ambiente

"La strategia energetica regionale all'esame della Seconda Commissione del Consiglio Regionale"

venerdì 3 febbraio 2017
"La strategia energetica regionale all'esame della Seconda Commissione del Consiglio Regionale"

"Nonostante la netta riduzione dei consumi energetici, conseguente alla crisi economica, la “strategia regionale” prevede un insensato incremento della produzione di energia anziché operare concretamente verso il risparmio e l’efficienza energetica. Nella seduta di lunedì 6 febbraio p.v. della II° Commissione (presidente Eros Brega) riprende la discussione in sede referente della “Strategia Energetica-Ambientale Regionale 2014-2020” (SEAR) presentata da ultimo nella seduta del 23.01.2017.

Il ”Piano energetico ambientale”, come si chiamava una volta, è stato spesso un libro dei sogni, perché poi anche la politica, al di là dello scritto, ha dovuto sempre fare i conti con i territori; ne è esempio la vicenda orvietana della geotermia sulla piana dell’Alfina e i mega progetti eolici sul Monte Peglia, recentemente bocciati-questi ultimi- dalla Regione.
Il dato incontrovertibile del SEAR è la riduzione dei consumi energetici conseguente alla fase di crisi economica-occupazionale che attanaglia il Paese ed anche dalle politiche di “save energy” introdotte nelle attività produttive, dato l’alto costo dell’energia nel nostro Paese. Dato che trascina il superamento di quanto assegnato nel “Burder Sharing” alla nostra Regione secondo la “Strategia Europa 2020”; infatti il valore di 13,7 % al 2020 nel rapporto tra consumo di fonti rinnovabili ed i consumi finali lordi di energia vale già nel 2013-2014 ben il 18,7% e si prevede che arrivi al 20% nel 2020 (che è dire domani).

Pertanto non si capisce l’anelito diffuso nel documento di programmazione di spingere verso dimensioni di “overcapacity”, prevedendo che già nei prossimi anni si debba andare verso un incremento delle produzione energetica, in particolare elettrica. Del resto l’errore è culturale e prende anche il Governo, che pensa di aumentare la produzione elettrica spesso con incentivi-drogando così il mercato con forme di energia non competitive- quando la potenza elettrica disponibile nel Paese è di circa 130.000 MW, mentre i consumi raggiungono al massimo 60.000 MW.

Questo in quanto non si considera a sufficienza che anche le c. d. ” fonti alternative” (alternative al petrolio, non che non producano inquinamento!) hanno un impatto non trascurabile sui territori e le loro economie. Pertanto anziché stancamente ripetere, in epoca di crisi economica, inadeguati scenari pensiamo che sia più utile dire le cose come stanno e programmare nuovi insediamenti energetici solo se e quando saranno necessari. Dire questo è un atto di coerenza ed amore per la propria regione ed i propri territori, per le sue vere necessità. E questo non ha nulla a che vedere con quella che i redattori del SEAR chiamano “la sindrome NIMBY” ovvero la “sindrome BANANA” (Build Absolutely Nothing Anywhere Near Anything: Non costruire assolutamente nulla in nessun luogo vicino a qualsiasi cosa).

Insomma anziché pigiare sul “risparmio energetico” in modo che anche il predetto rapporto da solo vada più in alto (operazione sommamente virtuosa) si pensa di costruire altri impianti aumentando così l’inquinamento. Prevalgono ancora gli effetti della sub-cultura tardo –industrialista del vecchio PCI che è dura a morire ed una certa sudditanza culturale verso l’industria, anche ora che il mondo è decisamente cambiato...

Ci pare invece che si debbano perseguire - ma vanno indicati concretamente gli assetti economici di sostegno effettivo - l’incremento dell’efficienza energetica nei vari settori di intervento (settore civile, settore industriale, ecc.) e si debba lavorare-anche qui con concretezza-sulla cultura della transazione energetica che si rende già ora necessaria dalle energie fossili verso un mix di risparmio energetico, efficienza energetica, uso di fonti-dove necessarie- di energia veramente rinnovabile e non invasiva per l’ambiente.

Un punto qualificante, in tema di “governance” è la revisione –appena accennata nel SEAR- del RR. n. 7/2011 che disciplina le autorizzazioni regionali per il settore energia.
Ebbene è da tempo che sollecitiamo –purtroppo senza riscontro alcuno- gli assessori all’ambiente che c’è assoluta necessità di aggiornare detto Regolamento.

Del resto anche gli estensori del SAER, rendendosi conto che alcune aree della Regione (in una regione “Cuore Verde d’Italia”) non sono adatte all’inserimento di impianti di produzione energetica/elettrica, propongono la definizione delle “aree non idonee” modificando l’attuale RR7/2011. Peraltro il meccanismo, già previsto per alcune fonti rinnovabili come l’eolico, le biomasse, il fotovoltaico (ma non per la geotermia!) con un protagonismo nel 2011 dei comuni che avevano avuto 90 giorni di tempo dalla Regione Umbria per individuare le c.d. “aree non idonee” viene –proprio in data 1°febbraio 2017- approvato dal Consiglio Regionale della Toscana che impegna la Giunta a definire le “aree non idonee” per la geotermia. Crediamo che l’Umbria debba-nei tempi medi- seguire questo esempio, essendo la geotermia l’unico settore che non contempla nella legislazione regionale “aree non idonee”, anche dopo la significativa vicenda di Castel Giorgio.

Che gli estensori della SEAR osano sorprendentemente definire così: “Per quanto riguarda la geotermia ad alta entalpia la piana dell'Alfina risulta oggi un sito di sicuro interesse, così come dimostrano i numerosi comitati (!!!) creatisi per la difesa dell'Altipiano dalle (supposte) gravi ricadute ambientali. In sede di VIA nazionale si sta valutando un progetto pilota da 5 MW...”. Che le “gravi ricadute ambientali” non siano preoccupazioni delle sole associazioni ma anche di ben 25 sindaci del territorio e dello stesso Consiglio Regionale che così si è espresso il 22 marzo 2016 è cosa nota a tutti, meno che agli estensori della SAER…".

Coordinamento delle associazioni dell’Orvietano, Tuscia e Lago di Bolsena aderente alla Rete Nazionale NOGESI

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 giugno

Eliot ha sbagliato mese

Concluso il corso "Istruttore C-Ied Awareness" per gli allievi marescialli del 19esimo corso "Saldezza"

Ferma opposizione della Fondazione Cro alla fusione della banca

"Ludi alla Fortezza", la soddisfazione di Orvieto 1264 per l'edizione zero

Germani: "Amministrazione contraria alla fusione"

Attività antincendi boschivi, approvato il quadro delle esigenze per la convenzione con i vigili del fuoco

Parere tecnico di Praesidium sulla trasformazione della Cro

Luci sulle livree orvietane alla cronoscalata Pieve Santo Stefano

Caso migranti, sospesa l'accoglienza al centro di Tordimonte

Non solo Alfina, l'esito dell'assemblea "No Geotermia" a Ischia di Castro

Ultimi giorni per i giovani che non vogliono essere “fuori tempo”

Emergenza calore, temperature fino a 37°. I consigli utili

Categorie e Sindacati al fianco della Fondazione Cro, il sindaco chiede l'intervento del Governo

Ospedale, il Tar respinge la richiesta di sospensione cautelare

"Nuovi interventi per l’inclusione sociale e la lotta alla povertà. 22,5 milioni ai Comuni"

"Tuscia Film Fest 2017", arriva anche Michele Placido con "7 Minuti"

"La cultura non si mette a(l) bando". Serata di festa, protesta e proposta al Mancinelli

"Arte e Fede", bilancio positivo per la 12esima edizione del festival che accompagna al Corpus Domini

Necropoli del Vallone di San Lorenzo, ad agosto prendono il via gli scavi archeologici

Vetrya Orvieto Basket, quattro ragazzi convocati in rappresentativa regionale

Centro di accoglienza di Tordimonte, Olimpieri (IeT) vuole vederci chiaro

La Notte Romantica ne "I Borghi più belli d'Italia" fa il bis. Le proposte a misura di coppia

Aree danneggiate dal terremoto, operativo anche in Umbria il Fondo da 15 milioni a sostegno delle imprese

Simposio Europeo Enoturismo, a Orvieto l'assemblea dei sindaci dell'Associazione "Città del Vino"

Monteleone d'Orvieto aderisce a "Voler bene all'Italia", la festa dei piccoli Comuni

Siccità, piovono numeri nell'incontro in Regione. "Nessuna emergenza grazie a investimenti e strategia comune"

Il Coro Polifonico "Canto Libero" intona "Note per Ancarano" di Norcia

Pozzo di San Patrizio: l'Axis Mundi

"Governiamo con il 38%? Grazie!" Il PDL Orvieto risponde al centro-sinistra a suon di cifre e nomi

Muore per un malore. Anziano ritrovato in casa dopo giorni

Scoperto dalle Fiamme Gialle imprenditore orvietano non in regola con i versamenti INPS

Il PDCI Orvieto interviene sulle norme che regolano il mondo venatorio. Proposte e commenti

Fase II - Come si studia la politica

Giovedi 23 giugno al via i primi concerti di "Orvieto Musica", festival internazionale di musica da camera

"Un pirata convertito dallo sguardo di Gesù". Un emozionante Pietro Sarubbi a Arte e Fede #6

Radio Orvieto Web ricorda Francesco Satolli. In onda dalla mezzanotte del 21 giugno 4 puntate no stop di JazzCondicio

Grandi eventi a Orvieto. Per Pirkko Peltonen è davvero "la fine del mondo": "Tierra del Fuego: sì, Umbria Jazz Winter: sì, forse, come? Chi lo sa"

Politiche di genere... "metti in una Regione più donne che uomini". Convegno nella biblioteca storica di Monteripido a Perugia

La città verso la festa del Corpus Domini. Disciplina della viabilità durante le manifestazioni

Giovedi 26 giugno al "Festival d'Arte e Fede" il film "Uomini di Dio" di Xavier Beauvois

Venerdi 24 giugno al Teatro Santa Cristina di Porano, assemblea pubblica indetta dal Comune

Pascoli, D'Annunzio e Manzoni, on line impazza il toto-tema. "Notte prima degli esami" tranquilla grazie alla Polizia Postale

La città è donna. Leggendaria dedica una recensione di Maria Vittoria Vittori a "Dodecapoli"

"Fiumi di parole in libertà": l'ex assessora Calcagni commenta duramente le ultime esternazioni del sindaco Concina

'Dal Solstizio all’Equinozio': quattro notti d'estate sotto il cielo a cura della Speleotecnica e di Pegasus. la prima venerdì 22 giugno al parco delle Grotte

'Partecipazione è sviluppo, anche ad Orvieto?'. Venerdì 22 giugno Rifondazione Comunista organizza un incontro sugli scenari politici e economico-sociali della Città

Un dossier su Forza Nuova

Piccolo commercio. Siamo noi razzisti o sono loro fuorilegge ?

Orvieto Musica 2007 presenta il celebre Cassatt String Quartet

Orvieto città (quasi) medievale

Campionato Italiano Basket Femminile Serie B d’Eccellenza. Resi noti i calendari di gara per la Stagione 2007-2008. Gironi e struttura stravolti in una formula simile ai campionati USA

Cave in Umbria. Secondo l'assessore Bottini non sono fondate le preoccupazioni degli operatori del settore: soddisfatto il fabbisogno degli impianti e delle industrie ubicate sul territorio regionale.

Dal 2 luglio i lavori della rotatoria di Sferracavallo. Studiata per limitare il più possibile i disagi la nuova viabilità

Come sarà regolato il traffico nelle varie fasi dei lavori

Appello alla vigilanza democratica dei DS di Baschi e dell’Orvietano in occasione dell'apertura della sede di Forza Nuova. Ma niente manifestazioni provocatorie: piuttosto parliamo di Gramsci

Sabato 23 giugno a Baschi un incontro su Antonio Gramsci

La giunta approva importanti progetti esecutivi. Via libera al Palazzo delle Istituzioni e al consolidamento di Rocca Ripesena

Teatro amatoriale: il Gruppo Teatrale Castel Giorgio presenta la terza edizione della rassegna 'Trateatri'

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni