cronaca

Umbro-Casentinese ridotta a un colabrodo. Lettera aperta di un gruppo di lavoratori

martedì 6 marzo 2018
Umbro-Casentinese ridotta a un colabrodo. Lettera aperta di un gruppo di lavoratori

E' firmata "un gruppo di lavoratori" la lettera aperta con cui alcune persone che ogni giorno si trovano a percorrere il tratto di strada provinciale Umbro-Casentinese, da Montefiascone al confine con la Regione Umbria - tratto di competenza della Provincia di Viterbo - lamentano le pessime condizioni dell'arteria. "Scriviamo - spiegano - per parlare delle condizioni dell’asfalto dopo aver danneggiato più volte pneumatici e cerchi dell’auto.

Vogliamo mettere a conoscenza di tutte le persone che ogni giorno percorrono questo tratto, delle condizioni pietose in cui versa il manto stradale, con la speranza che questa lettera arrivi sulle scrivanie degli amministratori competenti, e che questi prendano provvedimenti, mettendo in sicurezza la strada e chi la percorre.

Infatti, per la gran parte del tratto, l’asfalto è distrutto, in particolare all'altezza della zona industriale "Le Guardie", davanti allo stabilimento "Alta", e prima del distributore ICM – dove il Comune di Bagnoregio ha installato un autovelox – si sono aperti numerosi crateri, chiamarle buche sarebbe un eufemismo, che rendono pericoloso avventurarsi per questa strada.

Tra l'altro, quando piove l'acqua è fuori controllo, le cunette sono inesistenti e di conseguenza un fiume si riversa direttamente al centro della strada, mettendo a serio rischio la vita di tutte le persone che percorrono il tratto.  Il problema non è nuovo, infatti non è soltanto a seguito dell’abbondante nevicata degli ultimi giorni che si sono aperti vari crateri.

Dagli uffici provinciali ci è stato comunicato che il tratto dovrebbe essere asfaltato di nuovo a partire da aprile, ma nel frattempo la situazione è a dir poco disastrosa, ed ogni giorno viene messa in pericolo l’incolumità di tutte le persone che viaggiano, che si incrociano lungo la strada, costrette ad effettuare uno slalom tra i crateri e quindi ad invadere spesso la corsia opposta.

Speriamo seriamente che qualcuno prenda in considerazione il caso e che quanto prima vengano avviati dei lavori di manutenzione straordinaria per permettere a tutte le persone di circolare in totale sicurezza, e soprattutto che non ci si limiti a tappare questi crateri con del catrame a freddo, che ad ogni pioggia salta via rendendo inutile ogni tentativo di riparazione".

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio