cronaca

Il sindaco si rivolge al prefetto: "No alla chiusura del presidio polfer"

martedì 15 luglio 2014
Il sindaco si rivolge al prefetto: "No alla chiusura del presidio polfer"

Forte preoccupazione per la paventata chiusura del presidio di polizia ferroviaria di Orvieto. E' quella espressa dal sindaco di Orvieto Giuseppe Germani a nome dei primi cittadini dell’Orvietano e dei vicini Comuni del Lazio in una lettera indirizzata al prefetto di Terni Gianfelice Bellesini. Di seguito il testo integrale.

“Mi rivolgo a Lei, Signor Prefetto, anche a nome dei Sindaci dei Comuni del Comprensorio Orvietano e dell’Alto Lazio per rappresentarle la grande preoccupazione con la quale stiamo vivendo l’annunciata chiusura del presidio Polfer presso la stazione ferroviaria di Orvieto. Il provvedimento è inserito nel piano di revisione degli uffici della Polizia di Stato elaborato dal Ministero degli Interni e risponde ovviamente a criteri di risparmio della spesa pubblica. Le comunità locali però possono e devono rappresentare le conseguenze che l’adozione di questi provvedimenti comporta, non sempre completamente note e mai comunque discusse con gli amministratori locali che sono in grado, perché il territorio lo vivono nella quotidianità, di rappresentare un quadro più attinente alla realtà.

Nel precisare che noi Sindaci non poniamo la questione come ‘difesa di campanile’, sarebbe forse anche giustificabile ma non è nel nostro ruolo istituzionale, vorremo invece rappresentarle la nostra posizione come formale istanza affinché si possa avviare un confronto sulla obiettiva utilità del servizio svolto dalla Polfer di Orvieto e se ne valutino attentamente le conseguenze della eventuale soppressione. Tutto ciò affinché ella possa a sua volta sottoporle agli Organi Ministeriali e della Polizia di Stato competenti in materia. Di seguito le nostre considerazioni: la stazione ferroviaria di Orvieto è situata sulla linea ferroviaria storica Roma-Firenze (cd. Lenta) ed è interconnessa alla Linea Alta Velocità Napoli-Milano (cd. Direttissima) che è la più importante linea di comunicazione del Paese e rispetto alla quale Orvieto è in posizione baricentrica; la Città di Orvieto ha una forte presenza di turisti che per la quasi totalità transitano nella stazione ferroviaria, poiché presso la stazione c’è il parcheggio dei pulmann e i turisti utilizzano il sottopasso ferroviario da cui inizia il sistema della mobilità alternativa; molto forte è il fenomeno del pendolarismo (studenti e lavoratori) perché la stazione di Orvieto è utilizzata non solo dai cittadini residenti in Orvieto ma anche da numerosi cittadini dei Comuni del Comprensorio e dell’Alto Lazio; dopo le ore 21.00 e fino alle ore 6.00 del giorno successivo la stazione non è presidiata neanche dal personale di Trenitalia, avendo ormai eliminato il dirigente di movimento per l’intera giornata e il personale di biglietteria per il turno di notte; la stazione ferroviaria è, quindi, un luogo di grandissima frequentazione con scarso controllo che la soppressione del presidio Polfer renderebbe addirittura nullo; peraltro già ora si registrano episodi di microcriminalità e di vagabondaggio, nonostante gli sforzi delle poche risorse impegnate nel presidio Polfer.

La sua attenzione al nostro problema e il suo impegno per la migliore soluzione possono essere molti utili per mantenere quei livelli anche minimi di sicurezza di cui la collettività sente sempre di più il bisogno. Può contare sulla mia personale disponibilità e su quella degli altri colleghi Sindaci, per esaminare il problema e trovare soluzioni adeguate a tutela dei cittadini. Resto in attesa di ricevere un suo gradito cenno di riscontro, anche per informare gli altri Amministratori locali, e le porgo i miei migliori saluti”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 marzo

Semaforo mobile blocca il traffico sul Ponte dell'adunata

Comprensorio e Intercomunale del Pd pronti per le Regionali, ampio consenso su Galanello

Coppia di Ficulle vittima della truffa della casa di legno, i carabinieri denunciano due messinesi

La Conferenza permanente delle Donne Democratiche di Orvieto elegge portavoce Alice Leonardi

Il clero della diocesi di Orvieto-Todi in ritiro spirituale a Spagliagrano

Zambelli Orvieto: sarà una Coppa Italia di grande attrattiva

Un logo per Civita di Bagnoregio. Via al concorso di idee per realizzarlo

Polemica rientrata, la sala piccoli interventi dell'ospedale è operativa

Le iniziative a cura del Centro di Documentazione Popolare di Orvieto

Il Lions Club vicino al Gruppo Fai di Orvieto per le Giornate di Primavera

Rupe di Sugano. Entro fine estate, via agli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico

Nuova data per la tappa di Orvieto del tour "In strada con sicurezza"

Sacripanti (FdI-An): "Affidare quanto prima il Centro Congressi a soggetti esterni competenti"

Royale Confrerie Prestige des Sacres. Serata di beneficenza per sostenere la lotta contro il cancro

Sul palco di "Amateatro" è la volta di "Come d'Autunno"

La Farsiccia di Archeofood pronta a conquistare il San Giovanni di Orvieto

A Camorena le celebrazioni in ricordo del sacrificio dei Sette Martiri orvietani

"SNS Meeting" al Palazzo dei Congressi. Attività svolta e programmi di gestione e di sviluppo

Verso la candidatura del merletto italiano come patrimonio immateriale dell'Unesco

Cerimonia delle Candele e due nuovi ingressi per la Fidapa di Orvieto

Centrale a biomasse. Ancora un contributo per capire meglio

Perché aderire all’associazione Libera. Anche in Umbria occorre impegnarsi contro le mafie

Buoni frutti dall'impegno politico di Emily Umbria: molte le socie elette. Nell'immediato un'iniziativa politica il 7 aprile e la piena attuazione sul lavoro dei diritti per le pari opportunità

Settimana della Cultura: '...che il buon Dio ci faccia ritornare a casa sani e salvi e vincitori'. Lettere e cartoline di soldati della I guerra mondiale. All'Archivio di stato di Orvieto fino al 30 aprile

Settimana della Cultura: 25-31 marzo 2008. Domenica 30 Marzo visite guidate presso i tre Antiquarium Comunali di Baschi, Lugnano in Teverina e Tenaglie

Un voto a sinistra per una scelta di parte. Mercoledì 26 marzo incontro-dibattito con il candidato al Senato Giuseppe Ricci: ore 21 a Palazzo dei Sette

La valorizzazione della Tuscia passa per il Casello autostradale Nord. Soddisfazione di Assocommercio per il comune impegno dei Comitati dell'aeroporto di Viterbo e del Casello Nord

La Nuova Biblioteca Luigi Fumi si arricchisce della donazione Giuseppe Gadda Conti

Il Dottor Terrezza confermato direttore sanitario alla Divina Provvidenza di Ficulle. 600 firme a suo sostegno

Protestano i lavoratori dell'autogrill di Fabro chiuso per inagibilità. Summit in Prefettura per trovare una celere soluzione

Confagricoltura Orvieto chiede coinvolgimento e trasparenza sulla centrale a biomassa

Giovedì 27 marzo a Orvieto incontro alle 21 con Giampiero Bocci e Carlo Emanuele Trappolino. Altri incontri a Viceno, Castelgiorgio, Porano