ambiente

Un albero ogni neonato. Sì del consiglio comunale all'incremento del verde urbano

venerdì 15 luglio 2016
Un albero ogni neonato. Sì del consiglio comunale all'incremento del verde urbano

Porre maggiore attenzione alla preservazione e all'incremento del verde urbano attraverso la piantumazione di nuovi alberi. Punta a questo l'ordine del giorno "Un albero ogni neonato" approvato all'unanimità dal consiglio comunale nella seduta di giovedì 14 luglio che impegna sindaco e giunta a individuare i luoghi nei quali poter piantare gli alberi, pubblicizzandoli sul sito web del Comune. Ma anche a valutare e a rendere conto successivamente in Consiglio Comunale, sulla possibilità di promuovere l’iniziativa anche presso privati, tramite sgravi, patrocini non onerosi, o altri strumenti normativi, senza escludere gli alberi da frutto. E ancora: illustrare e condividere tale iniziativa alla cittadinanza in apposito incontro del QSV “Quadro Strategico di Valorizzazione” per le aree concernerti la competenza di tale strumento di partecipazione.

"Il verde - ha sottolineato Lucia Vergaglia (M5S) nel presentare il documento - costituisce un patrimonio comune irrinunciabile per la salute e la qualità della vita dell’intera popolazione e, dunque, il patrimonio verde deve essere tutelato e sviluppato per concorrere al miglioramento della vivibilità urbana. Orvieto ha insediamenti residenziali e produttivi concentrati in aree specifiche e, nei casi specifici di Ciconia ed Orvieto Scalo, contigui all’A1. Soprattutto in questi ultimi anni il nostro territorio ha visto intaccare sensibilmente il patrimonio arboreo cittadino, anche per motivi contingenti (danneggiamenti, invecchiamento, cantieri, lavori lungo gli argini fluviali. La legge n. 113 del 29 gennaio 1992 prevede tuttavia l’obbligo per i comuni al di sopra i 15.000 abitanti di porre a dimora un albero per ogni neonato a seguito della registrazione anagrafica”.

Nel breve dibattito che ha preceduto la votazione, Paolo Maurizio Talanti (PD) ha parlato di: “iniziativa positiva, peraltro anticipata dal Felcos Umbria. Proprio la settimana scorsa la Giunta ha approvato un atto sulla ‘Cooberation Campaigne’ quindi l’ordine del giorno va in continuità con quell’atto. Raccomando l’accortezza di pensare ad un confronto con l’Ufficio Ambiente per l’individuazione di piante autoctone ed anche per recuperare nell’ottica della biodiversità piante a rischio come il pero di Monteleone”.

Anche il Sindaco, Giuseppe Germani ha definito accoglibile la proposta ricordando che “questa pratica veniva osservata già negli anni passati per iniziativa dell’allora Assessore all’Ambiente, Maurizio Conticelli; ne sono un esempio alcuni interventi effettuati a Ciconia e lungo il viale della Confaloniera nel centro storico. Peraltro, una esperienza interessante che, per un certo periodo vide l’impegno delle famiglie che facevano manutenzione di queste piante. Ricordo anche che nella delibera dell’epoca si individuavano le aree disponibili. Concordo per mandare avanti la proposta”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità