cultura

UmbriaGeo, sul portale regionale l'Umbria degli anni '50 vista dall'alto

sabato 9 novembre 2013
UmbriaGeo, sul portale regionale l'Umbria degli anni '50 vista dall'alto

Come era l'Umbria negli anni Cinquanta? A fornirne l'immagine dall'alto, offrendo anche la possibilità di conoscere le sue trasformazioni successive, è il portale regionale "UmbriaGeo", che - grazie ad un accordo tra la Regione Umbria e l'Istituto Geografico Militare - pubblica ora una ortofoto digitale storica risalente agli anni 1954-1955 dell'intero territorio regionale. Nell'areofototeca del portale (www.umbriageo.regione.umbria.it) realizzato dal Sistema informativo per l'ambiente e territorio per l'informazione geografica e la diffusione dell'archivio unico regionale dei dati geografici, ambientali e territoriali, sono infatti disponibili le fotografie aeree, corrette e georeferenziate e dunque con gli stessi requisiti metrici di una cartografia, realizzate durante i voli a intera copertura regionale a metà degli anni Cinquanta.

"Immagini eccezionali e particolarmente significative per leggere l'organizzazione degli insediamenti, delle infrastrutture, della maglia territoriale storica dell'Umbria di quegli anni - commenta l'assessore regionale all'Ambiente, Silvano Rometti - La popolazione risultava ancora contenuta entro le perimetrazioni che negli anni successivi divennero ‘confini perduti'. Dai documenti fotografici pubblicati - aggiunge - è possibile leggere il mutamento del tessuto agricolo e poderale, l'espansione urbana, il corso dei fiumi ricchi d'acqua che si è andato modificando nel tempo, lo sviluppo lineare urbano lungo le vie di comunicazione, un utilizzo del suolo profondamente trasformato".

"Le innovative tecnologie che la Regione pubblica nel portale tematico istituzionale - dice ancora Rometti - consentono l'analisi e il confronto tra l'Umbria degli anni ‘50 e quella di oggi. È infatti possibile effettuare la lettura delle trasformazioni territoriali e paesaggistiche, mettendo a confronto il territorio regionale attraverso immagini risalenti a diverse epoche: 1954-55, 1997, 2000, 2005, 2008 e 2011".

"Dal raffronto temporale delle immagini - sottolinea Ambra Ciarapica, dirigente del Servizio informativo informatico geografico, ambientale e territoriale - emerge una regione profondamente trasformata: quelle che oggi sono periferie urbane prima erano campi coltivati. C'erano alberi, i contadini avevano tracciato stradine, sentieri, l'acqua piovana li attraversava secondo certe pendenze, c'erano case coloniche, stalle, magazzini, i boschi erano contenuti dalla coltivazione dei campi. Anche quando quel terreno agricolo diventa edificabile, si trasforma in periferia ed acquisisce i valori sociali urbani, qualcosa della precedente organizzazione rurale comunque rimane ed è leggibile ed interpretabile attraverso la cartografia e le immagini storiche".

"Immagini che affascinano - conclude l'assessore Rometti - perché nella ricerca degli elementi del territorio nel passato si possono fare scoperte interessanti non solo come curiosità storica, ma come spiegazione di modi vivi e presenti che attengono alla contemporaneità del territorio e del paesaggio umbro. E che rafforzano le nostre conoscenze e i nostri strumenti per la programmazione regionale degli interventi volti alla riduzione del consumo del suolo, della sicurezza e della manutenzione del territorio".

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"