cronaca

Ai Fori di Baschi si lavora alacremente per evitare la chiusura dell'Amerina

martedì 19 aprile 2005
Mentre è stata da poco riaperta la Baschi-Sermugnano e si è già provveduto all’affidamento dei lavori per il ripristino della circolazione veicolare sulla strada provinciale di Tordimonte, ancora interrotta per uno smottamento di materiale fangoso e detriti, sull'Amerina si continua a lavorare alacremente per evitare una nuova, disastrosa chiusura al km 48 in località Fori di Baschi.
A mezzogiorno una riunione operativa della Regione e della Provincia, dopo un esame approfondito dei tecnici, ha deciso di procedere a un primo pronto intervento per evitare il blocco della circolazione stradale: si tratta in certo senso di prevenire, con opportune opere collaterali che ne minimizzino l'effetto, l'eventuale forse quasi sicuro distacco di altri materiali e detriti dal costone che sovrasta la strada. La tecnica sarà quella di svuotare le cosiddette casse di espansione della frana per dare spazio alla caduta dei materiali soprastanti, così che non invadano la carreggiata. Rimangono comunque sotto costante osservazione i tre movimenti di terreno individuati nelle pendici sovrastanti la strada e l’Amministrazione provinciale, in accordo con la Protezione civile regionale e Trenitalia, ha disposto un monitoraggio permanente con la presenza di personale in loco
Per quanto riguarda le necessarie, successive opere di contenimento e risistemazione, l'assessorato alla Viabilità e trasporti della Regione ha stabilito di intervenire con fondi propri per somma urgenza, fermo restando che Regione e Provincia dovranno poi elaborare, per questo sito ormai a rischio, un progetto di bonifica definitivo.
In questo senso la diatriba che chiede sempre più un'immediata soluzione è quella della riclassificazione della SS 205, che sta per passare all'ANAS, e dei rapporti che intercorreranno tra ANAS e Provincia per i lavori di risistemazione che, per le continue emergenze, si fanno sempre più urgenti.

Intanto il Presidente della Provincia di Terni Andrea Cavicchioli ha convocato per domani mattina, alle ore 12.00 presso l’Ufficio di Presidenza, una riunione alla quale parteciperanno l’Assessore provinciale alla Viabilità Loriana Stella, il competente Servizio dell’Ente, la Regione Umbria e il Comune di Orvieto al fine di analizzare le problematiche relative al consistente movimento franoso che sta di nuovo interessando la zona dell’Orvietano e per adottare gli ulteriori provvedimenti e le azioni necessarie per la circolazione stradale e la sicurezza.
“Siamo di fronte ad un’oggettiva situazione di emergenza – ha dichiarato il Presidente Cavicchioli – che comporta uno sforzo organizzativo e finanziario di notevole rilevanza per l’Ente e che inoltre presuppone un coordinamento con le altre Istituzioni interessate. In questo contesto saranno attivate le procedure contenute nel recente provvedimento del Governo che ha inserito la zona dell’Orvietano fra quelle previste dallo stato di calamità ed emergenza. La Provincia ha svolto e svolgerà tutto quanto è in suo potere per assicurare la circolazione e la sicurezza, chiedendo in questo senso una collaborazione anche ai cittadini e agli utenti sulla base della grave situazione instauratasi”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"