cronaca

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

giovedì 18 febbraio 2016
Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Un "incremento quantitativo della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione". E' quello che secondo fonti Ansa emerge dal numero di ricorsi che si è trovato a fronteggiare il Tribunale amministrativo regionale dell'Umbria. I fascicoli sono passati infatti dagli 861 del 2014 ai 1004 del 2015, con un incremento quantitativo del 17% circa.

A sottolinearlo il presidente del Tar dell'Umbria, Raffaele Potenza, nella relazione con cui ha aperto la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario 2016. Alla presenza di numerose autorità regionali, tra le quali le presidenti della Regione, Catiuscia Marini e dell'Assemblea legislativa, Donatella Porzi.

Sempre secondo quanto emerge dalla relazione, di questi ricorsi, 476 nel 2014 e 611 nel 2015, hanno proposto giudizi di ottemperanza a sentenze del giudice ordinario sull'applicazione della legge Pinto (risarcimenti per l'eccessiva durata del processo).

 

Commenta su Facebook