cultura

"Giobbe o la tortura dagli amici". Il Medioevo va in scena a Palazzo Filippeschi Simoncelli

mercoledì 20 gennaio 2016
di Davide Pompei
"Giobbe o la tortura dagli amici". Il Medioevo va in scena a Palazzo Filippeschi Simoncelli

"Come potrebbe il male farci tanto male se non avessimo prima udito la promessa del bene?". È la domanda – non la sola – che sottende il testo del filosofo franco-tunisino, di origine israelita, Fabrice Hadjadj "Giobbe o la tortura dagli amici".

Ne fa uno spettacolo altrettanto potente, lunedì 25, martedì 26 e mercoledì 27 gennaio alle 21.15, nel quartiere più antico di Orvieto promuovendolo a palcoscenico naturale – con il sostegno di Corsia Of Centro di Creazione Contemporanea - Residenza Artistica Nazionale ed il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – l'associazione culturale Kamina Teatro e Studio d'Arte Fede e Storia.

Insieme di artisti che si occupano principalmente della memoria e delle sue applicazioni storiche, rappresentative, narrative, musicali, drammaturgiche e poetiche, delle forme spettacolari legate a tradizione e inter-cultura, della pedagogia della rappresentazione e di quella del paesaggio e del territorio, la prima.

Progetto del Gordon College di Orvieto creato per la promozione di eventi culturali con lo scopo di esplorare il ruolo della fede nell'arte e dell'arte nella fede, recuperando la capacità di provocare un incontro con i temi e la narrativa della Sacra Scrittura e della Tradizione, il secondo. In comune, la speranza di recuperare – riscattare – la teatralità medioevale nelle svariate sue forme.

Nasce così una rivisitazione contemporanea e creativa del mito di Giobbe, che rispetta il testo biblico ma con effetto grottesco, al confine fra tragicità e comicità che pure non sfocia mai in risata. Un'indagine sul teatro, sulla condizione stessa dell'attore, in un luogo che si fa detonatore di un certo cuore cittadino.

"La chiesa di San Giovenale e le sue più significative adiacenze come Palazzo Filippeschi Simoncelli, con il chiostro al civico 22 di Via Malabranca – spiega l'attore trevigiano Andrea Brugnera, ad Orvieto ormai dal 1994 – è uno dei luoghi deputati, come si chiamavano allora, che ha già visto nel XIII-XV secolo sorgere e realizzarsi in questa città uno dei maggiori fenomeni appartenenti alla drammaturgia delle origini. E cioè le forme della Lauda, della Sacra Rappresentazione e del Mistero o 'Moralità', condivise nella stessa epoca con Assisi, Perugia e Todi, che più tardi, diffondendosi, svilupperà il Teatro Italiano e quello Europeo".

"Orvieto – osserva – è un'amante faticosa. Sintesi di natura e storia. E dell'uomo". Saranno cinque quelli impegnati nello spettacolo, pronti a indossare anche abiti femminili, così come avveniva anticamente quando l'arte teatrale era preclusa alle donne. A lui, quelli di Giobbe. Al suo fianco, Michele Nani che sarà Dio, ma anche moglie, padre e amico di Giobbe. E poi Giorgio Donati (Satana, infermiere, Zofar), Raffaele Ottolenghi (Elifaz, la passante) e Antonio Micori (musicista dal vivo, infermiere). Collaborazione scenotecnica, Piero e Matteo Ottusi. Collaborazione scenografica, Salvatore Ravo.

Coadiuvato da Massimiliano Burini, firma la regia Bolo Rossini. "Nello spettro emotivo teatrale – annota – la tragedia è molto prossima alla comicità. In quella linea che unisce e separa gli stati ritmici delle due differenti situazioni c'è, sottile come lama di rasoio, il sentiero dell'autoironia. Per arrischiarsi in quei passi di vetro occorre non temere i due abissi che costeggiano: la comicità, con le sue leggi rigorose e spietate, e la tragedia, antica come l'uomo e anche di più. Occorre invece bagnarsi nell'uno e nell'altro mare, permearsi insieme dell'uno e dell'altro umore. Solo dall'accettazione serena della Crisi nascerà quella forza che spinge lieve l'acrobata fino a destinazione. Fino al pubblico.

Indipendentemente dall'orientamento confessionale di ognuno, Giobbe ci sta dando la possibilità di percorrere quel sentiero perché da sempre incarna, nelle sue multiformi apparizioni e ricorrenze all'interno di ogni cultura popolare, semitica e non, la domanda originaria dell'uomo alla Vita: come mai la nostra esistenza - che è anche dono - debba essere così spietatamente intrisa di sofferenze. È in questa tesissima dialettica che l'indagine sul dolore e sulle sue manifestazioni, trova la sua risoluzione più acuta. La diabolica tortura, che giunge al protagonista proprio dai più prossimi, dai suoi amici, testimonia come le forze che governano le nostre vite e i nostri sentimenti siano in costante mutamento e ci costringano, ogni volta, a quel misterioso e gioioso atto di fedele accettazione".

I ringraziamenti degli organizzatori vanno fin da ora a John Skillen per aver sostenuto il progetto in primis, Natsuko Tomi per il lavoro di amministrazione in corso, e padre Alessandro Fortunati, per alcuni preziosi consigli e la messa in proposta del testo. Quaranta, i posti disponibili.

Per ulteriori informazioni:
Kamina Teatro
0763.340162 – info@kamina.it 
329.1911512 – 329.2003307

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 aprile

Allarme sicurezza, sale in ospedale per una visita e le rubano l'auto

#OrvietoSocialTour. Occhi da top Instagramers per raccontare la grande bellezza

Luci basse per l'Earth Day. Al Colle del Duomo, di notte l'arte si racconta

Il nuovo tour dei Brahmanelporto parte dalla Germania

Modifiche temporanee alla circolazione stradale, il mercato trasloca in Piazza Cahen

Consenso al Pd su sostegno alle frazioni e gestione diretta dei servizi turistici e culturali

Orvieto dice addio ad Enrico Medioli

Festa della Liberazione, le iniziative a Todi per il 25 Aprile

Il Comune di Parrano per la libertà di Gabriele Del Grande

Al via "Il Maggio dei Libri". In Umbria una settantina di iniziative e la presentazione di kit-lettura per bambini

Usl Umbria 2: "Altre cinque strutture hanno superato le verifiche per l'accreditamento"

A scuola di sicurezza, con la Polstrada. Via a un nuovo ciclo di incontri di educazione stradale

In Duomo l'ultimo saluto. Germani: "La città lo ricorderà"

Geotermia. Nogesi: "Assalto alla diligenza con la complicità del postiglione"

Inaugurato il Centro di ricerca e documentazione sulla disabilità

"Aspettando i Pugnaloni 2017", presentazione dei bozzetti al Teatro Boni

Da Bardano al resto dell'Umbria, l'abbassamento delle temperature compromette la produzione agricola

Consap chiede l'istituzione di un presidio di polizia in ospedale

Orvieto4Ever 2017. È "Victory", il tema del concerto-evento con Andrea Bocelli

Pd, macchina organizzativa al lavoro in vista delle primarie

TeMa, lettera aperta di Calcagni al sindaco Germani

Madonna del Fossatello in festa per la 277esima ricorrenza

Buon lavoro al Laboratorio per la Biennale dello Spazio Pubblico

Dramma sulle strade orvietane, muore quarantenne in moto

Escursione guidata alla scoperta delle antiche miniere e fornaci di Vetriolo

Voleva gettarsi dall'Albornoz. Ragazzo orvietano salvato da agente di Polizia

Lotta all'abusivismo. I tassisti orvietani non ci stanno e alzano la voce

Furto nella notte in un'abitazione a Pianlungo. Oro e contanti nel bottino dei malviventi

Servizi migliori a costi più bassi. Avviato dal SII il monitoraggio dei contatori abusivi

Fabro. Dal 23 aprile al 22 maggio "Il Mito di Garibaldi". Mostra storica al Castello di Carnaiola

Svolgimento della "Via Crucis" nel Centro Storico e ad Orvieto Scalo. Indicazioni per la circolazione

La Giunta regionale approva il regolamento per contributi all'attività e all'impiantistica sportiva

Calandrino, Buffalmacco e la giostra del Presidente

Allerona. Mostra fotografica di Ellen Emerson dedicata alla magia dell'albero: 23 aprile - 8 maggio

L'Assessore al Turismo e Commercio Marco Sciarra interviene sulla questione "tassisti abusivi"

Confagricoltura Umbria in prima linea per la sicurezza in agricoltura. A breve l'avvio di nuovi corsi di formazione

Ultime partenze. Si conclude la gestione dei migranti tunisini al centro Caritas di Orvieto

Operazione "Pasqua sicura". Carabinieri in azione, due arresti per tentato furto

Continua la Conferenza programmatica del PD Orvieto. Prossime tappe centrate sull'ascolto dei cittadini

E' ancora possibile studiare e lavorare in democrazia?

Premiate le migliori pizze di Pasqua dell'Orvietano al Palazzo del Gusto

Il PdCI Orvieto su una battuta "infelice" di Fabio Fazio: "Il PdCI e Rifondazione comunista esistono ma Fazio non lo sa perché guarda troppa tv"

"Il Mosaico Risorto. Inediti di Cesare Nebbia tra restauro e valorizzazione". Spazio espositivo a Palazzo Coelli fino al 23 maggio

"Le vie della tessitura" a Palazzo dei Sette. Mostra di artigianato ed arte tessile

Settimana della Cultura. Il Duomo di Orvieto oggetto di una visita organizzata dal Comune di Castel Viscardo

Cordoglio per la scomparsa del collega Marcello Martinelli

Protezione Civile. Sabato 24 aprile ad Orvieto assemblea regionale del Volontariato

Local on line, la forza dell'informazione dal territorio. Al Festival del Giornalismo in corso a Perugia il punto su ruolo, problemi e prospettive delle news locali

Elogio dell'erba verde

Diserbo a raffica? No grazie!

"Non numeri ma persone". Mostra fotografica alla Chiesa di San Rocco

Verso OrvietoComics #2. Una locandina che farà storia

"Abruzzo un anno dopo" mostra fotografica della Protezione Civile di Orvieto

Avviato l'iter partecipativo per definire il Quadro Strategico di Valorizzazione del centro storico

"Il Ruggito dell'Eccellenza Italiana". Alla Tenuta Vitalonga festa in campagna in compagnia delle rosse di Maranello

Porano apre il progetto "Strade Sicure" nei piccoli Comuni della provincia di Terni. Intervista al presidente ACI Bartolini e al vice sindaco Conticelli

Venerdì a San Venanzo "La foresta incantata", spettacolo teatrale di Solidarietà

L'assessore Sciarra: "La legge 12 non prevede l'esclusiva alla partecipazione delle associazioni di categoria". Intanto il coordinamento dei commercianti convoca un'importante assemblea per il prossimo lunedì