ambiente

Passegiata degli Etruschi, tra archeologia e natura

lunedì 20 aprile 2015
Passegiata degli Etruschi, tra archeologia e natura

Anche quest’anno il 25 aprile e il 2 maggio alle ore 9,00 il Gruppo Archeologico “Castrum Cryptarum” in collaborazione con il Museo Civita di Grotte di Castro invita alla scoperta degli etruschi attraverso una “Passeggiata tra Archeologia e Natura” per far conoscere, a quanti vorranno partecipare, i molti siti etruschi di antica e recente scoperta presenti sul nostro territorio.

Il programma prevede alle ore 9,00 il raduno del gruppo presso Museo Civita per una visita approfondita. Allestito nello splendido palazzo progettato dal Vignola nella seconda metà del XVI sec., il museo è fondato sulle più moderne metodologie museografiche grazie alle quali il visitatore intraprenderà un viaggio a ritroso nel tempo lungo un percorso espositivo scenografico — su due piani — composto sia da immagini trasmesse attraverso dei video, ricostruzioni delle tombe in scala reale e foto stampate sulle pareti, sia per mezzo dei corredi funerari provenienti dalle necropoli etrusche sparse nel territorio: Vigna la Piazza, Pianezze, Centocamere.

Subito dopo la visita al museo prenderà il via la passeggiata. Il percorso si articola in varie tappe, tutte di altissimo interesse. Si partirà dalle “tombe a circolo” della necropoli di Vigna la Piazza la più vicina al centro abitato e anche la più antica (seconda metà dell’VIII sec. a.C.). In questa necropoli infatti sono state rinvenute le tombe più imponenti e più ricche. Le indagini, ancora in corso, hanno recentemente messo in luce un nucleo di sepolture a inumazione caratterizzate dalla presenza di circoli di pietre che le delimitano. Lo scavo ha inoltre evidenziato che i circoli realizzati per le sepolture più recenti (fine VII - metà VI sec. a.C.) comprendono al loro interno le deposizioni più antiche (seconda metà dell’VIII sec. a.C.), situate a un livello del terreno più basso; alcuni corredi sono visibili nel Museo Archeologico “Civita”. È assai plausibile ipotizzare un gruppo non locale, che ha portato con sé e ha conservato i rituali funerari della zona di origine.

Si procederà poi, passando dalle tombe a camera della necropoli di Le Sane e dal sito dell’antica città etrusca situato sulla collina della Civita, alla visita delle vecchie Pompe Idrauliche costruite alla fine del XIX secolo in località Le Moline per far raggiungere l’acqua potabile a Grotte di Castro. Attualmente si possono vedere in situ le opere di presa e un canale sopraelevato in muratura, in cui venivano deviate le acque del Fosso di Santa Caterina, e da questo canale, per caduta scendevano nel casotto, dove si trovano le turbine, facendole girare.

L’ultima tappa della Passeggiata sarà la necropoli etrusca di Pianezze con le monumentali tombe a camera (VI secolo a.C.). La necropoli in particolar modo è caratterizzata da tombe a camera scavate nel versante occidentale del costone tufaceo e disposte su almeno quattro ordini. Nella fase monumentale della necropoli (VI secolo a.C.) lo schema prevalente è costituito dal tipo di tomba con atrio, sul quale si affacciano tre ambienti. Questa planimetria, insieme ad altre caratteristiche, come il soffitto a doppio spiovente e la presenza di elementi architettonici scolpiti nel tufo (il trave centrale del tetto e i pilastri d’appoggio) sono la trasposizione della casa dei vivi nel mondo dei morti. Relativamente alle modalità di sepoltura, la caratteristica più rimarchevole che è stato possibile rilevare riguarda l’uso di deporre i defunti all’interno di fosse scavate nel pavimento, anche dell’atrio, e in loculi ricavati nelle pareti.

La passeggiata terminerà intorno alle 13:00. È consigliato un abbigliamento adeguato e in caso di pioggia sarà rimandata.
Costo € 5,00. Si raccomanda la prenotazione.

Museo Civita
piazza G. Matteotti, 01025 Grotte di Castro (VT)
Tel. 0763.796983 Biblioteca: 0763.797173
E-mail: museocivicogrottedicastro@simulabo.it

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"