cultura

Al via la collaborazione tra il Liceo Majorana e la Harvard University. Presto un premio per i diritti umani diretto ai giovani

venerdì 18 novembre 2011
Al via la collaborazione tra il Liceo Majorana e la Harvard University. Presto un premio per i diritti umani diretto ai giovani

Venerdi scorso nell'aula magna del liceo, gli studenti del Majorana hanno incontrato il prof. Richard F. Mollica, docente di psichiatria presso la Harvard University di Boston, e i suoi colleghi della Yale University, dell'University of Khartoum e dell'University of London.

Il Prof. Mollica è Director dell'"Harvard Program in Refugee Trauma" (HPRT) del Massachusetts General Hospital e dell'Harvard Medical School, un programma di iniziative volte al recupero della salute psichica di chi nel mondo ha subito traumi a causa di guerre, violenze o catastrofi naturali.

Nel quadro di questo programma, da alcuni anni il prof. Mollica ha scelto l'Italia e la nostra zona (Orvieto e Porano) come sede di un corso di formazione per colleghi medici e professori (con quello di quest'anno sono ormai più di 300 le persone formate provenienti da 65 Paesi) soprattutto perché qui emblematicamente la scienza, attraverso l'ospitalità della sua gente, la bellezza dei luoghi e i prodotti dell'arte, può incontrare la ricchezza universale dell'umanesimo.

E in effetti questo è stato il senso più profondo dell'incontro con gli studenti, organizzato da Adele Riccetti e Giuseppe De Ninno, docenti del Majorana. Il Prof. Mollica infatti ha salutato così gli studenti: "La vostra scuola combina la scienza con l'umanesimo, nella migliore tradizione della cultura di questo meraviglioso Paese che è l'Italia. Voi sapete che ad Orvieto c'era un Premio per i Diritti Umani, che veniva assegnato a persone molto famose. Ebbene, noi vi diciamo che un Premio per i Diritti Umani dovrebbe essere dato ai giovani, perché siete voi giovani il futuro di questo nostro mondo. Abbiamo bisogno di stimolare nei giovani la consapevolezza dei diritti umani, della pace e della giustizia, perché altrimenti non avremo più un mondo dove vivere. I miei genitori mi dicevano che un buon ragazzo o una buona ragazza dà sempre il suo contributo all'umanità".

Il reverendo Dr. Fredrick (Jerry) Streets a sua volta ha posto quelle che per lui (e anche per noi) sono le tre domande cruciali da rivolgere ai giovani: "In che mondo volete vivere? Che persona vorreste diventare? E che cosa siete disposti a sacrificare per ottenere quel mondo e diventare quella persona?". Ed ha aggiunto: "La vita è dare e prendere. Per prendere bisogna dare. Voi potete essere ambasciatori di pace: lavorando localmente potete generare effetti globali".

L'approccio intenso e coinvolgente, ma allo stesso tempo assolutamente pragmatico, del gruppo ha entusiasmato gli studenti del Majorana, che hanno risposto con domande e interventi circostanziati e documentati. Il dirigente Barbabella ha ringraziato il prof Mollica e i suoi colleghi per la straordinaria occasione di crescita culturale offerta agli studenti e ai docenti dell'istituto. Ha poi raccolto e rilanciato l'idea di un Premio per i Diritti Umani diretto ai giovani e si è impegnato a istituirlo fin dal prossimo anno con l'auspicabile partecipazione sia delle istituzioni pubbliche che di soggetti privati interessati alla diffusione di comportamenti responsabili improntati alla congiunzione di scienza e valori umani.

Il Prof Mollica ha terminato l'incontro con questo significativo augurio: "Un piccolo gruppo di persone che si impegnano può cambiare il mondo". E con questo spirito ha assicurato che insieme al Liceo Majorana presto sarà messo a punto il progetto del Premio. All'inizio di questa settimana si è tenuto poi un incontro ristretto, anche con la partecipazione del sindaco Concina, in cui l'idea del Premio ha incominciato ad essere analizzata perché possa quanto prima prendere forma.

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 dicembre

Anatomia di un addio

Fine settimana da incorniciare per l'Orvieto FC. Palmerini: "Stiamo crescendo"

"Tanto per dire", seconda edizione. Al Liceo Classico "Tacito" torna il corso di dizione

Jazz e strumenti antichi al Museo Archeologico Nazionale in occasione di Ujw

Celebrata la Giornata Garibaldina, in memoria della battaglia di Mentana

Inaugurata la prima area di sgambatura per cani, previste altre due

Denunciata dalla Polizia una giovane pluripregiudicata

Partita la procedura di rilascio del passaporto elettronico

Rischio ghiaccio per i contatori, i consigli per proteggerli ed evitare spese

Umbria.GO raddoppia e si presenta nella versione dedicata ai pendolari regionali

Campagna Ocm Vino 2017/2018, incrementate le risorse a sostegno delle imprese

"Intrecci", inaugurata la scuola di alta formazione della famiglia Cotarella

"Concerto di Natale" nella Sala Unità d'Italia del Palazzo Comunale

"Geotermia a bassa e media entalpia, rischi e conseguenze"

"È nato un Re povero". Rappresentazione nei Giardini di Villa Faina

Presentata l'edizione 2018 della "Guida ai sapori e ai piaceri della regione Umbria" di Repubblica

Vetrya riceve il Premio Imprese per l'Innovazione di Confindustria e il Premio dei Premi dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Eletto il nuovo Coordinamento delle Cittaslow Italiane. Barbara Paron al vertice

Il tenente Giuseppe Viviano è il nuovo comandante della Compagnia Carabinieri

"Madonna con Bambino appare a San Filippo Neri", il dipinto su tela torna a splendere

Storia e segreti di Palazzo Franciosoni nel volume "Anatomia di un palazzo"

E dico ancora di Bianca

"La Tregua di Natale. Lettere dal Fronte". Lettura ad alta voce in Biblioteca

Nuovo video di Francesco Barberini in Campania con la LIPU

Infiltrazione d'acqua a scuola, le precisazioni del Comune