cultura

Accessibile al pubblico il Fondo bibliotecario Renato Bonelli. Domenica 25 marzo l'inaugurazione

venerdì 23 marzo 2007
Sarà inaugurato domenica 25 marzo alle ore 17, nel Palazzo dell’Opera del Duomo di Orvieto, il “Fondo bibliotecario Renato Bonelli”, acquisito per legato testamentario dall’insigne architetto orvietano scomparso tre anni fa. La raccolta è composta da 7.500 unità, comprensive di periodici e opere di consultazione, riguardanti principalmente la storia dell’arte e la storia dell’architettura, l’urbanistica e il restauro, la storia e la filosofia. Il lascito costituisce il nucleo di una biblioteca specialistica che contiene i volumi espressione degli interessi scientifici e personali del prof. Renato Bonelli, docente di storia dell’architettura presso le Università di Palermo e di Roma, direttore della Scuola di Specializzazione in restauro dei monumenti all’Università di Roma e autore di numerosi saggi e monografie. Tra le maggiori opere del prof. Bonelli ricordiamo “Il Duomo di Orvieto e l’architettura italiana del Duecento-Trecento”. Il prof. Bonelli, oltre ai numerosi e prestigiosi incarichi a livello nazionale, ha ricoperto ad Orvieto il ruolo di Consigliere dell’ISAO, Consigliere dell’Opera del Duomo e Consigliere della Fondazione Museo Claudio Faina. La cerimonia di inaugurazione, che cade nel terzo anniversario della scomparsa, è l’occasione per ricordare, attraverso la sua biblioteca personale, la figura di eminente “storico dell’architettura e teorico del restauro”, che ha voluto arricchire proprio l’Opera del Duomo di un patrimonio librario prezioso per tutti gli studiosi che si avvicinano allo studio della cattedrale orvietana e di materie nei settori della storia, dell’arte e dell’architettura. Il “Fondo bibliotecario Renato Bonelli” sarà accessibile al pubblico già a partire da lunedì 26 marzo prossimo.

Commenta su Facebook