cronaca

A cento anni dalla Grande Guerra, Saturnia riporta in vita il suo monumento

domenica 4 novembre 2018
A cento anni dalla Grande Guerra, Saturnia riporta in vita il suo monumento

Il monumento ai caduti di piazza Vittorio Veneto di Saturnia è tornato a vivere. In occasione del centenario della fine della Prima Guerra mondiale, come annunciato, domenica 4 novembre, è stato riconsegnato alla comunità di Saturnia e alla memoria collettiva la scultura commemorativa restaurata per mano di Debora Colonnesi, la quale ha rimesso a nuovo le scritte dei nomi sulla lapide.

La pulizia è stata curata dalla ditta Caldini che si occupa proprio di riportare alla luce opere antiche e di salvaguardare monumenti storici. Il monumento è stato corredato da una targa e da cippi di travertino, realizzati dalla ditta “La Marmifera” dei fratelli Nesti, sui quali poggiano due canne di cannoni della seconda guerra mondiale, ritrovati nelle campagne di Saturnia dal cittadino Fernando Tizzi.

“Per me si è realizzato un sogno – ha detto Tizzi – vedere dopo tanti anni queste canne di cannone avere una giusta collocazione. I cannoni e le canne furono abbandonati dai tedeschi in mezzo ai campi, nel 1944, dopo un attacco degli americani e furono fatti esplodere affinché nessuno potesse più riutilizzarli. Un segno, un messaggio importante: quello che le armi non vengano mai più utilizzate e che la guerra non venga più fatta”.

“Qui la vittoria è vivente” è la frase incisa sul monumento che “sta a ricordare a tutti i cittadini – afferma il vicesindaco di Manciano, Luca Pallini - come tutti coloro che hanno perso la vita e tutti i soldati dispersi hanno combattuto per lasciarci un posto migliore in cui vivere e ora sta a noi mantenere ciò che ci è stato lasciato.

Questo monumento ha proprio questo significato: ci ricorda che abbiamo ereditato una bella responsabilità quella di perseguire la pace e rispettare il prossimo. Ringrazio tutti coloro che si sono adoperati affinché il monumento potesse essere riportato al suo originale splendore, proprio in questa ricorrenza”.

Alla cerimonia presente la banda della filarmonica Amilcare Ponchielli. “Il monumento – ha spiegato il maestro Graziano Petreni - è stato riportato alla luce per dare un messaggio ai giovani, quello di vivere nel segno della pace. Tra l’altro – continua ancora Petreni – questo monumento ha anche un valore artistico, oltreché storico.

Infatti, fu realizzato per mano di scalpellini di Rapolano Terme e grazie alle importanti decorazioni, fu inserito tra i 100 monumenti dedicati ai caduti tra i più importanti d’Italia”. Fino agli anni ’70 – conclude Petreni – durante la cerimonia per ricordare i caduti veniva letto il bollettino della vittoria. Riproporre ai ragazzi certe tradizioni significa fare luce sul loro futuro”.

“Quest’anno – parla il sindaco di Manciano, Mirco Morini – la celebrazione, oltreché a ricordare il centenario, ha un sapore diverso. Tutte le frazioni di Manciano hanno celebrato questa giornata ma a Saturnia è stata data una seconda vita a un monumento che per noi simboleggia la pace. Grazie all’amministrazione comunale che si è impegnata a portare avanti questo progetto, grazie ai cittadini che hanno creduto nell’importanza dei reperti storici come simbolo di pace, oggi Saturnia, dopo tanti anni, riporta allo splendore il monumento, celebrando così, il centenario e i suoi caduti”.

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 aprile

"Gli Ordini mendicanti e predicatori nella Diocesi di Orvieto-Todi: la povertà come ricchezza"

Anche la Compagnia delle Lavandaie della Tuscia alla Sagra dell'Aparago Verde

Alla Festa della Birra Artigianale di Piazza del Popolo, anche "I Fritti della Castellana"

"Una birra per piacere, senza sballo si può". Se ne parla con Cittaslow e A.Ge.

"Occhi sulla Luna. Un omaggio al nostro satellite naturale"

Soffiava il vento

Nei weekend estivi, i giovani del Servizio Civile aprono la Torre e il Palazzo Comunale

"Diversità e integrazione" a Rocca Ripesena, in festa per "Il Paese delle Rose"

Il Palio dei Comandi ai runners della Scuola Sottufficiali dell'Esercito

Guasti alla linea telefonica, è possibile contattare il Comune da Facebook

La Zambelli Orvieto volta pagina, la semifinale comincia a San Giovanni in Marignano

Per "Parrano Feudo 900" iniziativa con le scuole dell'Alto Orvietano a "La Badia" di Ficulle

Festa della Liberazione, pomeriggio di iniziative alla Fortezza Albornoz

La Corte dei Conti accerta il ripiano finanziario e la conclusione del Piano di riequilibrio pluriennale

"Claudia Giontella, una archeologa e la sua dialettica del territorio"

Match point al PalaPorano per la Vetrya Orvieto Basket

Cinema Teatro Turreno, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia dona l'immobile a Comune e Regione

Per "San Pellegrino in Fiore", sei visite guidate tra chiese, fontane e palazzi

Chiusura temporanea del casello autostradale di Orvieto per lavori di pavimentazione

Inaugurato il Polo tecnologico per l'Umbria dell'Università Internazionale Uninettuno

Caso discarica, ancora 10 giorni. Italia Nostra contesta la Soprintendenza

Il direttivo Fisar si rinnova: 5 su 7 sono nuovi consiglieri, Amilcare Frellicca nuovo delegato

Disabilità, le famiglie in presidio sotto il palazzo della Regione

Venticinque secco al Lotto

Orvieto FC, prima vittoria per le ragazze del calcio a 11. Big match contro il Ciconia

Punture di vespe, "l'Ospedale è in grado di affrontare con efficacia queste situazioni"

'Sette giorni di... vini nella provincia di Terni'. Dal 24 al 30 aprile degustazioni con prelibatezze a Orvieto, Ficulle, Amelia e Terni

Il programma della manifestazione

'Umbria, verde rinascita dell'italico vino': convegno giovedì 26 aprile

Il Team Eurobici Orvieto si fa onore alla ‘10° gran fondo dei Colli Albani’

Soddisfazione dello SDI per Ségolène Royal candidata alle presidenziali francesi. Lo segnala il consigliere provinciale Marinelli

Supera le 179 mila adesioni la raccolta firme per la Legge di iniziativa popolare per la tutela e la gestione pubblica dell’acqua. Obiettivo: 500 mila firme per dare più forza alla proposta di legge

Convegno del Centro studi Gianni Rodari venerdì 27 aprile: 'La mente scientifica - Come fare Scienze a scuola'

Ripartito il fondo regionale 2007 alle Comunità montane. Oltre 535 mila euro alla Monte Peglia e Selva di Meana

All'insegna del rinnovamento nominata la nuova segreteria dell'Unione Comunale DS Orvieto. I FORUM CIVICI altro elemento di novità

Villa San Giorgio in cantiere. Pronti tra 450 giorni la nuovissima Residenza Protetta e il Centro Riabilitativo

Voci su un'ipotetica cava di basalto in località Biagio: un'interpellanza del consigliere Imbastoni per saperne di più

Contraddittorio educare gli studenti al riciclaggio e al mangiar sano e farli mangiare con stoviglie di plastica. Perché non si installa una lavastoviglie all'Ippolito Scalza?

Bella affermazione per l'orvietano Gian Marco Fusari, vincitore del Premio Nazionale Musica d'Autore