cultura

"Disegna il tuo libro" in biblioteca con Vanessa Correro e Marco Perli

venerdì 12 febbraio 2016
"Disegna il tuo libro" in biblioteca con Vanessa Correro e Marco Perli

Fra le numerose attività realizzate dalla Biblioteca Comunale di Città della Pieve quella della promozione e diffusione della lettura svolge un ruolo preminente. I destinatari più ricercati sono ovviamente i più giovani, gli adolescenti e soprattutto i bambini. Ormai è riconosciuto il beneficio psico-fisico che il rapporto con i libri apporta fin dai primi mesi di vita e per questo la Biblioteca è stata tra le prime biblioteche umbre ad aderire a Nati per Leggere. Ma il piacere della lettura deve essere coltivato con continuità in modo da radicarsi profondamente nella propria vita tanto da diventare “abitudine”.

E’ in questo contesto che si sta svolgendo “Leggiamo: storie per crescere”, un progetto di educazione alla lettura rivolto ai piccoli dai 3 ai 6 anni ed ai loro genitori tenuto dalla dottoressa Stefania Bruni, educatrice e pedagogista clinica. Da martedì 16 febbraio, poi, Vanessa Correro e Marco Perli dell’Associazione “SiripARTE”, inizieranno un corso, con cadenza quindicinale, destinato ai bambini delle prime classi elementari. Il progetto che si svolgerà sempre nei locali della Biblioteca il martedì dalle 16.30 alle 18.00, si chiama "Disegna il tuo libro": partendo dalla lettura di favole e fiabe presenti in biblioteca, si evidenzieranno le caratteristiche peculiari e le differenze fondamentali di questi due generi letterari per poi ripercorrere le storie lette attraverso la focalizzazione dei momenti salienti.

Associando i momenti più significativi del testo scritto alle immagini che si sono formate nella testa di ogni bambino in seguito alla lettura della storia, si realizzeranno infine delle illustrazioni che andranno a costituire un nuovo libro. Lo scopo dell'iniziativa è quindi duplice: sviluppare la propria capacità critico-interpretativa attraverso il piacere della lettura e potenziare la propria creatività e manualità traducendo in immagine la parola scritta.

Commenta su Facebook