cultura

Scuola dei Mestieri dello Spettacolo, fiore all’occhiello del Mancinelli: al via due nuovi corsi di formazione. Intervista a Sandro Paradisi

giovedì 9 novembre 2006
di davidep
Nel lungo autunno culturale del Teatro Mancinelli, oltre a piacevoli anteprime e interessanti spettacoli, c’è anche l’attesa ripresa delle attività della “Scuola Permanente dei Mestieri dello Spettacolo”, che da novembre riapre i battenti con due nuovi corsi di formazione. “Illuminotecnica per lo spettacolo” in programma dal 20 al 24 novembre, rivolto principalmente alle persone che intendono intraprendere la professione di tecnico specializzato delle luci, e “Tecniche del suono”, dal 27 novembre al 1 dicembre, dedicato alle pratiche di ripresa, cablaggio e installazione, all’uso del mixer e a prove di amplificazione di uno spettacolo in palcoscenico. Ad insegnare saranno chiamati, come sempre, professionisti del settore molto qualificati, come gli ingegneri del suono Daniele Ponteggia e Aldo Contini e, per quanto riguarda il corso di illuminotecnica, Taska Pacoova, esperta di fisica della luce, Salvatore Mancinelli, per venticinque anni responsabile del settore illuminotecnico della Scala di Milano e Maurizio Gianandrea, Presidente della “Libera Accademia della Luce” di Umbertide. Qualche domanda a Sandro Paradisi, l’ideatore e coordinatore della Scuola, può aiutare a focalizzare la dimensione nazionale di quella che ormai è un’apprezzabile realtà del territorio, con un’offerta formativa di grande spessore e un discreto indotto turistico per la città di Orvieto. Come si è arrivati alla creazione della Scuola? La Scuola dei Mestieri dello Spettacolo nasce nell’aprile del 2004 da un progetto, del tutto nuovo per l’Italia, formulato dall’associazione TeMa in collaborazione con la Libera Accademia della Luce e l’associazione Liberarte-Orvieto e patrocinato dall’assessorato alla Cultura del Comune. Obiettivo della Scuola è quello di colmare la lacuna formativa italiana in questo settore, privilegiando, rispetto alla teoria delle accademie, le discipline pratiche attraverso esercitazioni di gruppo e individuali che favoriscono la sinergia fra processi conoscitivi, processi formativi e sviluppo tecnologico. Qual è il target di chi frequenta oggi i corsi? Le attività sono rivolte a tutti coloro che intendono specializzarsi nel settore dello spettacolo in qualità di operatori tecnici. Per questo si predilige chi non è totalmente a digiuno delle materie, ma quello che conta è soprattutto la motivazione, l’interesse reale e la passione. Le richieste di partecipazione ai corsi, provenienti da tutta Italia e in qualche caso anche dall’estero, sono 70-80 al mese, con una media di un paio al giorno, un migliaio ogni anno. Sulla base di una selezione sommaria, ai corsi sono ammesse non più di quindici persone, di tutte le età, che si fermano ad Orvieto per circa cinque giorni, praticando una full immersion di 40 ore nel mondo del teatro. In cosa consiste l’offerta formativa della Scuola? Dal 2004 si svolgono stage e workshop operativi di Progettazione scenotecnica, Sartoria teatrale, Architectural lighting, Spada sul palcoscenico, Maschera teatrale, Corpo Ludico ed, ora, Illuminotecnica e Tecniche del suono. Inoltre, si tengono seminari sulla normativa tecnica vigente, l’illuminazione dei beni culturali e a breve, poi, partirà un corso di Amministrazione e Organizzazione dello spettacolo. Poter svolgere i corsi con validi docenti del settore è una vera occasione di crescita per molti allievi che, in alcuni casi specializzandosi grazie alla Scuola, hanno anche trovato lavoro. Quali strategie vengono seguite per promuovere le attività e cosa c’è nel futuro della Scuola? Posso dire che si persegue una radicata promozione della Scuola su tutto il territorio nazionale, che consente anche di testare il riscontro da parte delle aziende private che sponsorizzano i corsi. Sono state già avviate importanti collaborazioni con le università, come le facoltà di architettura di Venezia e di Napoli, l’Istituto Cultura Italiana e l’Istituto di Studi Linguistici “Dante Alighieri” di Malta per realizzare corsi presso il Teatro Nazionale de La Valletta. A mio avviso, per il futuro è auspicabile una collaborazione maggiore da parte di istituti bancari e fondazioni – in grado di finanziare con delle borse di studio gli allievi – e la sensibilità da parte delle istituzioni e degli enti locali nel concedere spazi e ambienti più idonei al teatro nel suo farsi.

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 gennaio

Nel "borgo magico" di Calcata, con Asds Polisportiva Castel Viscardo e Armata Brancaleone

Fermati tre ventenni all'uscita del supermercato con merce appena rubata

On line il primo numero del 2018 del periodico aziendale di informazione sanitaria "Usl Umbria 2 inForma"

All'Unitre riprende il Laboratorio di Pittura guidato da Donato Catamo

Regionali 2018, parte il viaggio di Bigiotti attraverso borghi e bellezze della Tuscia

Lo minaccia con il coltello e gli porta via l'incasso giornaliero

Umbria presente a "Winter School 2018. L'agenda sul futuro della sanità italiana"

Recupero evasione Imu, Orvieto al secondo posto tra i 16 Comuni umbri con oltre 15.000 abitanti

Sporcizia e siringhe vicino alla Casa dell'Acqua di Ciconia

Corsi serali all'Istituto Cardarelli. Un gruppo di alunni a Roma dal ministro Fedeli

"Gli Ebrei sono matti" sul palco del Teatro Boni

"Gli Psicodrammatici" mettono in scena "Il senso di colpa"

Procedura di Via. Sacripanti (Gm): "Questo è Germani, questa è la sinistra che ci governa"

Buono servizio sostitutivo del trasporto scolastico per le scuole dell'infanzia

"Vette in Vista", quando il cinema incontra la montagna

"A 80 anni dalle leggi razziali". La Regione ricorda la tragedia della Shoah

Zeno (Pci): "La città si svuota e il sindaco se ne fa una ragione"

Federalberghi: "Le risorse derivanti dall'imposta di soggiorno siano destinate allo sviluppo del turismo"

Toni e Peppe Servillo tornano al Mancinelli con "La parola canta"

Sostegno a domicilio per anziani e disabili, in pubblicazione i bandi

Assistenza sociale fittizia, le Fiamme Gialle portano alla luce oltre 4 milioni di euro di evaso

Esercitazione tecnico-tattica per i marescialli con specializzazione "Sanità"

Nuova geografia giudiziaria, Montegabbione e Monteleone con Orvieto

Testimonianze al Teatro Concordia per la Giornata della Memoria

"Vino made in biologico". Convegno all'Istituto Agrario "Ciuffelli"

Festa del Tesseramento per l'Associazione Andromeda

Orvieto FC, prima squadra nella tana del Cannara

L'allenatore Matteo Solforati valuta i progressi della Zambelli Orvieto

"Più o meno alle tre" con i Lettori Portatili. Andrej Longo presenta "L'altra madre"

Sabato 28 gennaio casting per il nuovo film di Alice Rohrwacher

Nello scavo della piramide di via Ripa Medici ritrovato il cibo degli Etruschi

Corso di Sociocrazia con Pierre Houben all'Auditorium

Orvieto, Via del Corso

L'Orvietana Rugby vince ancora al De Martino

Olimpieri (IeT): "Con Germani il Comune torna a privatizzare"

Prima seduta del nuovo Consiglio Provinciale, convalida degli eletti e giuramento del presidente

Ad aprile torna la Coppa degli Etruschi

Fabrizio Bentivoglio porta "L'ora di ricevimento" al Teatro Comunale di Todi

Imprese Creative, a disposizione 2,8 milioni di euro. Illustrati i criteri del primo bando regionale

Oltre 400 richieste in due mesi nei punti informativi di Sii, Ati e Assoconsumatori

Promozione turistica, l'Umbria presente per la prima volta all'Holiday World di Dublino

Atletica Libertas Orvieto, tanti gli eventi e le manifestazioni in arrivo nel 2017

Seduta plenaria della Pro Loco per l'approvazione dei bilanci

Prima seduta del consiglio comunale. In quindici punti l'ordine del giorno

Al Teatro Santa Cristina, il recital "...ed ora sono nel vento..."

Sisma, si riunisce comitato istituzionale. Marini: "Massimo supporto a sindaci dall'ufficio speciale ricostruzione"

Studenti in Comune per presentare "Testimoni della Memoria. Il nostro viaggio in Polonia"

Linea ferroviaria Orte-Foligno-Perugia, ripristinate due fermate

Cena a base di solidarietà. Serata speciale organizzata dai ragazzi dell'Oratorio San Filippo Neri e dagli studenti dell'Alberghiero

Donne vittime di violenza, in Regione firmato il protocollo per l'inserimento lavorativo e sociale

Sottoscritto il protocollo d'intesa tra Perugia e Orvieto per l'iscrizione delle Città Etrusche al Patrimonio Unesco

Al Teatro Boni va in scena "L'istruttoria" di Peter Weiss

"Viaggio nell'Operetta". Seconda tappa con Katia Ricciarelli e Andrea Binetti

Iaia Forte al Teatro Boni con "Tony Pagoda. Ritorno in Italia"

Benedizione dei Trattori a Ciconia. Gli agricoltori offrono il frutto del loro lavoro

"Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo". Il vescovo incontra i giornalisti per S.Francesco di Sales

Incontro su "La persecuzione in Europa e i suoi effetti anche a San Venanzo"

Uisp, la squadra Umbria Nuoto master cresce