ambiente

"Dall'Amiata alla Valle del Tevere seguendo la via del mercurio"

martedì 14 febbraio 2017
"Dall'Amiata alla Valle del Tevere seguendo la via del mercurio"

In occasione del convegno che si è recentemente tenuto a Abbadia San Salvatore dal titolo “Dall’Amiata alla valle del Tevere: ancora geotermia industriale o un altro sviluppo è possibile?”, promosso dalle associazioni SOS Geotermia e Rete Nazionale NOGESI, ampio spazio è stato riservato al tema “Geotermia, mercurio e inquinanti”, tema illustrato e approfondito dalle relazioni di Roberto Barocci (Geotermia elettrica: rischi per la salute pubblica e le acque), Andrea Borgia (Amiata: Geotermia – un velenoso cocktail di inquinanti) e dal sindaco di Orvieto Giuseppe Germani (Mercurio: un problema emergente dell’Italia centrale).

Un grave allarme sulla situazione di inquinamento da mercurio era stato lanciato lo scorso anno, quando nel giugno 2016 furono resi noti i dati dell’attività di ricerca (raccolti dal 2009) del dipartimento di scienza della terra dell'università di Firenze e presentati dal professor Pilario Costagliola, docente di mineralogia, nell’ambito dell’incontro pubblico, organizzato dagli Amici della Terra, dal titolo "La strada del mercurio", svoltosi a Roma, presso i locali del Senato. Nel loro report Gli Amici della Terra parlano di “60 tonnellate di mercurio nei sedimenti fluviali del fiume Paglia, 11 kg di mercurio che ogni anno arrivano al Mar Tirreno, concentrazioni elevate di mercurio nei campioni di muscoli dei pesci d’acqua dolce. Oltre il 90% del mercurio ritrovato nei pesci è nella forma metilata, la più pericolosa per la salute umana. Una grande percentuale dei campioni di muscolo di pesce supera le linee guida U.S. EPA 2009 (United States Environment Protection Agency) per il metil-mercurio ai fini della sicurezza per il consumo umano”.

L’origine di un tale disastro veniva attribuito tout court a “più di un secolo di estrazione e lavorazione dei minerali di mercurio nel Monte Amiata, uno dei più grandi giacimenti di mercurio di tutto il mondo”. Successivamente però gli Amici della Terra avevano ammesso che certamente, tra le cause dell’inquinamento da mercurio, andava annoverata la “già nota” produzione geotermica. Ora a riprovarci sono l’ARPA Umbria sostenendo che “dai primi riscontri in letteratura” ben poca cosa è il contributo della geotermia amiatina e comunque il suo contributo “va gestito in altro contesto ambientale (è (solo) una questione prettamente toscana)”. No, non è una questione solamente toscana –sostiene la portavoce della Rete Nazionale NOGESI Solange Manfredi– ma una questione dei territori attraversati dal fiume Paglia ed inquinati da mercurio, dunque un problema che riguarda tutte e tre le tre regioni Toscana, Umbria e Lazio!

Le miniere di mercurio dell’Amiata sono peraltro dismesse da quarant’anni e in massima parte bonificate, mentre le centrali geotermoelettriche di Enel Green Power, rilasciano continuamente in atmosfera un vero e proprio cocktail di inquinanti, tra i quali il mercurio occupa senza dubbio un posto d’onore, rappresentando il 42,5% delle emissioni di mercurio provenienti dall’intero comparto industriale italiano (Studio Basosi e Bravi, 2014), nonostante gli abbattitori di questo inquinante (AMIS).

“È possibile fare un calcolo approssimativo del mercurio emesso –questa quantità è sottostimata in quanto non vengono considerate le emissioni durante i fuori servizio degli impianti– in base ai dati disponibili”, osserva il geologo Andrea Borgia, attento studioso della geotermia amiatina. “Secondo i dati Enel nel 1996 –continua il prof. Borgia– le emissioni di mercurio erano pari a 2611 kg/anno. Nella DGR Regione Toscana, la n. 344, si ricava che le centrali di Piancastagnaio emettono mercurio nella quantità di 1969 kg/anno nel 2000; 749 kg/anno nel 2003; 914 kg/anno nel 2005; 740 kg/anno nel 2007; 248 kg/anno nel 2013. Il totale emesso negli anni 1969-1999 è di 37,894 tonnellate, a cui si aggiungono le emissioni dal 2000 al 2016, per un totale di 52,559 tonnellate. Questa quantità di Mercurio immessa nell’ambiente è esorbitante”.

“Concludendo, la quantità di mercurio emessa dalle centrali geotermiche di Piancastagnaio è di poco inferiore alla quantità di mercurio contenuta attualmente nel Paglia (considerate le approssimazioni fatte si dovrebbe dire che è circa uguale)”, afferma Borgia, il quale aggiunge: “La quantità di Mercurio che arriva al Mar Tirreno è 22 volte meno di quella che viene emessa attualmente dalle centrali geotermiche di Piancastagnaio e che ricade nel bacino del Paglia. Quindi si dovrebbe concludere, che non c’è bisogno di tirare in ballo le vecchie miniere di Mercurio dismesse ormai da quasi 40 anni ed in buona parte bonificate, ma che con tutta probabilità la maggior parte del mercurio accumulato nel Paglia, o che passa attraverso il Paglia per arrivare al Mar Tirreno, proviene dalle centrali geotermiche di Piancastagnaio”.

Fonte: Rete Nazionale "No Geotermia Elettrica Speculativa e Inquinante" - SOS Geotermia

"Incredibili Ars e Arpat, sulla geotermia tirano dritti come nulla fosse"

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 marzo

Zambelli Orvieto sempre più apprezzata, lo dice Martina Sabbatini

Attentati a Bruxelles, bandiere a mezz'asta e un invito a reagire con determinazione

La mostra-mercato di prodotti agroalimentari e artigianali di Città della Pieve compie vent'anni

Materiale per la biblioteca dalla raccolta degli oli esausti di origine vegetale

Il Coordinamento dei ristoratori orvietani dice no a Orvieto pattumiera dell'Umbria

L'Archivio di Stato lascia Piazza Duomo e trasloca nell'ex tribunale

Audizione con i vertici di Cosp per analizzare i primi risultati della differenziata

Bocciata la mozione sulla discarica, in aula scoppia il caos

Dal dibattito tutti contro l'inefficienza della raccolta differenziata nel ternano

Sì alla risoluzione geotermia, sull'Alfina si può sperare in un futuro senza speculazioni

Il messaggio del vescovo Tuzia in occasione della Pasqua: "Vigilate e pregate"

Gnagnarini replica alla minoranza: "Picconati tasse e deficit comunale"

"La Pasqua tra sacro e profano". Concerto con gli allievi del maestro Davide Rocca

Nuovo orario e una ricorrenza particolare per il Museo Etrusco "Claudio Faina"

Discarica, De Sio (FdI-An) attacca l'esecutivo: "La Regione ha la memoria corta"

Materazzo Vs Tatta, la sfida tra Comunista e Democristiano. Arbitra Conticelli

Protesta in Regione contro l'ampliamento della discarica: le immagini

Lo strano caso dei lavori sul torrente Carcaione. Italia Nostra: "Nessuna partecipazione"

A proposito di ambiente, le priorità dei Giovani democratici: "Cosa serve all'Orvietano"

Hosteria di Villalba, uno sviluppo "Coeso" per la valorizzazione delle aree montane

Fiorini e Mancini (Lega Nord): "Il Pd trasforma Orvieto in pattumiera dell'Umbria"

Dopo il documento, i venti sindaci dell'Area Interna icontreranno la Marini

Corso di lingua italiana per stranieri e laboratorio di disegno per studenti

Nel pomeriggio di Pasqua alla Chiesa dei Servi torna la messa in latino

Processioni e rievocazioni storiche della Passione in tutto l'Orvietano

In corso la campagna di tesseramento 2016 dell'associazione "Lea Pacini"

Fascino e suggestione a Palazzo Orca, con i "Quadri Viventi" del Terziere Borgo Dentro

La rievocazione della Passione nei borghi della Tuscia viterbese

"Orvieto per tutti" svela il logo. Ad aprile la presentazione ufficiale

Successo per la mostra "Omaggio a Francesco" e il libro "Dialoghi nell'Immenso"

"The art of the brick". I mattoncini Lego vanno in mostra e diventano opera

"Blowing Art. Se a Orvieto ci fosse il mare…". In mostra, le visioni di Carlo Rognoni

Rifondazione Comunista propone un percorso comune a sinistra del PD

In tilt da tre giorni le linee telefoniche di Ospedaletto. Protestano gli abitanti isolati anche dalla neve

38 mila euro di contributi per lo spettacolo dalla Provincia. Lo annuncia l'assessore alla cultura Sganappa

Conviviale d'eccezione del Rotary Orvieto: ospite d'onore la dott.ssa Rita Valecchi con un'interessante relazione sul futuro dell'Ospedale di Orvieto

La relazione della dott.ssa Valecchi: 'Ospedale di Orvieto: Innovazione e progettualità'

La Filarmonica Mancinelli inaugura a Montefiascone 'Primavera in Etruria'. Solista al pianoforte il maestro Riccardo Cambri

Accessibile al pubblico il Fondo bibliotecario Renato Bonelli. Domenica 25 marzo l'inaugurazione

Mondovino: quando il tempo premia l'Orvieto. A Roma Palazzone in verticale: 15 anni di Campo del Guardiano

Non si placano gli animi sulla delibera della Corte dei conti. AN e Altra Città chiedono un Consiglio Comunale in seduta segreta per discutere il comportamento del Presidente

Una giornata di studi dedicata alle novità della legge Finanziaria. Seminario di studi della Presidenza del Consiglio di Orvieto e della Fondazione PROMO P.A.

Scontro a sinistra sulla ripubblicizzazione dell'acqua. Un polemico intervento del consigliere Imbastoni: 'Battaglia per l’acqua pubblica: basta con i verniciatori'

La lettera del Comitato Promotore Regionale Umbro per la ripubblicizzazione dell'acqua agli eletti dell'Umbria

'Un dibattito serrato ma franco' tiene impegnata la direzione DS al completo fino alle due di notte

Meteo

giovedì 23 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 13.7ºC 79% buona direzione vento
15:00 17.6ºC 59% buona direzione vento
21:00 9.4ºC 95% buona direzione vento
venerdì 24 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 15.3ºC 71% buona direzione vento
15:00 19.9ºC 45% buona direzione vento
21:00 11.1ºC 80% buona direzione vento
sabato 25 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 17.6ºC 59% buona direzione vento
15:00 19.4ºC 43% buona direzione vento
21:00 10.9ºC 91% buona direzione vento
domenica 26 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.2ºC 68% buona direzione vento
15:00 14.9ºC 41% buona direzione vento
21:00 6.9ºC 81% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni