cultura

Risorgimento e "crisi" nella storia dell'Italia unita. Incontro con Simone Visciola organizzato dall'associazione ex alunni del Liceo Classico

sabato 20 novembre 2010

Lunedì 22 Novembre, alle ore 17.30, presso la Sala del Governatore - Palazzo dei Sette, l' Associazione ex Alunni del Liceo Classico di Orvieto celebrerà il 150° dell'Unità d'Italia con una conferenza del prof. Simone Visciola, Università di Firenze, sul tema: Risorgimento e "crisi" nella storia dell'Italia unita.

La storiografia si configura come una disciplina fortemente legata alla cultura, agli ideali, ai valori di una società. Gli storici, nel ricostruire il passato, si fanno portatori di idee generali e di opzioni politiche, promuovono cultura, animano correnti, intervengono nel dibattito pubblico. Ciò vale e continua a valere per gli storici di tutti i paesi e di tutte le epoche. Ma questa tendenza rappresenta il tratto peculiare della cultura storiografica italiana, la quale, dal Risorgimento fino ai nostri giorni, è stata segnata a fondo da un confronto/scontro di marca politico-ideologica: aspetto che ha qualificato la storiografia come espressione centrale della cultura politica del "belpaese". In altri termini, si può dire che il confronto fra gli storici in Italia abbia quasi sempre rappresentato una sorta di prolungamento sul terreno culturale della contrapposizione ingaggiata nell'agone politico.

Dal Risorgimento all'età liberale, dal difficile tornante di fine secolo alla Grande guerra, dal fascismo alla repubblica, il "corpo" della nazione, lo Stato, la società in Italia si sono trovati a verificare la propria tenuta coesiva sotto l'urto di diverse "crisi", le quali tuttavia non hanno avuto esclusivamente natura strictu sensu "politica". Vale a dire che non hanno necessariamente condotto ad un cambio di regime. Nella storia dell'Italia unita infatti sono altresì sopraggiunte crisi sociali, economiche, culturali e di costume: prove di difficoltà che hanno costretto da un lato lo Stato e la classe dirigente a trovare vie di uscita; dall'altro hanno fatto registrare la spinta della società civile, la quale, a diversi livelli, non ha evitato di avanzare richieste risolutive. Gli storici si sono resi partecipi delle diverse crisi, vivendole come spettatori e attori allo stesso tempo. Presi nel vortice di quelle crisi medesime, essi si sono caricati di un compito: comprenderne la natura, spiegarne gli effetti, cercarne le radici nel passato, risalendo al "problema d'origine", ossia al complesso processo storico che ha portato alla creazione dello Stato nazionale: il Risorgimento. Dal 1861 in avanti, interrogarsi, rileggere, reinterpretare, riscrivere il giudizio sul momento fondante dello Stato nazionale e sui suoi esiti ha significato per la cultura storiografica italiana la costante su cui far leva al sopraggiungere di ogni condizione "critica". Su quali basi e su quali presupposti l'Italia ha conquistato l'indipendenza e ha inaugurato il proprio cammino unitario? Su quali basi e su quali presupposti è stata data forma al nuovo sistema politico? Con quali modalità si è cercato di integrare il "corpo della nazione" nello Stato? Nel porsi queste domande, la cultura storiografica - attraverso differenti paradigmi e moduli interpretativi - ha offerto il proprio contributo volto a individuare nel passato gli aspetti da valorizzare e i difetti da correggere, nella ricerca della "chiave di volta" in grado di aprire l'uscio dal quale allontanare la crisi.

SIMONE VISCIOLA insegna Storia contemporanea nel corso di Laurea in Scienze Umanistiche per la comunicazione dell'Università degli Studi di Firenze. Già nominato Professeur Invité d'histoire contemporaine presso l'Université de Poitiers (France) nell'a.a. 2008-2009; svolge attualmente lezioni come Visiting Professor alla Stanford University - Palo Alto California (Campus in Florence). Si occupa di storia della storiografia; storia del Risorgimento; storia politica e sociale italiana ed europea fra Otto e Novecento. Sta lavorando alla biografia dello storico risorgimentista e antifascista Nello Rosselli al quale ha dedicato diversi saggi specifici. Fra i suoi lavori: I Rosselli : eresia creativa, eredità originale, con G. Limone (Napoli, Guida, 2005); Il volontariato nel Risorgimento e il mito di Garibaldi "condottiero della nazione", «Archivio Storico Italiano» (2007); Su Garibaldi e il volontariato. La "narrazione" della nazione, l'"invenzione dell'eroe", il mito. Fra storia, storiografia e questioni militari, in Garibaldi innamorato (Firenze, Polistampa, 2009); Carlo Rosselli. Scritti scelti di economia, con A. de Ruggiero (Firenze, Le Monnier 2010); Interpréter le Risorgimento pour sortir des crises, in J.Grévy (dir.), Sortie(s) de crise. (Rennes, PUR, 2010).

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 novembre

Guida Michelin 2018, brillano le stelle di "Casa Vissani", "La Parolina" e "Castello di Fighine"

Lo specchio etrusco con i Dioscuri esposto all'Antiquarium Comunale

"Un mondo di fiabe", letture ad alta voce nelle Scuole Primarie

"Alta Velocità e miglioramento del trasporto ferroviario locale. Serve un impegno concreto"

Karate, al via stagione agonistica Fik 2017-2018 con la quarta Golden Cup

Vicenda parcheggi: insinuazioni inaccettabili

Dalla storia medievale, idee e spunti per la Orvieto del futuro

Assemblea regionale sulla sicurezza sul lavoro di Cgil, Cisl e Uil

Al castello di Bartolomeo la storia di Invernizzi, 40mila chilometri e cinque continenti in sella alla sua bici

Gli allievi dell'Istituto Alberghiero coinvolti nel progetto "Identità e territorio"

Firmato l'accordo di programma per il nuovo svincolo in uscita dal raccordo Perugia - Bettolle

Nuova auto per la Polizia Locale. Impegno su sicurezza e controllo del territorio

Fondo utenze deboli, prorogato al 31 dicembre il termine ultimo per presentare domanda di ammissione

Proposta della candidatura di Fausto Cerulli al prossimo Premio Nobel per la Letteratura del 2018

La Vetrya Orvieto Basket ritrova la vittoria tra le mura amiche

Roberto Burioni presenta il libro "La congiura dei somari"

"Orvieto StreetArt" presenta l'opera dedicata ad Aldo Netti

Weekend ricco di soddisfazioni per l'Orvieto FC

"Nessun impianto di Css a Orvieto", Nevi chiede dimissioni a Germani

Ancora un successo per Francesco Barberini con il suo nuovo video in Piemonte

Don Eugenio Campini è ufficialmente il nuovo parroco di Allerona Scalo

L'Albero dei Diritti mette radici nel giardino dell'Asilo Nido "Il Grillo Parlante"

Orvieto celebra la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne

Sì al progetto per la gestione associata delle funzioni, Porano Comune capofila

Germani scrive al CorSera: "Servizi al cittadino e aree interne, apriamo un dibattito"

Lavori sugli immobili, traffico temporaneamente interrotto in Via Alberici e Via Filippeschi

Orvieto commemora la figura di Padre Chiti, generale dei Granatieri e soldato di Dio

Baschi verdi, cerimonia conclusiva del corso. Modifiche alla viabilità in Piazza XXIX Marzo

"Umbria, il tuo regalo di Natale". Presentata la nuova campagna di promozione turistica

Acea in commissione, verso il superamento di inceneritore e discarica

"Visti da vicino". Mostra nella Collegiata dei Santi Giovanni e Andrea Apostoli

Riqualificazione della stazione, presto il via libera delle FS all'inizio dei lavori

Parrano riflette su "La tutela delle donne nel mondo del lavoro"

Mister Fatone carica l'Orvietana in vista del Subasio

La parete della Scuola dell'Infanzia ospita il murale "L'albero che suona" di Salvatore Ravo

Si presenta "Presenze ebraiche in Umbria meridionale dal medioevo all'età moderna"

Un Lucca inarrestabile piega Azzurra Iemmeci 63 a 47

20 novembre, Giornata mondiale dell'Infanzia: in Italia non tutto è da festeggiare

Pendolari: il nuovo orario non tiene fede agli impegni. Gli amministratori si mobilitino per salvare il salvabile

Altra Città presenta un'interpellanza sui disagi del nuovo orario e sollecita il Consiglio Comunale aperto richiesto dai pendolari

Le biblioteche come servizio per gli amministratori locali: seminario di formazione/informazione. Mercoledì 21 novembre a Palazzo dei Sette

I problemi dei pendolari orvietani in un ordine del giorno del gruppo misto provinciale di Sinistra Democratica

Emma Dante a Orvieto per 'Migrazioni' con 'Il festino': storia di un'esistenza difficile

Basket. Colpo di scena in Azzurra Iemmeci: Angelo Bondi subentra in panchina a Massimo Verdi

Nuovo orario ferroviario, niente passi in avanti. Ora basta: i pendolari umbri in stato di agitazione

Concluse le semifinali di Sanremolab: ecco i quaranta ammessi in finale

Butto, aggiornato o riciclo integrato?

Gemellaggio in onore di sua maestà il Tartufo

Forza Italia Orvieto rilancia la battaglia contro la tassa del Consorzio di bonifica Val di Chiana

A fine novembre le 'Seconde giornate cardiologiche Orvietane' : un evento scientifico sempre più qualificato

'Sacro sono': musica ed enogastronomia di qualità per il Natale nell'Amerino. Presentata in Provincia la prima edizione

Servizio idrico: accelerare i tempi sulla nuova proposta di legge. Un odg del Consiglio provinciale

Eclatante vittoria della Coar femminile sullo Scheggia 10 a 4