cronaca

Porano, scomparso Bruno Salticchioli.

domenica 24 febbraio 2002
di Fausto Cerulli
Era quell’uomo l’orologio del paese, e segnava soltanto il mezzogiorno che a quel punto del giro del sole si stagliava la sua figura di appena desto sul portone della so- la casa che aveva grandi le finestre e trascurato il giardino centenario. Non aveva nessuna età: gli anziani lo ricordavano giovane, i giovani lo sapevano an-ziano, lui non diceva la sua vita oltre quello che della sua vita traspariva dal colore della pelle, abbrunata per via di madre somala figlia di un mitico generale a Mogadiscio o a Massaia, siti della cronaca spicciola della storia. E dall’Africa gli veniva quel suo saper suonare una minuscola armonica a bocca, piccola tanto che gli spariva nelle mani lunghe e ben tenute dall’oziare lieto e pensoso, e quel suo saper scolpire in vecchi rami l’anima d’una scultura, astuto Michelangelo e primitivo. Di lui si ricordava che assisteva al commercio del padre, venditore di strane stoffe a metraggio nei mercato dei paesi vicini: lui sorvegliava, fumandosi una pipa rica- vata da radica selvaggia, la schiena accantonata a qualche tufo, ricercato nel vestire un gilè d’epoca altra e che gli si intonava come un tocco di vecchio-nuovo. La sua sola fatica d’una vita: ma nessuno di lui pensava male, che fosse persona o-ziosa o perditempo: tempo e lavoro non avevano referenze, nella sua vita scandita da un sorriso fieramente lento( ché sorridere a labbra larghe gli sarebbe stato fatica e fisica fatica) che a nessuno negava. Ed anche il suo parlare era un’astuta gara sempre vincente contro il dire oggetti: lui parlava le sue favole anche se raccontava la sua cena di verdure a ricetta stralunata. Lo ricordo come si ricorda una roccia, che fa la sua parte dura nel panorama. Poi, improvviso come viene, il male, a differenza del bene che solitamente viene a fatica e a tempi lunghi, la sua bocca fu rigata da un ictus. Me ne parlò come schernendosi, quasi scherzando: ma con gli occhi iniettati dal terrore dell’apprendista malato, del malato mai.Mi diceva che si era accorto dell’ictus solo perché, quella mattina al risveglio al mezzogiorno solito , non gli era riuscito di stringere tra le labbra il cannello della pipa: e si era guardato, come poco faceva, in qualche specchio e si era accorto del suo male. Lui che era esperto di tronchi e di radici se ne uscì a dire che un fulmine l’aveva toccato, ecome in qualche favola africana mi spiegava che le grandi piante, se il fulmine le tocca cominciano a morire: lo diceva col terrore che hanno gli increduli quando incontrano un fatto sconosciuto. Se ne è andato in un mese: in Chiesa al funerale c’era, come si dice, tutto il paese. Ma il fatto importante non è che fosse tutto presente, il paese, anche perché è abitato da poca gente, anziana e adusa ai funerali d’ordinanza. Il sentimento che si tagliava con l’accetta era soltanto uno: se si è ammalato Bruno, ed è anche morto, la morte esiste, esiste veramente: corposa come la vita e forse più. La morte di una roccia smuove pensieri strani: come quando sparisce un albero, o appassisce una rosa di carta. Adesso a mezzogiorno i suoi paesani, per orizzontarsi nel torrente del tempo, sono costretti a contare i rintocchi del campanile della chiesa. E alle dodici sono tanti, i rintocchi e si può perdere il conto.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 settembre

Simona Atzori e le sue mani basse: "Tra danza e pittura, sorrido sempre alla vita"

Falsa partenza per la Vetrya Orvieto Basket

Geotermia, Brega a difesa del territorio: "Basta giochini, pronto a chiedere il Referendum"

Una politica, quella renziana, non al passo con i tempi

Biomasse, Agricola Macchia Alta Srl: "La verità è un'altra"

Gsd Romeo Menti, il settore giovanile in visita al Museo del Calcio di Coverciano

Nuova seduta per il consiglio comunale. L'ordine del giorno

"Poraneggiando" con i "Cavalieri del Torrione", a Bomarzo con "Percorsi Etruschi"

Ufficializzato l'ingresso di Allerona nel club de "I Borghi più belli d'Italia"

Olimpieri (IeT): "Vogliono salvare il Crescendo con i nostri soldi"

"Aspettando Altrocioccolato", il commercio equo e solidale fa festa in Piazza Mazzini

Giornata mondiale del malato di Alzheimer, festa alla residenza protetta "Non ti scordar di me"

Gianfranco Foscoli in concerto a Colonia. Conquista gli States e va in onda su Canale Italia

Lavori pubblici, il Comune utilizzerà l'Elenco Regionale delle Imprese da invitare alle procedure negoziate

Caccia vietata il 21 settembre nelle aree interessate dalla visita di Mattarella e Papa Francesco

Pali spezzati dal maltempo, da mesi nessuno interviene

La Parrocchia del Duomo festeggia i Santi dei Rioni

"Anonimi elettori" interrogano l'ex consigliere comunale Cristiano Federici

Notte dei Ricercatori, al CSCO c'è il convegno "Scolar-Mente: divulgazione del metodo scientifico"

Stefano Baldi, un pievese ambasciatore italiano a Sofia

Biomasse, "Passione Civica" contro-replica: "Ci interessa il risultato"

Sessantenne di Monteleone muore schiacciato dal crollo del solaio

Al via anche in Umbria la campagna congiunta di sicurezza stradale "Edward"

Sisma, emergenza e ricostruzione al centro di incontri con parlamentari e organizzazioni sindacali

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni