ambiente

"Conoscere il lupo". Gli esperti disinnescano gli allarmismi

sabato 9 marzo 2019
di Ivonne Fuschiotto
"Conoscere il lupo". Gli esperti disinnescano gli allarmismi

Dalla conferenza sul lupo tenutasi a Chianciano Terme nello scorso mese di febbraio, sono emerse verità diverse da quanto spesso si è soliti leggere sui giornali.  L’intervento del dott. Davide Palumbo, da anni appassionato studioso di questo animale,  ha sfatato falsi miti, bizzarre opinioni, infondate informazioni, quali: pericolosità, percezione del numero e reintroduzione. Checché ne dica la stampa, che da decenni ne articola il pericolo, il rischio per le persone  sembrerebbe inesistente, tant’è che le statistiche non rilevano, nel mondo contemporaneo, attacchi all’uomo da parte del lupo.

Dalla diffusione di false informazioni ne consegue un rischio altamente percepito, da parte della popolazione, quanto infondato. I lupi anche se si avvicinano ai centri abitati non attaccano l’uomo, il lupo ha paura dell'uomo, se lo incontra scappa, e comunque fa di tutto per non imbattersi in quello che è il suo principale nemico. Non si segnalano episodi di attacchi ad esseri umani dalla metà dell'Ottocento, ne consegue che si può girare tranquillamente, senza alcuna paura. Vederlo è molto difficile, il lupo è bravissimo a non farsi notare, è un animale fantasma. In compenso lui ci tiene sempre sott'occhio: segue le nostre mosse, proprio per evitare ogni contatto.  

Nel conflitto di carattere culturale uomo-lupo a rimetterci, dati ancora una volta statistici, è sempre il lupo. Occorre comunque ricordare che si tratta pur sempre di un predatore a tutti gli effetti del quale è bene avere riguardo. Sul numero degli esemplari presenti in Italia si è sentito di tutto, si stima che, effettivamente, potrebbero esservi, nella nostra nazione, tra i 2 o 3.000 lupi. Il racconto della reintroduzione poi è una vera e propria fake news, in Italia non c’è mai stato, contrariamente a quanto riportato dai media.

Sulla stampa gli articoli contro questo animale sono crescenti, talvolta ricamati ad arte; si rileva, da parte degli esperti intervenuti, un procurato allarme ingiustificato. Il bracconaggio uccide ben più del 20% dei lupi e va fermato. Paura ed ignoranza creano solo confusione, informazione e conoscenza invece attenuano sicuramente il fenomeno. Occorre un approccio diverso alla tematica, l’uccisione dei lupi, le ronde ecc., sono un modo assolutamente errato di affrontare il problema, dobbiamo invece organizzarci frapponendo ostacoli commisurati.

I rimedi: cani addestrati e recinzioni adeguate salvaguardano da tutti i predatori. Nessuno nega che un lupo, o meglio un canide, un predatore, per un allevatore sia un problema.  È altrettanto vero che c’è disparità per copertura dei danni da regione a regione. Sono necessarie linee guida nazionali, che tutte le regioni devono rispettare ed adottare, per evitare, come spesso è accaduto, che in una regione ci si comporti in un modo e magari in quella limitrofa in un altro. Per i risarcimenti è bene parlare di canidi in quanto non è facile, neanche ad esperti, stabilire la reale presenza di lupi, molto simili a determinati cani, per esempio i cani lupo cecoslovacchi (CLC).

È difficilissimo avere la certezza  di essere in presenza di un lupo, sarebbe bene consigliare ai possessori di cani lupo cecoslovacchi di  munire i propri cani di collari ben visibili per non incorrere in scambi a volte fatali. Il lupo ha il suo ruolo e non si  può pensare di sterminarlo, non c’è predatore del lupo, il lupo è predatore di se stesso, si uccidono tra di loro quando si evidenziano squilibri, come per esempio difficoltà di approvvigionamento alimentare, di prede.

Il lupo anche se ha caratteristiche ben definite, è bene ripeterlo, non è facile da riconoscere. Gli ibridi di prima generazione, "mezzo cane mezzo lupo", sono rarissimi; in genere si trovano ibridi introgressi, ovvero lupi con una percentuale minima di DNA di domestico in conseguenza di episodi di ibridazione che risalgono a diverse generazioni fa. Il comportamento di questi individui è del tutto simile a quello dei lupi "puri".

Il lupo si incrocia con varie razze di taglia compatibile, l’accoppiamento più frequente è con il pastore tedesco. Il lupo è un animale molto versatile si trova in spiaggia come ad alta quota, non c’è un territorio a lui non idoneo. Quando si pensa di aver visto un lupo spesso si tratta di un cane lupo cecoslovacco o simile, inoltre l’impronta di un lupo e di un cane compatibile è uguale, identica per questo in alcune regioni il risarcimento per danni è giustamente riconosciuto per i canidi.

Non tutti i lupi cacciano allo stesso modo e non sempre i lupi sono in branco. Il cinghiale è la prima preda del lupo, come pare lo siano le nutrie lungo il Po. Scienza ed esperienza devono andare insieme di pari passo, come pure il risarcimento e la prevenzione. Sui rimedi, è sceso nel dettaglio Simone Santarelli del Centro Cinofilo Martinelli di Corciano Perugia, specializzato nella formazione di cani da guardia per greggi e mandrie.

Il suo intervento è legato alla lunga esperienza nel settore, ed anche lui rimarca quanto sia difficile distinguere un lupo da un cane, consolidando il concetto che non è possibile fornire soluzioni ponderate senza commisurate conoscenze. I lupi non lasciano le carcasse non finite, non uccidono per sfregio, predano soprattutto cinghiali, caprioli, cervi e solo in rare occasioni animali domestici, anche se può capitare che un branco attacchi un gregge di pecore.

Soluzione pratica reale, sostenibile: utilizzare cani pastore, maremmano abruzzese selezionato, in grado di pattugliare un’area vastissima; è ormai un dato certo che le aggressioni a greggi o mandrie controllate da questi cani sono pressoché inesistenti ed il loro costo di gestione oltretutto non è elevato. Altro elemento di tutela, le recinzioni che, per essere efficaci, devono avere peculiari caratteristiche, per questo si rimanda, per chi fosse interessato ad approfondire, ad Alessandro Bischeri tel. 3401989620, e-mail alessandrobischeri@gmail.com

Con le due immagini sottostanti vogliamo dimostrare come non sia facile distinguere un lupo da un  cane lupo cecoslovacco

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 aprile

Convegno sul Porto Romano di Pagliano. Riflessioni alla luce delle nuove scoperte

Passeggiata della Sicurezza. Cobas e Assemblea Antifascista: "No alla giustizia fai da te"

Concerto del Coro Polifonico "San Gavino Monreale" a Collevalenza

Conferenza nazionale sulle malattie infettive emergenti e riemergenti

"Wilcock, Lubriano e la Valle dei Calanchi. La visione, il sogno e l'ironia"

Torneo regionale di pallavolo integrato Anpis, vince l'entusiasmo di stare insieme

"Omaggio ad Elena". Cultura e gastronomia all'ombra di Castello Misciattelli Orsini

Izzalini in festa per i 100 anni di mamma Elena

"La Zambelli Orvieto continua a stupire nell'indifferenza delle istituzioni"

Gabriella Carlucci presenta il libro "Amarilla, appunti di un viaggio a sei zampe"

Campionato regionale tiro a volo Anlc. In estate le finali nazionali

L'arte per lanciare un messaggio di tutela dell'ambiente dal cuore di Civita di Bagnoregio

Bruciano sterpaglie, Vigili del Fuoco e Protezione Civile al lavoro

Turismo, Paparelli: "Ultime rilevazioni confermano trend positivo, 2018 anno della rinascita"

M5S Orvieto sul sit-in contro l'ampiamento della discarica: "Non accettiamo strumentalizzazioni"

Successo all'Unitus per l'Open Day delle lauree magistrali

Terminato al Csco il corso di "Tecnico specializzato in accoglienza per rifugiati"

Omaggio a De André al Mancinelli. Ad OCC il ricavato di "Bocca di rosa e gli altri"

Orvieto a Lussemburgo, proficuo incontro tra Comune e Ambasciata

Aderisce al sit-in anche Cittadinanza a 5 Stelle del Comprensorio Orvietano

A Luca Tomassini di Vetrya la Medaglia dell'Università per Stranieri

Andrea Bocelli in Piazza Duomo per la quarta edizione di "Orvieto4Ever"

"Allerona verso lo sviluppo di comunità". Conferenza al Centro Polivalente

Pedalando indietro, "La Carrareccia" raddoppia. A settembre, edizione dedicata a Barbara e Matteo

"Ben Hur" al Mancinelli. Paolo Triestino e Nicola Pistoia chiudono la stagione teatrale

Nuovo look per la rete elettrica, Enel installa i DY900/1 per cabine tecnologiche

Esasperati dall'accattonaggio molesto, gruppo di commercianti scrive al Comune

Post-sisma, la Regione incontra gli ordini professionali nelle zone terremotate

Al via il progetto "Rete amica". Unicef, istituzioni e scuole insieme per un web più sicuro

Teatro Null pronto al debutto di "Osteria da Shakespeare & Co"

Sale la febbre da Palio di Sant'Anselmo. Conto alla rovescia per la Sagra del Biscotto

Fondazione Cro: "Cassa di Risparmio Spa deve permanere punto di riferimento degli Orvietani"

APEritivo nell'Oasi di Alviano, con vista sulla palude

Allerona sempre più cardioprotetta, la comunità si dota di tre defibrillatori

Alfina in festa per San Giorgio Martire. Programma civile e religioso

Post-sisma, Marini ed Errani incontrano gli abitanti di Norcia, Castelluccio e San Pellegrino

Accademia Kronos a "Villaggio per la Terra", per la sensibilizzazione alla tutela del Pianeta

La Polisportiva Castel Viscardo organizza il primo raduno in MTB dei Monaldeschi

"Nonsololirica in Sala Eufonica", video-ascolto di Leonard Cohen

Disco verde al bilancio di previsione 2017/2019. Ampia discussione in consiglio

Sì unanime all'ordine del giorno "Albornoz, un bene comune da restituire alla città"

Nel triennio 2017/2019 opere pubbliche per oltre 23 milioni di euro

Quantità e prezzo di cessione aree per residenza ed attività produttive, le tariffe

Sì al Piano delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare

Ricognizione annuale delle società partecipate, presa d'atto in consiglio

Approvato il Documento Unico di Programmazione 2017/2019

Corso di formazione per volontari nella valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici della Diocesi

Ecco i giovani bomber della Coar Orvieto. Pronti per il II Memorial Papini.

Azzurra nella storia, Orvieto Basket salvezza conquistata, Orvietana un punto prezioso, argento Savrayuk

Rita Levi Montalcini, un'innata ottimista

Torna a riunirsi l'esecutivo PD del Comprensorio Orvietano. In discussione molti temi "caldi" di urgente attualità

Grande successo per "La Domenica del Vulcano 2010". Incontri ed escursioni nel territorio di San Venanzo

Il Sindaco Concina sul Bilancio: "Orvieto non può permettersi il commissariamento"

Pozzo di San Patrizio: il biglietto intero aumenta di cinquanta centesimi dal 1° giugno

Sferracavallo. Mercato sì, mercato no. Proroga della sperimentazione fino al 30 marzo 2011. Via alla "filiera corta"

Continuano i controlli del Commissariato sul rispetto degli orari di chiusura dei locali

SII. Cresce il front-office: in aumento accessi al sito e mail. Lattanzi: "Grande sforzo per accorciare le distanze tra utenti e società"

Pubblicato il bando TAC II: interventi di promo - commercializzazione turistica per prodotti d'area di progetti integrati collettivi

Suggerimenti per il "Buon Politico"... ovvero esortazione all'On. Trappolino

Aumenti per alcuni settori amministrativi del Comune: i Comunisti Italiani vogliono sapere. Qualche lume dalla conferenza stampa del Sindaco Concina

"Alla scoperta dell'antico Egitto": gli Egiziani innamorati della vita. La Dott.ssa Pozzi, egittologa, illustra la mostra laboratorio

Rinnovato l'apparato didascalico del Museo etrusco Claudio Faina. Ne parla la Dott.ssa Nancy Leo