cronaca

E la festa continua...Primo bilancio di Orvieto Music Festival

martedì 23 agosto 2005
di Laura Ricci
Orvieto Music Festival è ormai nel vivo e nel cuore dell’evento e, per un primo bilancio, la nostra redazione ha incontrato alcuni membri dell’Agio, l’associazione che ne ha ideato l’attuazione e ne ha curato gli aspetti organizzativi: il presidente Moreno Nazzaretto, Luca Puzzuoli – che è anche amministratore della Multiservice meeting & eventi, e Alessandra Carnevali che, dell’Agio, cura l’Ufficio Stampa.
Positive le valutazioni di massima, con alcuni aggiustamenti da apportare alle prossime edizioni, come del resto sempre accade quando, da una prima edizione, con l’esperienza del primo evento si passa alle successive.

“Credo che la manifestazione dovrebbe coinvolgere maggiormente la città negli spazi – ci dice Luca Puzzuoli – ma la formula si conferma giusta. Le 1000/1500 presenze delle prime due sere non sono poche, specie considerando il tempo che finora non ci ha troppo assistito. Cinque giorni con una Piazza come questa (ndr Piazza del Popolo) aperta, con stand e concerti, si è rivelata una scelta vincente, che ha convogliato soprattutto quel pubblico giovane che, anche di qualche goccia di pioggia, non si fa un problema. E’ però vero che una manifestazione così dovrebbe avere una tempistica diversa, nel senso che dovrebbe cominciare il mercoledì e poi proseguire in ascesa fino al sabato e alla domenica, non il contrario; quindi, pur tornando a ringraziare il Comune di Orvieto per la grande disponibilità mostrata, speriamo di poter convincere, per le prossime edizioni, che potrebbe essere importante spostare in questi giorni il mercato per permettere a questo evento una modulazione migliore”.

“Sono molti quelli che si mostrano favorevoli alla Piazza sgombra – continua Alessandra Carnevali – Certo, c’è chi critica, non si può piacere a tutti… ma ci sono molti altri, anche gli anziani, che si dichiarano contenti di questa parentesi di vera e propria isola da abitare tranquillamente, magari anche con i bambini. Sì, ci sembra che le critiche siano molto minori, e forse pretestuose, rispetto ai commenti positivi. La cosa importante, a mio avviso, è che in tempi ristretti abbiamo organizzato questo evento; che abbiamo dimostrato, a quella fascia un po’ scettica che afferma che a Orvieto poco c’è o poco si fa di più libero e popolare, e che aspetta che sia sempre il settore pubblico ad agire, che, se si vuole, le cose si possono fare, mettendo in relazione il privato e il pubblico”.

E’ proprio su questa collaborazione tra pubblico e privato che insistono ancora sia il presidente Nazzaretto che Puzzuoli, in questa nuova concezione del fare e dell’organizzare, sulla quale in conferenza stampa ha calcato anche il vice sindaco Carpinelli, che dovrebbe sempre più affermarsi. “L’Agio – spiegano – è nata proprio con questo intento, quello di poter diventare un supporto dell’istituzione per eventi e iniziative nella città, nuovi come questo in corso o anche già consolidati. Senza ovviamente volerci sostituire ad altri soggetti che già operano in connessione con l’ente pubblico, vorremmo a nostra volta diventare interlocutori, per mettere a frutto sempre meglio e di più le potenzialità umane, professionali e anche economiche esistenti nella città. Invece di aspettare sempre la mano pubblica, gli imprenditori possono, e a nostro avviso devono, contribuire all’immagine della città e alla sua diffusione a vari livelli”.

”Certo – aggiunge Moreno Nazzaretto – sarà l’Agio a rischiare in proprio, ma a noi questo rischio piace e non è certo per guadagnare, ma piuttosto per passione e per contribuire alla vita cittadina che ci siamo messi in gioco. A questo proposito vorrei ringraziare ancora una volta tutti gli sponsor, piccoli e grandi, la stessa Akebia, Tra gli Etruschi, Pizzardi, la sorgente Tione, il ristorante Re Artù; ma, soprattutto, l’Aquila Bianca che ci ha offerto gratuitamente l’alloggio per gli artisti e lo staff, e in particolare la Banca del Credito Cooperativo Trasimeno e Orvietano che, in pochissimo tempo, ci ha concesso un consistente contributo che, per noi, è stato un vero toccasana. Vorrei sottolineare – aggiunge – che è un caso che finora abbiamo organizzato eventi tutti musicali; siamo pronti a collaborare a qualunque altro tipo di iniziativa, sport, cultura, altro, siamo aperti a ogni proposta. Nell’immediato pensiamo di offrire il nostro contributo anche alla manifestazione a venire di Umbria Jazz…Sì, ancora musica… ma è solo un caso, ribadisco. Speriamo anche, come sta accadendo, che questa manifestazione porti all’associazione nuova linfa e nuovi iscritti”.

“Orvieto è una città di 20.000 abitanti che ha splendide evidenze artistiche e storiche e un panorama di eventi di tutto rispetto – continua Luca Puzzuoli – ha sicuramente un’immagine, in Italia e nel mondo, superiore e ben più prestigiosa di quella di altre cittadine, pure storiche, della stessa dimensione. Di questo dobbiamo dare merito alle amministrazioni, passata e presente, che su questa immagine hanno investito. Mancava, nel target d’élite degli eventi – compresa la stessa Umbria Jazz – una manifestazione come questa: di qualità ma per un target anche medio. Del resto, senza arrivare di nuovo all’élite, la qualità nelle prossime edizioni si può migliorare, magari pensando, almeno per una serata, anche a qualche nome più grande”.

“Quella che va migliorata – conclude Alessandra Carnevali – è anche la promozione. Quest’anno abbiamo pensato, nei tempi ristretti – a una promozione con manifesti, brochure, sito internet ovviamente e passaggi su radio Subasio, e in un mese, agosto, in cui alcuni sono in vacanza e non ne vengono raggiunti; ma è chiaro che con tempi più distesi la promozione va estesa sia nelle forme che nel raggio d’azione. Spiace un po’ constatare – permettetecelo con un pizzico di rammarico – che almeno la stampa locale poteva dare maggiore risalto all’evento. Tuttavia si sa, almeno all’inizio nemo propheta in patria…”

Bene, questo il primo bilancio. Mentre ne rendiamo conto scrivendo – piccola notazione redazionale – ci vengono da fuori le note del CD che accompagna chi comincia a lavorare per la serata, poi i ritmi di prova dei gruppi che si dovranno esibire…Scendiamo un attimo per un caffè, per dare un’occhiata: i raggi di sole – speriamo che duri - rendono particolarmente bella la Piazza che si prepara alla musica. Le sedie e i tavoli ancora per la maggior parte vuoti, ma con qualcuno che siede semplicemente godendosi il sole e i preparativi, qualcuno che arriva a curiosare attratto dalla musica. Orvieto è splendida; anche se non proprio tutti gli abitanti lo sanno, è internazionale… nessuno lo sente più di chi l’ha scelta, non essendoci nato, per vivere… A me, girovaga inquieta, che amo dire che si può vivere a Porano come fosse Londra o Parigi, piace vedere per qualche giorno Piazza del Popolo così fuori dal ruolo abituale… mi ricorda il “vivere fuori” alla francese, le belle Piazze di Francia e di Germania animate in estate dai loro festival, la Londra dai tanti spettacoli all’aperto del Covent Garden. Soprattutto – chissà perché (aria, atmosfera, odor di cibo, medioevo?) – mi ricorda l’altrettanto splendida Avignone, il suo festival estivo di teatro in piazza. E chissà, se anche Orvieto avesse trovato il suo festival? Non si sa mai, senza voler spaventare nessuno potremmo anche arrivare, come Avignone, ad averlo un mese…

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 novembre

Parcheggi gratis nel periodo natalizio, la mozione della minoranza va in discussione a fine mese

Orvieto riceve al Parlamento Europeo di Bruxelles il riconoscimento internazionale di "Comune Europeo dello Sport 2017"

Eventi natalizi dedicati a popolazioni colpite da sisma

Sisma in Umbria, riunito il Comitato strategico per rilancio del turismo

Sempre bandiera rossa

Riforme ed assetto dirigenti regionali, in arrivo il disegno di legge

Attenti a quei due, Barili e Abbate presentano "Antologica" al Teatro dei Calanchi

Sogni sul lago

Pd: "Serenità nell'attesa dell'esito delle indagini. Inopportune e incoerenti le opposizioni"

Villa Paolina

Consiglio provinciale, nel 2017 si va a nuove elezioni

San Venanzo aderisce alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Al Mancinelli "Non ho peccato abbastanza". Il teatro denuncia la violenza

In morte di un amico

Dalla giunta regionale un milione e settecentomila euro per gli asili nido

Un torrone natalizio per aiutare i terremotati della zona di Norcia

"Crash Scene. Indicazioni Salva Vita", nell'ambito della Campagna ACI "Strade Sicure 2016"

L'Arma celebra Virgo Fidelis. "Date speranza a chi l'ha perduta"

Uno zar alla corte del re tartufo. A Ivan Zaytsev il Vanghetto d'Oro 2016

Si dimette l'assessore Martino. Entro 48 ore, nuovo ingresso in giunta

La pallacanestro orvietana compie 70 anni. In corso i preparativi per le celebrazioni

Liberati (M5S): "Quinto giorno di assordante silenzio da Catiuscia Marini"

"Lo scrittore non ha fame", il nuovo coinvolgente romanzo di Maria Letizia Putti

"Lo Yoga di Yogananda". Presentazione del libro e workshop esperienziale

Dopo il terremoto, controlli nelle scuole. "Alla Barzini, le problematiche non sono riconducibili al sisma"

Fonti del Tione, risolti i problemi con la sostituzione dei filtri

Sì al pre-dissesto in Provincia, nonostante il parere negativo dei Revisori dei Conti

Servizio tributi, prelievo di 44 mila euro. In consiglio, letta la nota della Fondazione Cro

Ztl, segnaletica stradale e manutenzione. Sollecitazioni bipartisan in consiglio

PalaCongressi, a gennaio 2017 la pubblicazione del bando europeo

Un fiore per Bianca

Frana di Sugano, si attende il secondo finanziamento per terminare la messa in sicurezza

Piene del Paglia e gestione dell'emergenza, l'amministrazione prova a fare chiarezza

Torquati e Balestra, chi sfiora il ridicolo?

Le mille voci di Antonio Mezzancella animano il pomeriggio a "Porta d'Orvieto"

Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, i supermercati dell'Orvietano coinvolti

Istituto di beneficenza "Piccolomini Febei", nel cda entra Piergiorgio Pizzo

La riqualificazione del centro storico passa per la rimozione dei pali, sì unanime del consiglio

Incidenza tumorale a Bagni, botta e risposta in consiglio

"Trattenere dal contributo italiano al bilancio Ue le risorse per la ricostruzione post-terremoto"

Impiantistica sportiva di Ciconia nel degrado, la vicesindaco ridimensiona

Aree Interne, ok alla bozza di strategia. Respinta la risoluzione sulla MedioEtruria

Meteo

mercoledì 22 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

21:00 11.2ºC 98% discreta direzione vento
giovedì 23 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.8ºC 94% foschia direzione vento
15:00 13.3ºC 72% buona direzione vento
21:00 10.4ºC 95% buona direzione vento
venerdì 24 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.2ºC 82% buona direzione vento
15:00 14.5ºC 70% buona direzione vento
21:00 10.1ºC 98% buona direzione vento
sabato 25 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.4ºC 98% buona direzione vento
15:00 14.1ºC 82% buona direzione vento
21:00 12.0ºC 97% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni