cultura

3MSC, un fenomeno che dilaga tra cult e trash

giovedì 20 aprile 2006
di Davide Pompei
I primi posti nella classifica dei libri più letti sono sempre un traguardo per ogni autore, ma per Federico Moccia anche una rivincita. Il riscatto di chi aveva mandato, senza esito, il proprio manoscritto a tutte le case editrici della capitale, fino a finanziare a proprie spese una piccola tiratura presto esaurita. “Tre metri sopra il cielo”, infatti, era uscito un po’ in sordina nel ‘92 presso la piccola casa editrice (poi fallita) “Il Ventaglio”, in cui il padre faceva le scelte editoriali e la figlia correggeva le bozze. La presentazione ci fu il 16 novembre 1992 presso una galleria d’arte, il libro fu in qualche modo notato, timidamente apprezzato e cominciarono a circolare quasi clandestinamente fascicoli fotocopiati tra i ragazzi delle scuole romane. Per un periodo la rivista Fleming propose anche di allargare il testo del romanzo alla pubblicazione, ma Moccia fu dissuaso da un risultato che si annunciava deludente. Nel tam tam del passaparola, una copia del dattiloscritto è arrivato nelle mani di un produttore, ed è nato il film omonimo diretto dall’esordiente Luca Lucini, che ha lanciato Riccardo Scamarcio. Il libro ha impiegato alcuni anni per diventare il cult che è oggi, l’autore ha dovuto riprenderlo in mano e modificarlo, aggiornandolo di circa dieci anni, tanto che dell’originale non è rimasto più del 30%, ma ristampato dalla Feltrinelli ha conosciuto un successo enorme, sconfinando dalla tangenziale per raggiungere addirittura Polonia, Olanda, Germania, Giappone, Brasile, Grecia, Turchia, Spagna. In tutto 13 paesi. Chissà i ragazzi di Varsavia o di Cracovia cosa troveranno nella vicenda pariolina di “Trzy metry nad niebem”? Probabilmente l’amore adolescenziale come esperienza totalizzante, l’improvviso sentimento che “atterra e suscita, affanna e consola” e che riguarda tutti, in ogni paese e ad ogni età. Dai banchi di scuola al blog dei “mocciosi”, si è consumata una piccola rivoluzione culturale che ha avuto il merito di avvicinare molti adolescenti alla lettura, per la gioia di genitori e prof. Fenomeno letterario da un milione di copie, film da un milione di euro incassati, dvd da record di vendite e ad ottobre una fiction televisiva (ovviamente su Italia uno, la rete giovane), la sigla 3msc ha preso il posto di tvb nei messaggini, diventando la griffe di cappellini, magliette, portachiavi, diari. E lo stato d’animo è entrato pure nel testo della canzone sanremese degli Zero Assoluto. La scritta, poi, in genere preceduta dai nomi di due ragazzi o dall’originale “io e te”, la si può leggere sui muri di tante città, Orvieto compresa. La prima fu spennellata tanti anni fa su Ponte Flaminio nella zona nord di Roma e ha poi trovato molti emulatori pronti a volare che l’hanno fatta propria e riprodotta sui muri dei palazzi o di fronte alle scuole. “Tre metri sopra il cielo” è molto di più di un libro, è un fenomeno di costume in cui facilmente ci si identifica, uno slogan, un modo di essere che per molti ragazzini sta diventando una mania, un vero cult di moda che rischia di diventare trash e banale, sinonimo di omologazione talmente tanto inflazionato. Ridotto a un “libro simpatico o poco più” è per molti un romanzo generazionale come tanti, zeppo di luoghi comuni e ragazzine demenziali. Il film, sicuramente, meritava qualche approfondimento in più da parte di un regista abituato ai tempi e ai ritmi della comunicazione pubblicitaria, manca tutta la rabbia che i protagonisti del libro hanno ed emerge un’immagine dei giovani complessivamente un po’ sbiadita e superficiale, che ha comunque fatto da traino al libro. Della serie quando “Il tempo delle mele” incontra una casareccia “Gioventù bruciata”. A monte di tutto, però, resta un libro davvero godibile che intrattiene e trattiene. Rispetto alla storia pubblicata nel ’92 era stato chiesto a Moccia di ridurre il romanzo perché secondo gli esperti Feltrinelli un libro con più di 300 pagine non tira. Lui ha rifiutato modifiche e cambiamenti di linguaggio, credendo profondamente in quello che aveva scritto. “Il mio libro è una prova di grande testardaggine, un miracolo di ostinazione e di determinazione” ha sempre detto. Sta di fatto che se “Tre metri sopra il cielo” contava già 319 pagine, “Ho voglia di te” ne ha addirittura 416. E tutte da leggere. Federico Moccia sarà a Orvieto giovedì 27 aprile, alle ore 18.15 a Palazzo dei Sette, per la rassegna "Il libro parlante". Nella foto un angolo di Orvieto "dedicato" al romanzo di Moccia.

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 marzo

"Giornate FAI di Primavera". Nel segno di Ippolito Scalza, la 25esima edizione

Tornano a splendere i dipinti delle chiese di S.Giovanni Battista e S.Caterina d'Alessandria

A Ficulle, visita alla Chiesa di Santa Maria Nuova ed eventi collaterali

"Festa dell'Iscrizione" in musica per l'Associazione Ex Alunni del Liceo Classico "Gualterio"

Per la Zambelli Orvieto, c'è l’appuntamento interno col Cesena

Nando Mismetti eletto presidente Upi Umbria dall'assemblea generale

"Camminare per conoscerci", il Comune presenta il calendario delle iniziative Trekking e Nordic Walking 2017

Provincia, mobilitazione no tagli: "Solo 500 euro per ogni scuola, sicurezza a rischio"

Informazioni sulle chiusure della circolazione per la gara podistica

73esimo anniversario dell'Eccidio di Camorena, il programma delle celebrazioni

Parlamento Europeo a Norcia. Marini: "Gesto concreto vicinanza a popolazioni colpite”

"Terra di Confine 2013", ed è subito magia. Domenica di degustazione alla Tenuta Vitalonga

"Cara Radio...sfiorami la mano". Al Mancinelli la coproduzione di Filarmonica, Scuola di Musica e TeMa

"Insieme a te non ci sto più". Al Teatro Spazio Fabbrica, il quintetto di Marco Morandi

Foto di una madre

Te la dò io, l'Euro

Tra Arpa e Confindustria Umbria si rinnova il dialogo sulle tematiche ambientali

Post-sisma, misure urgenti per l'intero comparto turistico

Orvieto incontra Jack Sintini. "La forza e il coraggio dello sport nelle avversità della vita"

Orvietana al Muzi, con il Cannara è il momento della verità

Moria di pesci in concomitanza con la piena. "Salviamo il lago di Corbara"

Rifacimento della segnaletica stradale, via alla seconda fase

"Per...Altro". Convegno AUCC e rappresentazione teatrale al Santa Cristina

Gli allievi dell'Alberghiero visitano Falesco e Museo delle Scienze Agroalimentari

Musical a Porta d'Orvieto, arriva "Las Aventuras de Luna"

Giuseppina Mellace presenta il libro "Delitti e stragi dell'Italia fascista dal 1922 al 1945"

Il Liceo Artistico va a scuola di benessere. Fra orti sinergici, laboratori integrati e Zen

Intorno alla Rupe cresce l'economia della Grande muraglia, in molti vogliono vendere ai cinesi

Bambini sotto shock per l’attentato. Come aiutarli?

Urla, polemiche e promesse: dibattito e voto in Regione su Le Crete

A Collevalenza la 34esima rappresentazione della Via Crucis

Pasqua a Lugnano in Teverina, tutti gli appuntamenti

Politica dei rifiuti o degli assensi?

Azienda Usl Umbria 2, nessuna riduzione o sospensione dei servizi durante le festività pasquali

Controlli rafforzati per il ponte di Pasqua. Arresti, denunce e allontanamenti

Anche la sezione primavera "L'Altalena" all'Ovo Pinto di Civitella del Lago

Psr Umbria 2014-2020: oltre 48milioni di euro per sviluppo locale

Maxi-concorso regione, prova preselettiva tra i 31.909 candidati

Mettere un freno all'accattonaggio, la Lega Nord chiede maggiori controlli

Partito il ciclo di conferenze su Bartolomeo di Alviano

Elisabetta Antonini e Marcella Carboni al Tuscia in Jazz con il loro progetto Nuance

72 anni fa l'eccidio dei Sette Martiri di Camorena, Orvieto li ricorda così

Anas: 4,5 milioni di euro in tre anni per la manutenzione ordinaria delle strade statali dell'Umbria

"Appendere...ad Arte". Mostra nell'ex chiesa di San Giacomo Maggiore

Servizio interforze per contrastare micro-criminalità, commercio abusivo e accattonaggio molesto

Anche la Cia è contraria all'ampliamento della discarica: "La Regione riveda le sue posizioni"

Pizze di Pasqua, i premiati della 14esima edizione. Degustazioni e solidarietà

Eccidio di Camorena, le iniziative del Centro di documentazione popolare

Geotermia e biomasse, il consiglio comunale dice no

Ripartire dall'olivicoltura per promuovere il territorio

Puc 3. Sì della giunta ai bandi per interventi di edilizia residenziale e attività produttive

"Netland". Alla sala polivalente, c'è l'assemblea informativa sul Puc 3

Al Teatro dei Rustici la Compagnia "Un Sacco DiVersi" presenta "Come d'autunno"

I pendolari di Orte pronti a manifestare contro la soppressione dell'Ic 598

I Porti della Teverina. Al Teatro dei Calanchi di Lubriano "I nuovi lineamenti delle mafie"

Dopo Fabio Bistoncini, il Cenacolo del Csco propone un incontro sull'educazione finanziaria

Lo Sportello d'Ascolto Integrato lancia una campagna di sensibilizzazione contro lo stalking

Energia elettrica interrotta. Restyling delle cabine Enel in località Padella e Poggente

Biomasse. Terzino replica al comitato e annuncia un incontro con i sindaci dell'alto Orvietano

"Con i cittadini per Castel Giorgio": "Lo chiedevamo da più di due anni"

"Prima di tutto Castel Giorgio": "Salvaguardia del territorio e mancanza di condivisione delle scelte amministrative"

Orvieto dice sì al Centro di ricerca e formazione per la salute e l'alimentazione

Lavezzini Parma vs Azzurra Ceprini Orvieto: 64 a 55. Mercoledì a Cagliari e sabato si chiude a Porano contro Umbertide.

Chi è chi. Antonio Amatulli, tecnico esperto ma soprattutto amico vero di Azzurra

Quando il destino si diverte ad intrecciare un'esistenza con un territorio

Al San Giovanni presentazione del Progetto Farsiccia e Consumer Test

L'Orvieto Basket fa 2 su 2, battuto anche Rieti

Sei patenti ritirate dai carabinieri per abuso di alcool e droga

Torna l'iniziativa "L'insalata della nonna" dedicato alle erbe spontanee mangerecce

Eolico sul Peglia. La Provincia replica a De Sio: "Nessuna norma elusa"

Catena di solidarietà dei dipendenti Enel per donare il sangue

Con la rassegna "Amarcord" la Montegabbione del passato rivive nei filmati amatoriali

Preadottato il nuovo calendario venatorio. Si parte il 2 settembre

"Primavera e poesia" al Caffè del Teatro con i Lettori Portatili

Al Mancinelli per "Visioni di futuro" Pannelli e Tagliabue portano in scena "A slow air"

Itw Lkw accanto a Legambiente e Kyoto Club per discutere di geotermia come sviluppo

Falsa inaugurazione? Luciani (Identità e Territorio) interroga la giunta sulla nuova sala operatoria

Il business dell'oro rubato fruttava 4 milioni l'anno. Manette anche nell'Orvietano