cultura

"Il vampiro, l'immaginario e la modernità": incontro con Guido Barlozzetti. Mercoledì alla Nuova Biblioteca Pubblica "Luigi Fumi"

lunedì 22 febbraio 2010
"Il vampiro, l'immaginario e la modernità": incontro con Guido Barlozzetti. Mercoledì alla Nuova Biblioteca Pubblica "Luigi Fumi"

Mercoledì 24 Febbraio, alle ore 16,30, presso la Sala Accoglienza della Nuova Biblioteca Pubblica "Luigi Fumi" si terrà l'incontro con il giornalista Guido Barlozzetti che parlerà sul tema: "Il vampiro l'immaginario e la modernità". L'iniziativa patrocinata dal Comune, è proposta dall'Associazione ex alunni del Liceo Classico "F. A. Gualterio" di Orvieto.

PER FAVORE MORDIMI SUL COLLO - Il vampiro l'immaginario e la modernità
Il vampiro è una figura sospesa, nella realtà dell'immaginazione, nei meandri dell'inconscio, nel bordo oscuro in cui si toccano la vita e la morte: la morte che può tornare a risucchiare la vita, a fare di se stessa un prolungamento della vita e, al tempo stesso, a espropriarla di sé.

Il vampiro è un incubo e una proiezione che attraversa le civiltà più varie, dunque ha a che fare con le modalità più profonde con cui l'uomo organizza il tempo e lo spazio, il suo sistema di relazioni e il suo rapporto con il mondo. Particolarmente familiare alla modernità ("Dracula" di Bram Stoker, per citare il titolo più noto, è coevo allo sviluppo della società industriale e borghese..), torna a riscuotere un significativo successo in questo periodo che per qualcuno appartiene già al "dopo": perché? In che modo si manifesta? Che abitudini ha? Che cosa ci racconta di noi il non-morto e la sua predilezione per il sangue?

Commenta su Facebook