia avvincente di racconto. Non esiste scrittura senza amore e frequentazione della lettura".

Ad intessere una preziosa rete di parole e relazione, una squadra prevalentemente femminile composta da Tina Abenante, Rossana Aldrighi, Paola Bonifazi, Luigia Caracausi, Ornella Cioni, Giuseppina Filpi, Stefania Fontani, Loretta Fuccello, Shirli Ouimette, Giulia Parrano, Eugenia Mocio Pellegrini, Giuliana Roncella, Luigia Rumore, Linda Sciri, Paola Sellerio, Angiolina Vonmoss. Ma anche Antonio Bergami e la giovanissima Aurora Cincinelli, concordemente nominata mascotte del gruppo di allievi.

Copie della pubblicazione "Dall'esperienza al racconto. Memoria, luoghi, affetti, desideri" che raccoglie le rispettive prove autoriali sono prenotabili direttamente presso la Sede Unitre. Ne è nato anche il reading "Memoria, luoghi, affetti", tratto dai racconti e inframezzato dagli interventi musicali. Accanto al pianoforte del Maestro Riccardo Cambri, le note del clarinetto del Maestro Silvia Cerquaglia e poi il flauto di Annette Hornstein e ancora al pianoforte Olga Tarlev e Mari-Hélène Damiano. Musica e parole. E fiori, sotto volte fiorite.

Per ulteriori informazioni:
UNITRE – Università delle Tre Età di Orvieto
Piazza del Popolo, 17 – 05018, Orvieto (TR)
lunedì, mercoledì e giovedì con orario 10-12
0763.342234 – 338.7323884
www.unitreorvieto.it - uni3.orvieto@alice.it

Commenta su Facebook