cronaca

Emergenza a Orvieto Scalo tra prostituzione e degrado. I cittadini cominciano ad avere paura: "Fate qualcosa non lasciateci soli"

mercoledì 20 agosto 2014
di G. An.
Emergenza a Orvieto Scalo tra prostituzione e degrado. I cittadini cominciano ad avere paura: "Fate qualcosa non lasciateci soli"

“Non ne possiamo più, vivere a Orvieto scalo non è più sicuro o i politici fanno qualcosa oppure va a finire che il quartiere scompare”. La voce dei residenti storici di Orvieto scalo è preoccupata, tra ragazze che si prostituiscono ai giardini comunali, furti costanti e negozi che declino di trasferisti, ormai il primo quartiere nato ai piedi della Rupe rischia veramente di diventare un’emergenza.

Le persone hanno voglia di parlare, ma non di farsi riconoscere. Già questo la dice lunga sullo stato d’animo che regna nella zona dei giardinetti, di piazza del Commercio e della Stazione Ferroviaria. “Abito qui da quarant’anni e quello che vediamo oggi non lo abbiamo visto mai - dice una settantenne casalinga -. Vengo da tanti anni al mercato, quasi tutte le settimane. Un tempo d’estate s’incontravano ragazzini e famiglie che giocavano ai giardini, oggi ci sono solo persone anziane e soprattutto ci sono tanti stranieri. Non abbiamo niente contro gli stranieri, ma ho qualche amica che vive al Borgo e mi racconta cose che a volte stento a crederle”. Tentiamo di sollecitare la signora a farsi fare una foto per dare forza alle sue parole, ma a quel punto corre via: “Per carità, la foto, poi mi riconoscono e non sai mai come va a finire”.

Che cosa succederà mai in questo benedetto giardino pubblico? Basta aggirarsi per le bancarelle del mercato e origliare qualche discorso dei gruppi di anziani. Ieri mattina - 19 agosto 2014 - l’argomento era questo: “Le hanno arrestate tutte e due” dice uno, “Ma davero” risponde l’altro. “Ma che arrestate, gli hanno dato il foglio di via” si inserisce un altro. “Ma quall’erano?” riprende l’amico. “Come qual’erano - risponde l’altro - quelle che giravano qui la mattina. Non te ce sei mai trovato? A coso (in realtà hanno fatto dei nomi ben specifici ndr) j’avevano fatto partì la capoccia, c’avrà speso tutta la pensione”.

La situazione viene confermata da tutte le forze dell’ordine, tanto che i servizi delle ultime settimane dimostrano come Carabinieri e Polizia vogliono stringere il cerchio sul giro di prostituzione che c’è a Orvieto Scalo. Nonostante pochi giorni fa ci sono stati i controlli dei militari dell’arma al parcheggio della stazione, basta fare un giro per capire che quelle ragazze che camminano lungo il viale, nella zona vicina al parcheggio dei pullman dell’Atc non aspettano l’arrivo delle giostre. Basta far finta di rallentare che subito la loro attenzione si rivolge verso un eventuale cliente e non ci mettono tanto a chiamare da lontano.

Lasciamo il parcheggio della stazione e proseguendo incontriamo un uomo, al quale diciamo di essere di Orvietonews e stiamo conducendo un’inchiesta sul degrado di Orvieto scalo. “Bravo” risponde d’impatto. Ci dice qualcosa? Le possiamo fare una foto? Alle nostre domande si irrigidisse, tentiamo di convincerlo a parlare e lo fa soltanto a patto di mantenere l’anonimato. “Sono cresciuto allo Scalo e qui vivo con mia moglie e i miei due figli, un maschio di 8 anni e una femmina di 13” racconta il quarantenne. “Faccio spesso la spesa al Superconti - dice - dove ho letto proprio sul vostro sito della denuncia delle due ladre. Con i miei figli veniamo spesso ai giardini. Io stesso passo qualche ora al bar durante la settimana. Mi moglie frequenta quotidianamente la zona. Ho dei parenti che vivono al Borgo. Diciamo che negli ultimi anni la situazione è andata a peggiorare, specie da quando hanno chiuso la caserma dei carabinieri. Ora non si vedono mai le forze dell’ordine e strani gruppetti di persone sono ormai in ogni angolo. Al Borgo penso che non debba essere io a raccontarvi cosa succede, lo potete benissimo immaginare. Ma ormai è tutto un “borgo”. Ai giardini della rotonda in determinate ore della giornata non possiamo più andarci. C’è un giro di prostituzione costante e se devo dirla tutta le ragazze mi sembrano troppo giovani. E non pensate che siano solo straniere. Dopo che la Coop si è trasferita la zona si è spopolata. So che ora anche altri due negozi andranno via da piazza del Commercio. Per non parlare della Stazione Ferroviaria, è diventata un lugo dimenticato, chi arriva con il treno penso che solo all'impatto che ha con la stazione vorrebbe già andare via. E' sporca, priva di servizi e la notte è un lugo veramente pericoloso. Non so veramente cosa rimarrà di Orvieto scalo. Quando ero giovane . ricorda l'uomo - era un posto dove si viveva bene, ora siamo veramente combattuti se rimanere qui o vendere la casa e trasferirci altrove, anche per difendere i miei figli. Quando escono di casa e dicono, andiamo ai giardini, non nascondo che io e mia moglie abbiamo paura. Ve lo ripeto, fate bene a fare queste inchieste, almeno i politici si rendono conto dello stato in cui versano i quartieri della città. Soprattutto si devono rendere conto i vertici dei Carabinieri che hanno chiuso una caserma lasciando tanti cittadini senza un presidio di sicurezza”.

Le parole di queste persone pesano come macigni sulla vivibilità di Orvieto scalo, ma come ogni situazione di disagio, probabilmente tutto può essere recuperabile a partire dalla riapertura di una caserma o di un presidio da parte dei carabinieri. Il comune in questo caso potrebbe agevolarne l’apertura fornendo dei locali pubblici. Chiaramente le cose non si fanno con la bacchetta magica, ma arrivati a questo punto è il caso di prendersi la responsabilità di un gesto di coraggio. Quel coraggio che Don Stefano Puri ha avuto qualche settimana fa nel denunciare pubblicamente che l’apertura di una nuova sala scommesse non è necessaria. L’amministrazione comunale si è mossa, ma non tutti lo sanno, forse sarebbe il caso di fare altrettanto, di prendere il coraggio a quattro mani e fare come Don Stefano, dire pubblicamente quello che si pensa. Orvieto scalo ne ha bisogno, soprattutto ne hanno bisogno i cittadini che cominciano ad avere paura.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 aprile

Nasce "Orvieto Cinema Fest". A ottobre, il Festival Internazionale di Cortometraggi

Un martedì da primato all'Unitre, con Roberto Abbondanza e Guido Barlozzetti

L'altare

Michele Fattorini, con l'Osella 1000, alla salita del Lago

La falce

"Di Lunedì". Incontri sul restauro nella Tuscia e conferenze allo Sma dell'Unitus

Nuovi interventi di pulizia a Ferento. Area archeologica aperta per il Ponte

"L'Abbazia Ortodossa di San Martino in Petroro è disconosciuta dalla Chiesa"

"Festa del Tesseramento" per la nuova Pro Loco con musica e merenda

Vetrya, microdosi di innovazione

Caccia alle location private per matrimoni e unioni civili, fuori dal Palazzo Comunale

La Uil primo sindacato alle elezioni delle Rsu al Comune di Orvieto

Fratelli d'Italia Orvieto aderisce al sit-in contro l'ampliamento della discarica

Anche Orvieto alla conferenza internazionale delle città italiane gemellate con Betlemme

Discarica "Le Crete", il sindaco di Orvieto conferma il No al progetto di rimodulazione

Tre giorni di festa nella Parrocchia di Fiore in onore di San Marco

Capriolo

Alla maniera di Oscar Wilde

Presentati "Umbria Jazz Spring" e "Cantamaggio Ternano"

Una ballata contro la sclerodermia. Serata di beneficenza a favore del Gils

"Asparagus Days". Musica e sapori per la 17esima Sagra dell'Asparago Verde

Sì del Consiglio Regionale alla riduzione dei vitalizi, risparmi per 900.000 euro

Leonelli (Pd): "Umbria Film Commission diventi fondazione di partecipazione"

Parlamentari della Lega alla manifestazione per dire no all'ampliamento de "Le Crete"

Elezioni Rsu pubblico impiego. "Grazie a tutti i lavoratori, il voto conferma la forza della Cisl"

Il Comitato Pendolari Orte e "il viaggio della speranza"

Rallentamenti sull'A1 tra Orvieto e Fabro per un incendio

Elezioni Rsu, Fp Cgil primo sindacato del comparto pubblico in provincia di Terni

Football US Terni Steelers, al via il girone di ritorno

"I Nuovi Bianchi", seconda edizione. Tre giorni di degustazioni al Palazzo dei Sette

Torna l'Antica Fiera delle Campanelle, fra tradizione ed eventi collaterali

PeoSchool, audizione degli studenti del Majorana sul programma di lavoro della Commissione Europea

Stop all'accattonaggio: il centro destra chiede un'ordinanza per arrestare il fenomeno

A una settimana dall'incendio, la Cgil dei vigili del fuoco denuncia: "Burocrazia dannosa"

Accordo storico tra Comune ed Enel per l'affrancazione dei terreni utilizzati dai cittadini

Il Corteo Storico festeggia 40 anni di attività. Pevarello: "Ci ha fatto conoscere in tutta Europa"

Incontro a Palazzo Bazzani tra Provincia e Fipav per il futuro del PalaPapini

Nuova seduta del consiglio comunale. Riconoscimento all'A.s. San Venanzo

Nebbia

Clown

Pd verso le primarie. Mozioni a confronto al Palazzo dei Sette

"San Giorgio, il drago e la rosa. Il culto di San Giorgio nel corso dei secoli"

Le Crete, la giunta regionale sollecita Arpa per l'utilizzo del georadar

Karate, chiusi i "giochi" per l'ingresso in nazionale Fik. Pronti per Dublino, 7 atleti della scuola Keikenkai

"Le raccomandate non consegnate si ritirano nell'ufficio postale più vicino "

Giornata della Rosa e del Libro, fine settimana a tutta cultura

"Dalla sicurezza integrata all'integrazione delle competenze in materia di sicurezza"

Il Comune aderisce ad FNSI per la liberazione del giornalista Gabriele Del Grande incarcerato in Turchia

Giornata delle "Vittime Incidenti sul Lavoro". Le cerimonie nell'Orvietano

Orvietani in gara alla Cronoscalata Camucia-Cortona

"Vite connesse: futuro digitale". Vetrya incontra gli studenti per il Premio "Alfieri del Lavoro"

Martina Escher felice per il traguardo raggiunto dalla Zambelli Orvieto

Sacripanti (GM): "Estendere la rete di distribuzione metano in località Strada del Piano"

Fondi in arrivo per la frana di Parrano. La soddisfazione dell'ex sindaco Tarparelli

Tentano il colpo al supermercato, messi in fuga dall'allarme

"Scuola Media Ippolito Scalza: quale futuro?". Incontro all'ex plesso Geometri

Aperte le iscrizioni per il Corteo Storico e il Corteo delle Dame 2016

Comune di Ficulle e Università di Perugia insieme per il marketing territoriale e turistico

Piero Villaggio si racconta a Pino Strabioli: "La mia vita all'ombra di un padre ingombrante"

Ggnagnarini replica a Olimpieri sul bilancio: "Si può rosicare del bene comune?"

Omicido Moracci: doppio ergastolo agli assassini. Consap: "Dalla Giustizia un messaggio forte di legalità"

"Accoglienza e misericordia nella Diocesi di Orvieto-Todi", 11esimo corso per volontari

Orvieto per tutti: "Raccolta differenziata, quale soluzione per il centro storico?"

Rimandato a data da destinarsi il concerto di Giovanni Guidi

Bartender live al S.Maria della Stella con l'associazione "Corpo dato per Amore"

Anas Umbria, affidati lavori manutenzione strade per 15 milioni in tre anni

"Primavera in Etruria", c'è la mostra mercato florovivaistica e dell'artigianato

Pubblicato il bando di concorso per giovani cittadini europei

Ritardo nella presentazione dei documenti contabili, la minoranza si rivolge al Prefetto

Torneo Nazionale di Burraco con l'Unitre dell'Alto Orvietano

Cecchini: "Differenziata e adeguamento impianti. Gli obiettivi vanno rispettati per garantire il servizio"

La disciplina della circolazione

Erbe infestanti, iniziata la manutenzione ordinaria. Interesserà anche il cimitero

"I Gelati d'Italia", svelato l'elenco dei gusti in corsa per il titolo

Provvedimenti relativi alla disciplina della circolazione stradale dal 23 aprile al 1 maggio

Un incidente stradale impedisce al maestro Falasconi di essere presente a Orvieto