ambiente

Chianella al convegno di Alta Scuola: "Maggiore attenzione al dissesto idrogeologico"

lunedì 16 ottobre 2017
Chianella al convegno di Alta Scuola: "Maggiore attenzione al dissesto idrogeologico"

Si sono aperte lunedì 16 ottobre a al Palazzo del Capitano del Popolo di Orvieto, le “Giornate sul Sottosuolo: Studio e Monitoraggio - Condizioni di stabilità di cavità ipogee ed edifici storici sovrastanti - indagini, studio, monitoraggio, valorizzazione” organizzate da Alta Scuola in collaborazione e con il supporto di Consiglio Nazionale dei Geologi, SIGEA, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Terni e con il patrocinio del Comune di Orvieto, in vista del Convegno Nazionale CNG‐SIGEA sul tema “Cavità di origine antropica, modalità d’indagine, aspetti di catalogazione, analisi della pericolosità, monitoraggio e valorizzazione” che si terrà a Roma venerdì 1° dicembre.

La prima giornata dedicata ai Georischi e georisorse del Sottosuolo è stata aperta dai saluti di benvenuto del Sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani, dell’Assessore alla riqualificazione urbana, centri storici e mitigazione rischio geologico della Regione Umbria, Giuseppe Chianella e di Mauro Grassi, #italiasicura Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Di seguito, l’intervento rivolto dal Sindaco ai partecipanti:

“Benvenuti ad Orvieto per queste due ‘Giornate sul Sottosuolo’. Oggi tratterete gli aspetti delle Cavità di Origine Antropica come georischi ma anche come georisorse mentre domani è in programma con il primo incontro, di una serie di appuntamenti, sulle raccomandazioni per il monitoraggio geotecnico. La Città di Orvieto e tutta l’Amministrazione Comunale è onorata e particolarmente orgogliosa di ospitare questo evento che, provenienti da varie parti d’Italia, vede qui riuniti professionisti del settore, funzionari delle pubbliche amministrazioni, accademici e ricercatori che devono gestire il complesso problema del contrasto al dissesto idrogeologico.

Un problema che va affrontato, oggi, con un approccio diverso: non solo pura difesa passiva, ma anche, ove possibile, come incremento della fruibilità dell’area di intervento, attraverso adeguati accorgimenti progettuali. E la Rupe di Orvieto con il complesso degli studi, delle opere, degli interventi, del monitoraggio e della manutenzione qui realizzati rappresenta, sul piano nazionale e internazionale, un valido esempio di come sia possibile affrontare e gestire il rischio da frana, realizzando interventi di mitigazione uniti a quelli della fruibilità, grazie ad un approccio integrato e pluridisciplinare.

Un ringraziamento particolare alla nostra Alta Scuola, che nasce qui ad Orvieto, proprio durante i lavori di consolidamento della Rupe, con l’obiettivo di divulgare quanto realizzato e di sostenere le nostre amministrazioni nel delicato compito di perseguire e tenere viva la ‘cura e manutenzione’ di quanto attuato e del territorio di contesto, anche al fine di gestire al meglio il rischio residuo - non esiste mai, infatti, una messa in sicurezza assoluta - soprattutto in questo momento di cambiamenti climatici in atto e conclamati”.

“Il Comune di Orvieto nella sua storia recente – ha aggiunto - non ha dovuto affrontare però solo problemi di frane o di crolli di cavità, ma anche problemi legati alle alluvioni del Fiume Paglia che nel 2012 ha fatto nella zona di Orvieto Scalo danni enormi, fortunatamente senza vittime. Abbiamo recentemente concluso i primi lavori di contrasto al rischio idrogeologico lungo il Fiume, avviato un ‘Contratto di Fiume per il Paglia’ coordinato da Alta Scuola, finalizzato al dialogo sociale e alla partecipazione; abbiamo avuto approvata la Strategia Nazionale ‘Aree Interne’, che vede Orvieto capofila di un partenariato tra 22 Comuni; stiamo lavorando su iniziative per i rischi ambientali connessi all’inquinamento da mercurio del Paglia e soprattutto alla prosecuzione dei lavori di contrasto al dissesto idrogeologico compresa la manutenzione straordinaria di alcune situazioni e la prosecuzione del monitoraggio della rupe ottimizzandone la gestione.

La Città di Orvieto e il territorio Orvietano si stanno ponendo all’attenzione nazionale come una realtà virtuosa, esempio di buone pratiche integrate e partecipate di gestione del rischio idrogeologico, di monitoraggio, di manutenzione e di valorizzazione che vi saranno illustrate anche in queste due giornate. Riteniamo che Orvieto possa veramente costituire un ‘Campo Scuola’ di questo modo di gestire il territorio, un modo smart e green e per questo sosterremo la nascente Land Academy che insieme al nostro Centro Studi sugli Etruschi andrà a costituire un altro anello di questa filiera virtuosa della conoscenza e della disseminazione della cultura del buon saper fare la gestione del territorio.

Concludo ringraziando ancora una volta Alta Scuola, il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Geologi, la Società Italiana di Geologia Ambientale SIGEA, l’Associazione Geotecnica Italiana AGI, gli ordini professionali degli ingegneri e degli architetti di Terni, tutti i sostenitori dell’evento e le ditte che, con la loro presenza, hanno portato non solo strumenti ma dimostrazioni di nuove ed avanzate tecnologie nel campo del monitoraggio del territorio”.

Anche l’Assessore regionale alla mitigazione del rischio geologico, Giuseppe Chianella ha evidenziato “due giornate di lavoro che ci riportano, per gli argomenti trattati, al tema più generale del dissesto idrogeologico, che non può più essere affrontato oggi in termini di pura difesa passiva, ma che deve essere gestito e affrontato sempre di più in termini integrati per facilitare anche, ove possibile, l’incremento della fruibilità dell’area di intervento attraverso adeguati accorgimenti progettuali. Indagini, studio, monitoraggio, progettazione, esecuzione dei lavori e valorizzazione, attraverso un percorso che qui ad Orvieto abbiamo potuto sperimentare e realizzare grazie ad una legge speciale emanata ormai 40 anni fa, che ha consentito un percorso di intervento globale e che ha fatto realizzare, con una intuizione avanzata, il Primo Osservatorio per la cura e la manutenzione permanete di quanto realizzato e che ha dato origine all’Alta Scuola.

In questo periodo, a seguito degli ultimi terremoti, siamo impegnati a seguire i temi della ricostruzione e della sistemazione delle frane sismo indotte, ma anche quelli del rischio geologico per frane e idraulico pere alluvioni che purtroppo affliggono ancora la nostra Regione. Tutti temi nei quali le professionalità, presenti oggi ad Orvieto, sono sicuramente impegnate sia come pubblici dipendenti che come liberi professionisti. Questa presenza ci stimola a dire che la conoscenza dei rischi geologici e sismici di questo nostro fragile Paese, se diffusa fin dalle scuole, può portare ad adeguati comportamenti. Conoscere per prevenire, per convivere, e per curare questo nostro territorio, anche attraverso nuove e sempre più avanzate tecnologie oggi utilizzate e che saranno illustrate”.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Orvieto

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 aprile

Nasce "Orvieto Cinema Fest". A ottobre, il Festival Internazionale di Cortometraggi

Un martedì da primato all'Unitre, con Roberto Abbondanza e Guido Barlozzetti

L'altare

Michele Fattorini, con l'Osella 1000, alla salita del Lago

La falce

"Di Lunedì". Incontri sul restauro nella Tuscia e conferenze allo Sma dell'Unitus

Nuovi interventi di pulizia a Ferento. Area archeologica aperta per il Ponte

"L'Abbazia Ortodossa di San Martino in Petroro è disconosciuta dalla Chiesa"

"Festa del Tesseramento" per la nuova Pro Loco con musica e merenda

Vetrya, microdosi di innovazione

Caccia alle location private per matrimoni e unioni civili, fuori dal Palazzo Comunale

La Uil primo sindacato alle elezioni delle Rsu al Comune di Orvieto

Fratelli d'Italia Orvieto aderisce al sit-in contro l'ampliamento della discarica

Anche Orvieto alla conferenza internazionale delle città italiane gemellate con Betlemme

Discarica "Le Crete", il sindaco di Orvieto conferma il No al progetto di rimodulazione

Tre giorni di festa nella Parrocchia di Fiore in onore di San Marco

Capriolo

Alla maniera di Oscar Wilde

Presentati "Umbria Jazz Spring" e "Cantamaggio Ternano"

Una ballata contro la sclerodermia. Serata di beneficenza a favore del Gils

"Asparagus Days". Musica e sapori per la 17esima Sagra dell'Asparago Verde

Sì del Consiglio Regionale alla riduzione dei vitalizi, risparmi per 900.000 euro

Leonelli (Pd): "Umbria Film Commission diventi fondazione di partecipazione"

Parlamentari della Lega alla manifestazione per dire no all'ampliamento de "Le Crete"

Elezioni Rsu pubblico impiego. "Grazie a tutti i lavoratori, il voto conferma la forza della Cisl"

Il Comitato Pendolari Orte e "il viaggio della speranza"

Rallentamenti sull'A1 tra Orvieto e Fabro per un incendio

Elezioni Rsu, Fp Cgil primo sindacato del comparto pubblico in provincia di Terni

Football US Terni Steelers, al via il girone di ritorno

"I Nuovi Bianchi", seconda edizione. Tre giorni di degustazioni al Palazzo dei Sette

Torna l'Antica Fiera delle Campanelle, fra tradizione ed eventi collaterali

PeoSchool, audizione degli studenti del Majorana sul programma di lavoro della Commissione Europea

Stop all'accattonaggio: il centro destra chiede un'ordinanza per arrestare il fenomeno

A una settimana dall'incendio, la Cgil dei vigili del fuoco denuncia: "Burocrazia dannosa"

Accordo storico tra Comune ed Enel per l'affrancazione dei terreni utilizzati dai cittadini

Il Corteo Storico festeggia 40 anni di attività. Pevarello: "Ci ha fatto conoscere in tutta Europa"

Incontro a Palazzo Bazzani tra Provincia e Fipav per il futuro del PalaPapini

Nuova seduta del consiglio comunale. Riconoscimento all'A.s. San Venanzo

Nebbia

Clown

Pd verso le primarie. Mozioni a confronto al Palazzo dei Sette

"San Giorgio, il drago e la rosa. Il culto di San Giorgio nel corso dei secoli"

Le Crete, la giunta regionale sollecita Arpa per l'utilizzo del georadar

Karate, chiusi i "giochi" per l'ingresso in nazionale Fik. Pronti per Dublino, 7 atleti della scuola Keikenkai

"Le raccomandate non consegnate si ritirano nell'ufficio postale più vicino "

Giornata della Rosa e del Libro, fine settimana a tutta cultura

"Dalla sicurezza integrata all'integrazione delle competenze in materia di sicurezza"

Il Comune aderisce ad FNSI per la liberazione del giornalista Gabriele Del Grande incarcerato in Turchia

Giornata delle "Vittime Incidenti sul Lavoro". Le cerimonie nell'Orvietano

Orvietani in gara alla Cronoscalata Camucia-Cortona

"Vite connesse: futuro digitale". Vetrya incontra gli studenti per il Premio "Alfieri del Lavoro"

Martina Escher felice per il traguardo raggiunto dalla Zambelli Orvieto

Sacripanti (GM): "Estendere la rete di distribuzione metano in località Strada del Piano"

Fondi in arrivo per la frana di Parrano. La soddisfazione dell'ex sindaco Tarparelli

Tentano il colpo al supermercato, messi in fuga dall'allarme

"Scuola Media Ippolito Scalza: quale futuro?". Incontro all'ex plesso Geometri

Aperte le iscrizioni per il Corteo Storico e il Corteo delle Dame 2016

Comune di Ficulle e Università di Perugia insieme per il marketing territoriale e turistico

Piero Villaggio si racconta a Pino Strabioli: "La mia vita all'ombra di un padre ingombrante"

Ggnagnarini replica a Olimpieri sul bilancio: "Si può rosicare del bene comune?"

Omicido Moracci: doppio ergastolo agli assassini. Consap: "Dalla Giustizia un messaggio forte di legalità"

"Accoglienza e misericordia nella Diocesi di Orvieto-Todi", 11esimo corso per volontari

Orvieto per tutti: "Raccolta differenziata, quale soluzione per il centro storico?"

Rimandato a data da destinarsi il concerto di Giovanni Guidi

Bartender live al S.Maria della Stella con l'associazione "Corpo dato per Amore"

Anas Umbria, affidati lavori manutenzione strade per 15 milioni in tre anni

"Primavera in Etruria", c'è la mostra mercato florovivaistica e dell'artigianato

Pubblicato il bando di concorso per giovani cittadini europei

Ritardo nella presentazione dei documenti contabili, la minoranza si rivolge al Prefetto

Torneo Nazionale di Burraco con l'Unitre dell'Alto Orvietano

Cecchini: "Differenziata e adeguamento impianti. Gli obiettivi vanno rispettati per garantire il servizio"

La disciplina della circolazione

Erbe infestanti, iniziata la manutenzione ordinaria. Interesserà anche il cimitero

"I Gelati d'Italia", svelato l'elenco dei gusti in corsa per il titolo

Provvedimenti relativi alla disciplina della circolazione stradale dal 23 aprile al 1 maggio

Un incidente stradale impedisce al maestro Falasconi di essere presente a Orvieto