cronaca

Covid-19. Altri due casi positivi a Città della Pieve

giovedì 19 marzo 2020
Covid-19. Altri due casi positivi a Città della Pieve

Il sindaco di Città della Pieve, Fausto Risini, ha ricevuto ufficiale comunicazione di altri due casi positivi al Covid-19 nel Comune da lui amministrato. Entrambi hanno contratto il virus in ambito lavorativo fuori regione e si trovano già in quarantena. "Come ho ribadito, nei giorni precedenti - spiega il primo cittadino - la maggioranza dei pievesi hanno ben compreso la gravità di ciò che sta accadendo e di conseguenza hanno dimostrato, fin da subito, di essere ossequienti alle disposizioni normative emanatane ed alle regole che, come comunità, abbiamo il dovere di rispettare scrupolosamente.

Mio malgrado, devo dire che una piccola parte no, nonostante tutto continua ad approcciarsi con troppa superficialità alla battaglia che ci troviamo a combattere come Comune, come Nazione e come Pianeta! Questo mi addolora non poco, perchè in questi giorni estremamente difficili ho bisogno di voi, di ognuno di voi, perchè è il singolo a fare la differenza nella possibilità di isolare il virus.

Vogliamo tutti uscire da questa situazione il più presto possibile, io per primo, allora aiutatemi e soprattutto aiutate la nostra comunità. State a casa! Un solo componente del nucleo familiare va a fare la spesa, una spesa importante che duri più giorni e quando uscite dal supermercato possibilmente non gettate i guanti monouso lungo i cigli delle nostre strade!
Questo è un momento che dovrebbe portarci ad accrescere il senso di responsabilità e rispetto per la nostra comunità e per il nostro territorio e non un momento di egoismo e menefreghismo.

Le passeggiate ci sono permesse, ma devono essere effettuate e riconosciute come eccezionalità, da evitare. Piccole passeggiatine intorno casa vostra, da soli e solo quando veramente necessarie. Questa battaglia, dal nemico invisibile e subdolo, non è uno scherzo e chiedo il vostro supporto, se vedete qualcuno che contravviene alle regole o se vedete assembramenti chiamate immediatamente i nostri vigili e le forze dell'ordine affinchè possano intervenire tempestivamente".

Commenta su Facebook