cultura

La Camera di Commercio di Terni nel Centro Studi “Città di Orvieto”

martedì 22 febbraio 2005
La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Terni fa il proprio ingresso nella Fondazione per il Centro Studi “Città di Orvieto” in qualità di “soggetto assimilato ai fondatori”. Così ha deliberato la Giunta dell’Ente Camerale che ha accolto positivamente l’invito a aderire rivoltole dall’istituzione orvietana preposta alla realizzazione del Progetto “Orvieto città degli studi universitari e dell’alta formazione”. La richiesta, formalizzata nello scorso mese di novembre, poggiava su tre solide motivazioni: il lavoro svolto con coerenza dal Centro Studi nel corso degli ultimi sei anni; la consistenza delle realizzazioni, testimoniata dal rilevante “portafoglio” dell’offerta formativa e delle collaborazioni instaurate con numerose Università e prestigiosi Istituti di Ricerca Scientifica, a livello nazionale ed internazionale; l’acquisita e riconosciuta capacità di produrre progetti innovativi e di aggregare intorno ad essi “partnerships” efficienti ed efficaci.
Orvieto punta sull’università, la ricerca, l’alta formazione, la creatività e l’innovazione tecnologica intese come altrettante risorse strategiche decisive per lo sviluppo della città e quello di un’intera area territoriale, che travalica i confini amministrativi per proiettarsi verso i bacini dell’Umbria centro-meridionale, dell’Alto Lazio e della Bassa Toscana. I corsi universitari e le iniziative di alta formazione (quelli già attivi e quelli in programma) rispondono a precise vocazioni e potenzialità di Orvieto e del suo territorio e, inoltre, valorizzano le possibilità di interazione e collaborazione tra le Pubbliche Istituzioni e significative realtà dell’imprenditoria locale e nazionale. L’attiva e partecipe presenza della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Terni conferisce alla Fondazione per il Centro Studi “Città di Orvieto” una particolare autorevolezza ed un’accresciuta “credibilità” istituzionale proprio presso quei soggetti imprenditoriali dei quali si auspica da tempo l’adesione alla Fondazione stessa ed il convinto sostegno ai singoli progetti formativi e di ricerca.
Il Centro Studi si attende inoltre dalla Camera di Commercio un importante contributo di idee propositive, di consulenza progettuale, di analisi economica, di ricognizione dei canali di finanziamento, con particolare riguardo alle modalità di accesso ai fondi erogati dall’Unione Europea.
A norma di statuto, la Camera di Commercio – l’Ente che rappresenta al massimo livello le categorie economiche e produttive dell’intera provincia – conferirà una quota sul fondo di dotazione patrimoniale della Fondazione CSCO ed esprimerà un proprio rappresentante in seno al Consiglio di Amministrazione della stessa.

Della Fondazione per il Centro Studi “Città di Orvieto” fanno attualmente parte il Comune di Orvieto, la Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto e la Provincia di Terni. Lo strumento giuridico della “fondazione di partecipazione” consente la positiva cooperazione degli enti pubblici territoriali con i soggetti privati.

Commenta su Facebook