cultura

UmbriaGeo, sul portale regionale l'Umbria degli anni '50 vista dall'alto

sabato 9 novembre 2013
UmbriaGeo, sul portale regionale l'Umbria degli anni '50 vista dall'alto

Come era l'Umbria negli anni Cinquanta? A fornirne l'immagine dall'alto, offrendo anche la possibilità di conoscere le sue trasformazioni successive, è il portale regionale "UmbriaGeo", che - grazie ad un accordo tra la Regione Umbria e l'Istituto Geografico Militare - pubblica ora una ortofoto digitale storica risalente agli anni 1954-1955 dell'intero territorio regionale. Nell'areofototeca del portale (www.umbriageo.regione.umbria.it) realizzato dal Sistema informativo per l'ambiente e territorio per l'informazione geografica e la diffusione dell'archivio unico regionale dei dati geografici, ambientali e territoriali, sono infatti disponibili le fotografie aeree, corrette e georeferenziate e dunque con gli stessi requisiti metrici di una cartografia, realizzate durante i voli a intera copertura regionale a metà degli anni Cinquanta.

"Immagini eccezionali e particolarmente significative per leggere l'organizzazione degli insediamenti, delle infrastrutture, della maglia territoriale storica dell'Umbria di quegli anni - commenta l'assessore regionale all'Ambiente, Silvano Rometti - La popolazione risultava ancora contenuta entro le perimetrazioni che negli anni successivi divennero ‘confini perduti'. Dai documenti fotografici pubblicati - aggiunge - è possibile leggere il mutamento del tessuto agricolo e poderale, l'espansione urbana, il corso dei fiumi ricchi d'acqua che si è andato modificando nel tempo, lo sviluppo lineare urbano lungo le vie di comunicazione, un utilizzo del suolo profondamente trasformato".

"Le innovative tecnologie che la Regione pubblica nel portale tematico istituzionale - dice ancora Rometti - consentono l'analisi e il confronto tra l'Umbria degli anni ‘50 e quella di oggi. È infatti possibile effettuare la lettura delle trasformazioni territoriali e paesaggistiche, mettendo a confronto il territorio regionale attraverso immagini risalenti a diverse epoche: 1954-55, 1997, 2000, 2005, 2008 e 2011".

"Dal raffronto temporale delle immagini - sottolinea Ambra Ciarapica, dirigente del Servizio informativo informatico geografico, ambientale e territoriale - emerge una regione profondamente trasformata: quelle che oggi sono periferie urbane prima erano campi coltivati. C'erano alberi, i contadini avevano tracciato stradine, sentieri, l'acqua piovana li attraversava secondo certe pendenze, c'erano case coloniche, stalle, magazzini, i boschi erano contenuti dalla coltivazione dei campi. Anche quando quel terreno agricolo diventa edificabile, si trasforma in periferia ed acquisisce i valori sociali urbani, qualcosa della precedente organizzazione rurale comunque rimane ed è leggibile ed interpretabile attraverso la cartografia e le immagini storiche".

"Immagini che affascinano - conclude l'assessore Rometti - perché nella ricerca degli elementi del territorio nel passato si possono fare scoperte interessanti non solo come curiosità storica, ma come spiegazione di modi vivi e presenti che attengono alla contemporaneità del territorio e del paesaggio umbro. E che rafforzano le nostre conoscenze e i nostri strumenti per la programmazione regionale degli interventi volti alla riduzione del consumo del suolo, della sicurezza e della manutenzione del territorio".

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 novembre

Il disco dei Cherries alza il sipario sulla nuova stagione del Teatro Santa Cristina

Il Vetrya Corporate Campus si amplia. Nuove aree e servizi aperti alla comunità

"Stop discarica". Assemblea pubblica al Centro Anziani di Ciconia

Il Comitato Civico per il Diritto alla Salute-Art.32 chiede un'adeguata risposta sanitaria

La rosa, le spine

Motore in avaria, aereo rientra in aeroporto: paura per famiglia orvietana

Ramona Aricò ci crede ed incoraggia la Zambelli Orvieto

"Gli Etruschi parlano". Presentato a Paestum il progetto in realtà aumentata

Non applicazione della quota variabile della Tari alle pertinenze

"Le città del futuro", anche Vitorchiano a Montecitorio

A "Cuochi d'Italia", Valentina Santanicchio si aggiudica la vittoria sul Veneto

Danza e teatro, al Boni "Tempesta" e "La Giara. Un meraviglioso regalo"

A Villa Umbra, gli stati generali su scuola e sistema di istruzione e formazione professionale

Accattonaggio molesto, CasaPound avvia una raccolta di firme

Accesso ai bandi europei, si rafforza la collaborazione tra scuola ed Anci Umbria

"Legalità, mi piace". Oltre 300 studenti delle superiori partecipano all'evento di Confcommercio

False "Catene di Sant'Antonio" di WhatsApp. L'appello di Polizia Postale e Sportello dei Diritti

Il questore di Terni in visita al Comune di San Venanzo

Il Comune stanzia 116.000 euro per asfaltature e installa pannelli luminosi con limiti a 50 km/h

Lotta al tumore al pancreas, il Comune s'illumina di viola

Via ai lavori di pavimentazione sulla strada statale 205 "Amerina"

Civita di Bagnoregio e Gubbio, due casi di studio per Orvieto

Weekend intenso per l'Orvieto FC. Esordio in campionato per i Giovanissimi

Giornata dei Diritti dell'Infanzia, l'artista Salvatore Ravo realizza un murale per la Festa dell'Albero

Nuova ondata di furti, impegno congiunto tra istituzioni e carabinieri

Alessandro Carlini presenta "Partigiano in camicia nera. La storia vera di Uber Pulga"

Due giorni di appuntamenti per la sesta edizione per "Olio diVino"

La "Festa dell'Olio" di Montecchio compie 42 anni

A 12 anni dalla scomparsa, Orvieto ricorda Padre Chiti. Il programma delle celebrazioni

Dal Bianconi al Rivellino, piovono spettacoli nella Tuscia dei teatri

Le ragioni del No. Incontri a Orvieto, Acquapendente e Castel Giorgio

La Fondazione per il Csco è di nuovo accreditata quale agenzia formativa presso la Regione

Al Teatro dei Calanchi è di scena "Abdullino va alla guerra"

Bandiera verde a "Il Secondo Altopiano", qualità e impegno quotidiano per l'agricoltura naturale

Alessandro Benvenuti torna al Boni da protagonista con lo spettacolo "Chi è di scena"

Approvata la convenzione per istituire l'Ufficio speciale ricostruzione post sisma 2016

La Scuola dell'Infanzia di Pantalla dedica un'aula alla "maestra Barbara"

Le eccellenze dell'Umbria in vetrina alla Borsa internazionale del turismo enogastronomico

Iniziati i lavori alla scuola di Giove, 205 studenti trasferiti a Guardea e Penna in Teverina

Psr 2014-2020, operativi i cinque Gal dell'Umbria, a disposizione 32 milioni di euro per sviluppo locale

XXXIV Trofeo delle Regioni, convocati otto nuotatori della Uisp Orvieto Medio Tevere

Geotermia, chiesto un incontro al Mise. Nevi: "L'Umbria non ha bisogno di rinvii"

Geotermia, il centrosinistra si spacca. Fiorini: "Giunta e seguaci hanno già deciso"

Scuola, approvato il Piano provinciale offerta formativa e programmazione 2017-2018

Undicesima seduta del 2016 per il consiglio comunale. In 23 punti l'ordine del giorno

A Ficulle torna "Olio diVino". Due giorni di degustazioni, musica e convegni

Gestione dei rifiuti, Rotella (Porano Bene Comune) interroga l'amministrazione

Geotermia al Bagnolo. Ambientalisti cauti: "C'è poco da esultare"

Cambio al vertice della Cro. Comitato risparmiatori: "Disponibili al confronto"