cronaca

Emergenza neve. Baschi ringrazia cittadini, forze dell'ordine, tecnici, operai, protezione civile

venerdì 17 febbraio 2012

Anche a Baschi il sindaco sente la necessità, e il dovere, di ringraziare quanti, nell'emergenza neve dei giorni passati, hanno lavorato e offerto il proprio aiuto affinché il paese tornasse quanto prima alla normalità.

"In qualità di Sindaco del Comune di Baschi - dice il primo cittadino Anacleto Bernardini in una nota stampa - mi corre l'obbligo di ringraziare le decine e decine di concittadini che, attraverso un loro tempestivo e puntuale intervento hanno scongiurato pericoli per la circolazione veicolare e pedonale sull'intero territorio comunale.

L'emergenza maltempo, in questi ultimi 15 giorni, ha visto mobilitati (24 ore su 24, giorni feriali e festivi) tutti i dipendenti comunali esterni ed i mezzi disponibili per la rimozione del manto nevoso accumulatosi sulle strade e le vie sia del capoluogo, ma soprattutto di tutte le frazioni. Coordinati dal referente Tecnico Comunale geom Pieroni Francesco, i nostri vigili urbani e tutti gli operai hanno dato prova non solo di efficienza e competenza, ma di abnegazione e solidarietà veramente eccezionali, spargendo, tra l'altro, oltre 180 quintali di sale sulle nostre vie.

Sicuramente l'atipico evento non avrebbe potuto ottenere gli ottimi risultati raggiunti senza il meraviglioso apporto anche della Protezione Civile di Baschi che ancora una volta, ha evidenziato la sua disponibilità e la passione disinteressata dei suoi membri, messe al servizio di persone e luoghi cari a noi tutti. Il loro lavoro e le misure da tutti loro adottate hanno consentito di superare le numerose criticità quasi in tempo reale.

Garantita tutta la viabilità, garantiti rifornimenti di viveri e medicinali per gli anziani e le famiglie e case isolate dalla neve alta anche un metro. Garantiti il servizio per alcuni dializzati e per alcuni ricoveri ospedalieri. A nome di tutta l'Amministrazione e mio personale - conclude Bernardini - ringrazio vivamente anche quei privati e/o aziende che volontariamente, in alcune occasioni, hanno aiutato la PROCIV ed i nostri dipendenti a risolvere e superare le necessarie incombenze dei primi momenti dimostrando alto senso civico ed un impegno solidale che caratterizza la maggior parte dei nostri cittadini e che, certamente, servirà di esempio da seguire per future eventuali emergenze e per motivare ancor più le giovani generazioni che comunque ci osservano e ci giudicano. Grazie a tutti di cuore."

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 dicembre

Auguri in versi di Buone Feste dall'Unitre Orvieto

La sabbia, amore mio

I cigni

Noi ci svegliammo piangendo

Tra democrazia e demagogia

Zambelli Orvieto sensazionale, batte Ravenna ed è prima

L'Orvietana vince col Clitunno e mantiene il passo

Lucio Dragoni è il nuovo allenatore giallorosso. "Uomo di calcio e Maestro di calcio"

Con le corde, dentro il Pozzo della Cava, per il nuovo presepe-evento: "I Quaranta Giorni"

Sisma, firmata la convenzione Regione-Comuni. Si avvia l'Ufficio speciale per la ricostruzione

Ammissione ai collegi del mondo unito, riaperto il bando selezioneper gli studenti dei Comuni colpiti dal sisma

Castello di Alviano aperto per le feste. Visite al maniero e ai musei che ospita

Uisp Orvieto Medio Tevere, elogio ai giovani ambasciatori dello sport orvietano

L'Avis dona fondi per acquistare uno scuolabus per i bambini di Preci

A Perugia incontro pubblico su fare libri e lettori

Cespuglio di more

Verso le elezioni, due candidati per la presidenza. Tre liste per il consiglio provinciale

Ascensori di Via Ripa Medici in manutenzione, navetta sostitutiva fino a venerdì

I Borghi più belli dell'Umbria discutono di temi e progetti di sviluppo turistico

Lo Sportello del Consumatore, riflessioni su presente e futuro del servizio

La TeMa si aggiudica il bando Psr per sviluppo e commercializzazione del turismo

"Capodanno in Famiglia" al Santuario dell'Amore Misericordioso

L'Università della Tuscia è il primo Ateneo statale del Lazio e il settimo del Centro Italia per la qualità della ricerca