cultura

12 Febbraio 1809, nasceva Charles Darwin. Il bicentenario per riflettere sul futuro della scienza

giovedì 12 febbraio 2009
di Massimo Luciani
12 Febbraio 1809, nasceva Charles Darwin. Il bicentenario per riflettere sul futuro della scienza

Due secoli fa nasceva Charles Darwin, il teorico dell'evoluzione, ma soprattutto il naturalista che attraverso le proprie osservazioni e ricerche svolte intorno al mondo nel suo viaggio sul brigantino "Beagle", trasse gli spunti decisivi, per il futuro della biologia e di tutte le scienze naturali. All'epoca l'idea di un processo di trasformazione dei viventi era già nell'aria e dibattutto dai vari naturalisti, primo fra tutti il francese Jean Baptiste Lamarck, sostenitore di un processo in cui l'uso o meno di un organo o una sua imperfezione acquisita durante la vita, veniva automaticamente ereditata alla discendenza. Una teoria che seppur accolta dallo stesso Darwin, mostrava però, diversi problemi, legate anche alla mancanza di conoscenze sui meccanismi della ereditarietà.

A quella che fu l'esempio classico di Lamarck "le giraffe sforzandosi di raggiungere le fronde più alte delle piante hanno allungato il proprio collo", Darwin sostituì i termini dicendo che in relazione al mutamento delle condizioni ambientali, gli individui aventi caratteri con collo più lungo risultarono avvantaggiati e quindi selezionati.

La base della teoria darwiniana sta infatti nell'idea che esista una "selezione naturale", un processo naturale attraverso il quale, in una popolazione, vengono selezionati i tipi che in quelle determinate condizioni ambientali, risultano avere i caratteri più vantaggiosi o meglio, risultano essere i più adatti, più idonei, cioè capaci di condurre gli stessi individui alla riproduzione e alla trasmissione di quei caratteri, quella che dai biologi è chiamata "fitness", il punto nodale del processo evolutivo.
Grazie allo sviluppo della genetica, la teoria darwiniana inizialmente contrastata duramente dal mondo scientifico ancorato ad una concezione finalistica della natura, soprattutto spinto dal clero e dalle posizioni ideologiche e dogmatiche creazioniste, basate sugli assunti biblici di una terra creata da Dio così come la vediamo, vennero riprese con forza portandole a rappresentare il perno centrale su cui si reggono tutte le scienze particolari e le nostre conoscenze scientifiche.
Oggi la teoria evoluzionista darwiniana si è ulteriormente approfondita raccogliendo contributi, integrazioni e revisioni di luminari, studiosi e ricercatori di biologia, paleontologi, genetisti, teorici della scienza, evoluzionisti diventando e costituendo il fondamento e la base unificatrice di tutte le scienze naturali.

Tuttavia il riemergere di idee neo-creazioniste, finalistiche e oscurantiste, che vanno diffondendosi soprattutto in Paesi con una matrice culturale mai liberatasi definitivamente da dogmi teologici e che agiscono soprattutto nelle scuole e negli istituti di istruzione, affatto distanti - ricordiamo il tentativo recente dell'allora Ministro della Pubblica Istruzione, oggi sindaco di Milano, Letizia Moratti di togliere dai testi e dai programmi scolastici i riferimenti alla teoria dell'evoluzione - mettono a rischio gli sviluppi di tutte le scienze della natura.

Non ci può essere una vera conoscenza del funzionamento di una pianta, dell'organo di un animale, delle dinamiche di popolazione, del funzionamento della stessa mente umana, se questo non si esamina all'interno di una concezione evoluzionistica che identifichi le origini, le tappe e il destino di quella determinata specie, di quella popolazione, di quel particolare carattere. Non è una mera disquisizione a livello teorico tra chi la pensa in un modo e chi in un altro, ma è un problema che ha i suoi immediati riflessi nell'atto pratico. Ritenere ad esempio che la mente umana rimarrà uguale a se stessa per tutti i secoli e nei secoli, avrebbe ripercussioni che è facile immaginare.
In altre parole l'abbandono di questa teoria per tornare al dogma della fissità delle cose, o qualsiasi altra concezione assolutistica, avrebbe delle conseguenze devastanti per gli sviluppi della scienza e per la cultura scientifica che costituisce l'impalcatura su cui si regge il destino della nostra società e sui quali possiamo trovare le risposte ai gravi problemi che affliggono l'umanità intera e tutto il mondo vivente conosciuto.

Perciò e per altro ancora va ricordato Darwin, la sua opera e quella dei suoi successori.
Buon compleanno Darwin.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 aprile

Convegno sul Porto Romano di Pagliano. Riflessioni alla luce delle nuove scoperte

Passeggiata della Sicurezza. Cobas e Assemblea Antifascista: "No alla giustizia fai da te"

Concerto del Coro Polifonico "San Gavino Monreale" a Collevalenza

Conferenza nazionale sulle malattie infettive emergenti e riemergenti

"Wilcock, Lubriano e la Valle dei Calanchi. La visione, il sogno e l'ironia"

Torneo regionale di pallavolo integrato Anpis, vince l'entusiasmo di stare insieme

"Omaggio ad Elena". Cultura e gastronomia all'ombra di Castello Misciattelli Orsini

Izzalini in festa per i 100 anni di mamma Elena

"La Zambelli Orvieto continua a stupire nell'indifferenza delle istituzioni"

Gabriella Carlucci presenta il libro "Amarilla, appunti di un viaggio a sei zampe"

Campionato regionale tiro a volo Anlc. In estate le finali nazionali

L'arte per lanciare un messaggio di tutela dell'ambiente dal cuore di Civita di Bagnoregio

Bruciano sterpaglie, Vigili del Fuoco e Protezione Civile al lavoro

Turismo, Paparelli: "Ultime rilevazioni confermano trend positivo, 2018 anno della rinascita"

M5S Orvieto sul sit-in contro l'ampiamento della discarica: "Non accettiamo strumentalizzazioni"

Successo all'Unitus per l'Open Day delle lauree magistrali

Terminato al Csco il corso di "Tecnico specializzato in accoglienza per rifugiati"

Omaggio a De André al Mancinelli. Ad OCC il ricavato di "Bocca di rosa e gli altri"

Orvieto a Lussemburgo, proficuo incontro tra Comune e Ambasciata

Aderisce al sit-in anche Cittadinanza a 5 Stelle del Comprensorio Orvietano

A Luca Tomassini di Vetrya la Medaglia dell'Università per Stranieri

Andrea Bocelli in Piazza Duomo per la quarta edizione di "Orvieto4Ever"

"Allerona verso lo sviluppo di comunità". Conferenza al Centro Polivalente

Pedalando indietro, "La Carrareccia" raddoppia. A settembre, edizione dedicata a Barbara e Matteo

"Ben Hur" al Mancinelli. Paolo Triestino e Nicola Pistoia chiudono la stagione teatrale

Nuovo look per la rete elettrica, Enel installa i DY900/1 per cabine tecnologiche

Esasperati dall'accattonaggio molesto, gruppo di commercianti scrive al Comune

Post-sisma, la Regione incontra gli ordini professionali nelle zone terremotate

Al via il progetto "Rete amica". Unicef, istituzioni e scuole insieme per un web più sicuro

Teatro Null pronto al debutto di "Osteria da Shakespeare & Co"

Sale la febbre da Palio di Sant'Anselmo. Conto alla rovescia per la Sagra del Biscotto

Fondazione Cro: "Cassa di Risparmio Spa deve permanere punto di riferimento degli Orvietani"

APEritivo nell'Oasi di Alviano, con vista sulla palude

Allerona sempre più cardioprotetta, la comunità si dota di tre defibrillatori

Alfina in festa per San Giorgio Martire. Programma civile e religioso

Post-sisma, Marini ed Errani incontrano gli abitanti di Norcia, Castelluccio e San Pellegrino

Accademia Kronos a "Villaggio per la Terra", per la sensibilizzazione alla tutela del Pianeta

La Polisportiva Castel Viscardo organizza il primo raduno in MTB dei Monaldeschi

"Nonsololirica in Sala Eufonica", video-ascolto di Leonard Cohen

Disco verde al bilancio di previsione 2017/2019. Ampia discussione in consiglio

Sì unanime all'ordine del giorno "Albornoz, un bene comune da restituire alla città"

Nel triennio 2017/2019 opere pubbliche per oltre 23 milioni di euro

Quantità e prezzo di cessione aree per residenza ed attività produttive, le tariffe

Sì al Piano delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare

Ricognizione annuale delle società partecipate, presa d'atto in consiglio

Approvato il Documento Unico di Programmazione 2017/2019

Corso di formazione per volontari nella valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici della Diocesi

Ecco i giovani bomber della Coar Orvieto. Pronti per il II Memorial Papini.

Azzurra nella storia, Orvieto Basket salvezza conquistata, Orvietana un punto prezioso, argento Savrayuk

Rita Levi Montalcini, un'innata ottimista

Torna a riunirsi l'esecutivo PD del Comprensorio Orvietano. In discussione molti temi "caldi" di urgente attualità

Grande successo per "La Domenica del Vulcano 2010". Incontri ed escursioni nel territorio di San Venanzo

Il Sindaco Concina sul Bilancio: "Orvieto non può permettersi il commissariamento"

Pozzo di San Patrizio: il biglietto intero aumenta di cinquanta centesimi dal 1° giugno

Sferracavallo. Mercato sì, mercato no. Proroga della sperimentazione fino al 30 marzo 2011. Via alla "filiera corta"

Continuano i controlli del Commissariato sul rispetto degli orari di chiusura dei locali

SII. Cresce il front-office: in aumento accessi al sito e mail. Lattanzi: "Grande sforzo per accorciare le distanze tra utenti e società"

Pubblicato il bando TAC II: interventi di promo - commercializzazione turistica per prodotti d'area di progetti integrati collettivi

Suggerimenti per il "Buon Politico"... ovvero esortazione all'On. Trappolino

Aumenti per alcuni settori amministrativi del Comune: i Comunisti Italiani vogliono sapere. Qualche lume dalla conferenza stampa del Sindaco Concina

"Alla scoperta dell'antico Egitto": gli Egiziani innamorati della vita. La Dott.ssa Pozzi, egittologa, illustra la mostra laboratorio

Rinnovato l'apparato didascalico del Museo etrusco Claudio Faina. Ne parla la Dott.ssa Nancy Leo