ambiente

La Consulta Comunale di San Venanzo dice no all'impianto eolico sul Peglia

mercoledì 25 novembre 2015
La Consulta Comunale di San Venanzo dice no all'impianto eolico sul Peglia

"Immaginate di chiudere gli occhi e di essere catapultati in un luogo incontaminato pieno di vegetazione e di boschi rigogliosi. Immaginate di portare i vostri figli a fare una passeggiata in un posto dove si respira aria pura. Immaginate una domenica d'estate ed un pic nic immersi nella tranquillità. E ancora, chiudete gli occhi ed Immaginate un manto di candida neve e tanti bambini che vi giocano spensieratamente.

Siamo i ragazzi della Consulta Giovani del Comune di San Venanzo ed ecco cosa ci viene in mente quando pensiamo al Monte Peglia.  Ci siamo sentiti in dovere di esprimere la nostra opinione sul tanto dibattuto tema del "Mega-Eolico", non solo come rappresentanti di un'entità comunale ma anche e soprattutto come Giovani che vivono appieno questo territorio. Il nostro parere ricalca quello della grande maggioranza dei cittadini e delle associazioni operanti nella nostra realtà. La costruzione di questo impianto, ben 18 pale alte 150 metri, avrebbe un impatto devastante su molti fronti, partendo da quello ambientale e arrivando a quello turistico! Questo investimento privato annullerebbe tutti i progetti di salvaguardia e promozione fatti dall'amministrazione nel corso degli ultimi anni,un'amministrazione attenta che da sempre ha cercato di puntare sulla principale risorsa del Comune che è proprio l'ambiente.

Sappiamo bene che questo impianto andrebbe a modificare radicalmente l'immagine del territorio e comporterebbe un grande deficit per le tante realtà che vivono di turismo e che tutti gli anni attraggono numerosi visitatori. Le nostre tradizioni nascono dalla nostra terra, e nel corso degli anni si sono sempre più radicate fra i cittadini e trasferite ai turisti. Non siamo assolutamente contrari alle energie rinnovabili, crediamo nell'innovazione e nel progresso della scienza ma crediamo anche in una società capace di salvaguardare l'ambiente e il nostro pianeta. Le energie rinnovabili potenzialmente sono alla base di un futuro sostenibile e all'avanguardia, ma non può essere così se l'implementazione di esse comporta stravolgimenti irreversibili al territorio che le ospita!".

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio