cronaca

Traffico internazionale di stupefacenti, arrestato con oltre 3 chili di droga

mercoledì 9 gennaio 2019
Traffico internazionale di stupefacenti, arrestato con oltre 3 chili di droga

L’ultimo giorno dell’anno è stato fatale per un cittadino di origini bulgare, stanziato a Terni, a cui i militari specializzati nelle attività antidroga del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Perugia hanno sequestrato più di 3 chili di sostanze stupefacenti, tra marijuana ed ecstasy, destinate a rifornire il comprensorio proprio in occasione delle festività natalizie. Il servizio ha avuto origine da un’attività investigativa, attraverso la quale è stato possibile, grazie anche ai rapporti di collaborazione con altre Forze di Polizia estere e con il coordinamento della Direzione Centrale Servizi Antidroga, intercettare l’arrivo, in territorio nazionale, di una spedizione aerea contenente droga.

In tale contesto, sotto la direzione dell’Autorità Giudiziaria di Terni, è stata attivata una speciale procedura di cooperazione transnazionale finalizzata all’esecuzione di particolari operazioni di polizia, con il fine di individuare i responsabili del traffico internazionale di stupefacenti. È stato, quindi, predisposto un dispositivo nell’ambito del quale le Fiamme Gialle di Perugia hanno proceduto al recapito di un voluminoso plico in arrivo dall’estero e contenente lo stupefacente sequestrato. All’atto della consegna, e previa accettazione della spedizione, il destinatario è stato arrestato in flagranza di reato per traffico internazionale di droga e, dopo le formalità di rito, associato presso la Casa Circondariale di Terni a disposizione dell'Autorità Giudiziaria alla stessa sede.

Il carico intercettato è di valore economico rilevante, considerato che avrebbe consentito il confezionamento di circa 24 mila dosi, per un introito complessivo di oltre 160.000 euro, ma, soprattutto, di elevata pericolosità in relazione alla consistente parte di ecstasy, droga pesante con effetti psico-attivi, di largo consumo tra gli adolescenti. L’intervento fa registrare, ancora una volta, la diffusione di un fenomeno connotato da forte disvalore e pericolosità sociale che pone in grave pericolo la salute pubblica, soprattutto dei più giovani, tipicamente e maggiormente esposti al rischio di assunzione di sostanze stupefacenti. L’impegno del Corpo nello specifico comparto, pertanto, viene espresso, sempre, ai massimi livelli, come testimonia l’attività di servizio condotta in quest’ultimo periodo di feste natalizie, che rappresenta solo uno dei numerosi interventi posti in essere sul territorio perugino e dell’intera Regione Umbria.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 marzo

Gli affreschi restaurati del Pastura, i progetti nel nome di Livio Orazio Valentini

Liceo Classico, Livia Racanella finalista alle Olimpiadi di Italiano

A Palazzo Simoncelli, al suono dei Notturni di Chopin

La Zambelli Orvieto ritrova tre punti contro Olbia ed è ottava da sola

Avviso d'asta pubblica per l'alienazione di reliquati stradali di proprietà del Comune

Orvietana sottotono, dominata dal Cannara

L'Arci sarà il soggetto che aiuterà il Comune a progettare lo Sprar

Nuova vita per la Biblioteca. Riorganizzato il catalogo, aperto il sito web e programmato un calendario di eventi

Approvata la proposta di adesione a "I Borghi più belli d'Italia"

Nuova illuminazione. Lattanzi: "Valorizza il borgo antico e migliora la sicurezza"

Nel Lazio arriva il Distretto tecnologico per i beni e le attività culturali

"Il CdA di TeMa si sta faticosamente, ma consapevolmente, impegnando"

Il Lions Club promuove l'orientamento con la Scuola Carabinieri Forestali

Può l'intelligenza artificiale superare quella umana? Se ne parla all'Unitus

Rifiuti Umbria, giallo delle osservazioni degli Amici della Terra sparite in Regione

Via alla campagna "Progetto Mimosa". Nelle farmacie umbre un aiuto per le donne vittime di violenza

"Pulizie di Primavera" con il Comitato spontaneo "21 Marzo 2018 - Puliamo Viterbo"

Nebbia

Ortensia

Londra

"La donna per la musica" nella Sala Aldo Capitini

Art Bonus, in Part Bonum. Alla ricerca del Mecenate (del Tempo) perduto

Attestato di solidarietà all'appuntato Franco Scopigno per aver salvato una donna