cronaca

Ad Acquapendente altre sette persone positive

lunedì 23 marzo 2020
Ad Acquapendente altre sette persone positive

Sette nuovi casi ad Acquapendente. Sei le famiglie colpite. Lo rende noto il sindaco Angelo Ghinassi con un messaggio alla popolazione: “Dobbiamo informare la cittadinanza che purtroppo ad Acquapendente sono stati riscontrati altri 7 casi di persone positive al Covid-19, che si aggiungono ai 3 precedenti. Complessivamente perciò abbiamo raggiunto il numero di 10 persone positive al virus, dislocate in 6 nuclei familiari.

Tutte le persone sono in osservazione sanitaria presso le loro abitazioni e stiamo collaborando con la Asl per individuare tutti i possibili contatti, in modo da mettere in atto le misure di prevenzione necessarie. Nessuna delle persone individuate presenta al momento una sintomatologia particolarmente grave. Si agisce secondo le procedure cercando di salvaguardare la salute di tutti”.

I medici di famiglia aquesiani, intanto, ufficializzano un importante avviso per la cittadinanza: "Vista la rapida diffusione del virus si avvisano i pazienti che fino a nuova comunicazione saranno applicate le seguenti regole:

1) Non aspettare in sala d’attesa ma fuori e aspettare che il paziente precedente sia uscito prima di entrare;  

2) Per le richieste di medicinali si prega di richiederli telefonicamente durante gli orari di ambulatorio o tramite messaggio WhatsApp (messaggio di testo, non vocale) e il medico concorderà la modalità di consegna della ricetta;

3) Si prega di venire in ambulatorio solo per urgenze indifferibili;

4) Se accusate sintomi respiratori/influenzali non venite in ambulatorio ma contattate telefonicamente il vostro medico o chiamate i numeri dedicati all’emergenza Covid-19: 800.118800 - 1500 112 o 118 soltanto se strettamente necessario. Si ricorda che il virus è altamente contagioso e ha un’alta percentuale di complicanze nei pazienti con più di 65 anni.

Attualmente non esistono né vaccini né terapie specifiche, l’unico modo per combatterlo è stare a casa. Queste nuove regole servono per evitare assembramenti e per evitare il più possibile gli spostamenti. Chiediamo agli utenti, se ne sono a disposizione, di entrare in ambulatorio con guanti e mascherina".

 

Commenta su Facebook