cronaca

Parigi: “Una notte di paura e commozione” il racconto dell'orvietano Gianmarco Fusari

sabato 14 novembre 2015
di Gabriele Anselmi
Parigi: “Una notte di paura e commozione” il racconto dell'orvietano Gianmarco Fusari

“Stiamo tutti bene, tutto ok”. Un post rassicurante scritto all’una di quella terribile e tremenda notte di Parigi. Gianmarco Fusari, orvietano, musicista, vive a Parigi insieme a Cristiana Croci, e anche suo fratello vive nella capitale francese.

Quando è scoppiato l’inferno Gianmarco si trovava in una zona a poca distanza dal teatro Batalcan. “Cristiana era a casa - racconta da Facebook, Gianmarco Fusari (nella foto in basso) -, io mi trovavo in zona République, a poca distanza dal Bataclan. Ho capito che c'era qualcosa che non andava dal frastuono assurdo delle sirene che in un attimo ha investito tutta la zona della piazza. Poco dopo ho letto le prime notizie tramite il mio cellulare e ho deciso di andare a casa di mio fratello, che vive anche lui a Parigi, poco distante da Place de la République. E lì sono dovuto restare a dormire, dato che per tornare a casa avrei dovuto attraversare la zona degli attacchi ed era impossibile”.

Una situazione difficile da raccontare oltre alla cronaca. Intrisa di sensazioni e paure difficili anche da dimenticare. “Appena compreso quello che stava accadendo - continua Gianmarco - ci siamo subito accertati se i nostri amici, le persone già care stessero bene. Questo è stato il primo istinto, al quale si aggiungeva paura, commozione e vergogna”.

Perché vergogna? “Vergogna - riprende Gianmarco - perché in qualche modo mi sentivo in colpa di stare lì, tranquillo sul letto a seguire le notizie, mentre a poche centinaia di metri di distanza, negli stessi luoghi che anche io frequento regolarmente, si procedeva a giustiziare dei ragazzi dentro a un locale. È un sentimento strano, irrazionale forse, ma che ieri sera era potentissimo, almeno per me. È anche stamattina, in parte”.

Sensazioni, che però, devono confrontarsi con una realtà di una città simbolo dell’integrazione e che ora si interroga sul proprio futuro. “Il tutto”, racconta infatti Gianmarco analizzando il rapporto delle sensazioni con la realtà quotidiane, “sulla base di una certa consapevolezza del fatto che sappiamo che Parigi è forse la capitale europea più a rischio. Alla fine, non mi ha nemmeno troppo sorpreso”.

“Anche stamattina - continua - non vedevi in giro delle facce incredule o terrorizzate. Una tranquillità assoluta. Qui il seme dell'islamismo intrecciato all'emarginazione di certe banlieue (tanto per dire) è un problema ben conosciuto, che viene affrontato quotidianamente, e non soltanto in casi speciali. In questo senso, mi sento di dire che non credo sia stato quello che è stato l'11 settembre per gli americani. Non sapessi quello che è successo, direi che oggi è un sabato mattina assolutamente ordinario”.

“Facendo un discorso meramente concreto” dice Gianmarco Fusari immaginando cosa potrà accadere nei prossimi giorni a Parigi e come si affronterà il cosiddetto ritorno alla normalità: “I prossimi giorni e settimane saranno sicuramente complicatissimi. Già dopo Charlie Hebdo, che in qualche modo, seppur nella sua drammaticità, era stato un attacco mirato, la città era cambiata molto. Lo si percepiva facilmente, e i continui controlli e gli agenti di guardia ai punti sensibili lo certificavano. Queste misure non erano mai cessate. Figuriamoci dopo un attacco indiscriminato contro la popolazione civile come questo”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 maggio

Uniti nel ricordo di Alessio Papini, a dieci anni dalla scomparsa

"Il Comune non può scaricare su di noi i problemi nel gestire trasporto e accoglienza dei turisti"

"Quante bugie sul rifacimento della Strada dell'Arcone!"

Trentacinque giovanissimi scout all'Etruria Dragon

Alessandra Carnevali torna in libreria con "Il Giallo di Palazzo Corsetti"

Morte sul lavoro, i sindacati incontrano l'azienda. "Collaborazione in attesa del resoconto delle indagini"

Denunciate due trentenni, ad Orvieto nonostante il divieto di ritorno

Energia elettrica interrotta per lavori nel centro storico

Iscrizioni aperte per il Centro ricreativo estivo. C'è tempo fino al 1° giugno

Unione Europea, si riunisce il Comitato sorveglianza Por Fesr 2014-2020 e Fse 2014-2020

"OrAzione per il Corpus Domini" nella Cappella del SS. Corporale

Dieci metri sopra il cielo. Andrea Loreni sulla corda, come il funambolo de "La Strada"

SP 99 per Monterubiaglio chiusa per il ribaltamento di un rimorchio pieno di ghiaia

Incontro con l'Anpi per il tesseramento e la progettazione

Quinto Consiglio Comunale del 2018. In 8 punti l'ordine del giorno dei lavori

"Aree Interne Sud-Ovest Orvietano", iniziata la fase operativa per l'attuazione dei primi 38 progetti

Forum "Area Interna Sud-Ovest Orvietano". Nel racconto dei sindaci, la nascita della strategia

Castagnolo Orvieto Classico Superiore Barberani sul New York Times

"Destinazione Salci". Una giornata indimenticabile fa rivivere il borgo

Tre giorni di appuntamenti per la sesta Sagra della Porchetta

"Il marketing sui social". Seminario gratuito organizzato da "Orvieto per Tutti"

TeMa, botta e risposta in consiglio. Pino Strabioli prossimo all'ingresso nel CdA

Con Italia Nostra, nei luoghi etruschi e templari tra Bardano e Rocca Ripesena

Bagno di folla ad Acquapendente per i Pugnaloni. Al Gruppo Sant'Anna, l'edizione 2017

Bocciato dal Tar il bando sulla gestione dei servizi dei parcheggi. Minoranza: "Ennesima figuraccia della Giunta Germani"

Unitre, eletto il nuovo direttivo. Alla prima riunione, la formalizzazione degli incarichi

Palermo chiama Italia...e il "Dalla Chiesa" risponde: "Presente!"

La Scuola Primaria di Orvieto Scalo festeggia...al sicuro

Dedicata delicata

Parte a ottobre la terza edizione di Master Luce in comunicazione territoriale per lo sviluppo turistico

"Todi Fiorita", si chiude nella luce e nella musica l'edizione 2017

Settima edizione per "Venerdì Orvietani in Ostetricia e Ginecologia"

Giardino, una sera

"Armonie Solidali". In scena al Teatro Boni uno spettacolo musicale di beneficenza

Due giorni di appuntamenti a Torre Alfina nel nome di San Bernardino

La radioattività naturale dell'Umbria: presentato lo studio della Regione e dell'Istituto nazionale di fisica nucleare

Servizi scolastici di mensa e trasporto. Aperte le richieste per il nuovo anno 2017/2018

Nuovo dirigente alla Squadra Mobile di Terni, arriva il commissario capo Davide Caldarozzi

Riconoscimento nazionale per Francesco Barberini. La LIPU premia l'aspirante ornitologo

I due finalisti di AmaTeatro 2017. Ad autunno le finali al Mancinelli

Edilizia: mobilitazione dei lavoratori umbri per pensioni, lavoro, contratto e ricostruzione

Delegazione cinese in visita alla Provincia. Incontro su istituzioni, trasparenza e controlli

Università USA al Centro Studi: il console generale saluta l'avvio della Summer School

Al Palazzo dei Sette va in mostra la "Pittura Ermeneutica" di Pier Augusto Breccia

Nove giorni di dolci tentazioni con I Gelati d'Italia 2017

"Lea Pacini ed il Corteo Storico: quando a Orvieto sfila la Storia", tutti i premiati

In archivio la sesta "Giornata dello Sport". Basket, tennis, pallavolo e calcio per gli alunni della scuola primaria

Guardea Paese Cardioprotetto. Tra la scuola e il campo da calciotto, arrivano defibrillatore e teca

"San Sebastiano in Festa", seconda edizione. Cultura, enogastronomia e Palio del Carciofo

La scuola Giovanni XXIII di Fabro tra i premiati regionali del concorso "Play Energy Enel"

Tre giorni per visitare e conoscere i Nidi Comunali

Corso di compostaggio domestico a Sferracavallo promosso da Cosp Tecno Service e Comune

L'Asds Majorana va alla scoperta dei sentieri dislocati intorno al Castello di Corbara

Nella Sala delle Muse di Palazzo Corgna, apre la mostra "Mia"

Gli alunni dello Scientifico devolvono alla Chianelli il premio di "Lettura Dantesca"

La Azzurra Orvieto e coach Romano ancora insieme

Morto in Ospedale, medici prosciolti

“Vanno bene i campi di calcio, ma almeno pulite le aree per bambini”

"Ludi alla Fortezza", svelato il programma. Tre giorni a tutto Medioevo