cultura

Al Mancinelli I giganti della Montagna

martedì 19 novembre 2002
Molta attesa e fermento per il prossimo appuntamento, previsto per sabato 23 novembre, alle ore 21 e per domenica 24 novembre, alle ore 17. Il nuovo allestimento de “I Giganti della Montagna” vede protagonista l’apprezzato e noto attore Mariano Rigillo alle prese con un singolare mago Cotrone, protagonista dell’ultima grande opera di Pirandello in cui si esprime un profondo pessimismo sulle sorti del teatro. “Un tema ancora molto attuale, specie in questo momento in cui la barbarie della televisione sta uccidendo il teatro” spiega il regista Maurizio Panici che assieme alla compagnia (pi di venti tra attori e tecnici) gi ad Orvieto per mettere a punto lo spettacolo. Quasi una Prima nazionale quella di sabato prossimo, se si considera che l’allestimento riprende la propria tourne per la prima volta quest’anno al Teatro Mancinelli, dopo il debutto dello scorso anno. Sospeso tra favola e realt, “I Giganti della montagna” narra le avventure di una compagnia di teatranti, guidati dalla contessa Ilse, in cerca di un pubblico che non resti indifferente alla favola che verr rappresentata. Come in un gioco di teatro nel teatro, il racconto scivola tra il surreale e il visionario, tentando, seppur con pirandelliano disincanto, di far incontrare la poesia ed il sogno. I teatranti idealisti giungono alla villa del mago Cotrone e dei suoi Scalognati, folli straccioni che vivono felici fuori da ogni regola e schema. L’ospitalit di Cotrone (nei cui panni Mariano Rigillo) segna l’inizio di una confessione reciproca dei due gruppi, nell’attesa dell’arrivo dei Giganti, ovvero dei potenti della terra che, cinici e invincibili, assisteranno alla rappresentazione, pronti a sconfiggere la poesia e l’arte con una risata di beffa. Lo spettacolo si preannuncia molto interessante anche per l’originale impianto scenografico firmato da Alessandro Chiti.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità