ambiente

Itw Lkw Geotermia Italia: "Le affermazioni di Minervini non rispondono a realtà e si configurano come terrorismo mediatico"

giovedì 17 aprile 2014
Itw Lkw Geotermia Italia: "Le affermazioni di Minervini non rispondono a realtà e si configurano come terrorismo mediatico"

Riceviamo da Itw Lkw Geotermia Italia e pubblichiamo.

"Il Sig. Minervini, nell'articolo da lui firmato ed apparso su "Orvietonews.it" il 14 aprile 2014, riporta una serie di affermazioni false e gravemente diffamatorie rispetto al progetto di realizzazione di due impianti pilota geotermici sull'Alfina. Desideriamo quindi smentire nella maniera più categorica e puntuale tali affermazioni.

Innanzitutto, affermare nel titolo che la terra trema, seguito dalla frase "avevamo ragione noi!" fa presagire che la terra abbia realmente tremato per le motivazioni da lui addotte.
Non avendo la terra tremato, tanto meno per quelle ragioni, ci si domanda perché utilizzare un siffatto titolo, se non per instillare nel lettore e negli abitanti di quell'area il senso di pericolo e soffiare sul fuoco "dell'allarme".

Questo tipo di cose hanno una denominazione, in termini giurisprudenziali, molto precisa che si traduce in "procurato allarme". Vista la facilità con la quale il Sig. Minervini gioca con le parole mischiando tutto con tutto - senza differenziazioni nè dati scientifici - crediamo debba anche assumersene le personali responsabilità.

Quanto scritto da Minervini ha un sapore tendenzioso e diffamatorio e non rispecchia in ogni caso la realtà delle cose. ITW LKW Geotermia Italia desidera essere molto chiara e, per spirito di verità, puntualizza quanto segue.

Non abbiamo alcuna intenzione di "trasformare l'Alfina in un'altra inguardabile area industriale". Se il Sig. Minervini si riferisce, come scrive, a quanto fatto in cento anni nelle zone dell'Amiata dall'ENEL, è a tale azienda che deve inviare le sue rimostranze. Facciamo notare che noi parliamo di realizzare una centrale da 5 MW: una dimensione ben diversa rispetto ai quasi 1000 MW che l'ENEL produce in quella zona. Facciamo notare anche che non si tratta, nel nostro caso di "un esperimento": la tecnologia che portiamo è attiva da molto tempo all'estero e, a differenza della zona dell'Amiata, si qualifica in cosiddetta "media entalpia" e non, come appunto in Toscana in "alta entalpia". Proprio per questa sostanziale differenza consente di applicare un sistema a "impatto zero".

Specifichiamo che l'impianto (non più grande di un migliaio di metri quadrati circa e non più alto di un piano-terra e mezzo), verrebbe costruito nella "cosiddetta" zona industriale di Castel Giorgio, da quaranta anni destinata dal piano regolatore locale alla specifica attività di sfruttamento geotermico. in questa stessa zona, il progetto ITW LKW Geotermia Italia prevede di recuperare a scopi didattici e turistici una scuola mai utilizzata e costruita con soldi pubblici. Su disservizi di questo tipo dovrebbero concentrarsi le contestazioni del Sig. Minervini.

A differenza della Toscana o di Latera il nostro impianto non ha necessità di "torri" o "tralicci".
Le ragioni per le quali Latera non sia stata portata avanti, deve essere domandato all'ENEL e non dovrebbe invece essere fatto oggetto di ipotesi infondate. Ciò detto, non ci risulta, in questi cento anni di attività, che in quella zona si siano verificati terremoti riconducibili alla produzione di energia con lo sfruttamento della geotermia (malgrado la tecnologia utilizzata non fosse di ultima generazione come quella prevista dal nostro progetto).

Il progetto di ITW LKW Geotermia Italia, proprio perché per legge è denominato "pilota", non emette fumi nè vapori. A questo proposito, ci sentiamo di sfidare quanti paragonano lo sfruttamento geotermico all'ILVA di Taranto a sostanziare tali affermazioni, gravissime, con dati scientifici e sanitari reali. La realtà è che dati di questo tipo non esistono. Per questa ragione, le affermazioni che abbiamo letto nell'articolo di Minervini sono un atto di assoluta irresponsabilità e disinformazione, perché fanno passare il ‘sentito dire' per fatti acclarati. Cosa che non è.

Crediamo sia davvero grave insinuare - senza avere alcun elemento a supporto - che la geotermia provochi tumori, al pari delle emissioni da carbone.

Alle accuse circa una ipotetica influenza del nostro progetto sulle falde idriche, abbiamo avuto già modo di rispondere chiarendo nei minimi particolari perché ciò non è possibile, nelle sedi tecniche competenti. Esistono relazioni firmate da tecnici ed esperti, la cui lettura ci sentiamo di raccomandare prima di effettuare esternazioni non circostanziate e infondate.

Anche rispetto alla micro-sismicità, abbiamo fugato ogni dubbio. Anche grazie all'apporto di esperti quali il prof. Moia, che già negli anni '70, per conto di ENEL, aveva effettuato le "misurazioni" dei pozzi dell'Alfina. E che ha più volte ribadito come non ci sia connessione tra il normale fenomeno sismico naturale e lo sfruttamento geotermico.

ITW LKW Geotermia Italia desidera sottolineare che la tecnologia proposta per il progetto Alfina è una tecnologia brevettata, espressione della nostra capacità e competenza nello strutturare impianti di questo tipo, che rappresentano l'avanguardia a livello globale. È quindi evidente che l'allusione - non meglio precisata - a ‘dittarelle' senza competenze non possa riferirsi alla nostra società, che si sta facendo portatrice di un investimento che nessun soggetto economico ‘minore' potrebbe sostenere. In termini di skill tecnici e di capitali economici.

Siamo pronti ad un confronto diretto su questi temi ed altri. Come sulla questione complessa dei costi in bolletta. Teniamo comunque a precisare in maniera categorica che neppure un euro verrà sottratto ai cittadini per la realizzazione degli impianti pilota. L'investimento è completamente e totalmente privato.

La remunerazione dell'investimento effettuato arriverà dalla messa in opera degli impianti. In ottica di responsabilità sociale di impresa, ITW LKW Geotermia Italia intende creare valore condiviso: per i propri azionisti, ma anche per il territorio, per i cittadini, per l'ambiente, per i lavoratori a cui darà impiego.
Attivare una centrale geotermica significa risparmiare molte più risorse rispetto ai costi di produzione con il carbone e con il gas, in termini economici e ambientali.

Il Sig. Minervini scrive nel suo articolo che i terremoti in Emilia Romagna sarebbero stati provocati dall'attività di impianti petroliferi. Vorremmo qui far notare che non ci sono mai stati impianti petroliferi in Emilia Romagna e, non esistendo, certamente non hanno potuto causare i terremoti in quella regione.

In conclusione, crediamo che l'insieme delle osservazioni del sig. Minervini assumano i contorni del paradosso. Interpretate come asserzioni serie, sarebbero invece sufficienti a motivare un legale esposto alle autorità competenti".

 

Nella foto un impianto geotermico di nuova generazione, che adotta una tecnologia simile a quella che sarà impiegata sull’Alfina.

Commenta su Facebook

Accadeva il 10 dicembre

L'ambasciatore della Repubblica Ceca in Comune, Orvieto tende la mano a Praga

Il Lions Club dona una macchina dattilo-braille all'Istituto comprensivo Orvieto-Baschi

Carabinieri in festa per la Virgo Fidelis patrona dell'Arma. Consegnati due attestati di merito

Partito democratico, è tempo di conferenza programmatica tra dissapori e speranze

Porte aperte al Majorana e al Maitani per l'orientamento scolastico

Insieme per un Cambiamento Progressivo

"Riservato A. Lattuada". A Orvieto una mostra e una rassegna nel centenario della nascita

Da Cardèto un'etichetta speciale per omaggiare il grande maestro del cinema

Proposta di struttura ed organizzazione del PD di Orvieto

Per tre giorni Orvieto capitale dell'archeologia italiana ed europea

Lo "slow-travel" del treno a vapore di Gianni Morcellini: dalle pagine di "Signori in carrozza!" alla stazione di Fabro-Ficulle

Taglio del nastro per il pozzo medievale di Piazza IV Novembre e la ristrutturazione delle scuole

Per anni è mancata una strategia turistica e ci si è adagiati su Umbria jazz winter

Al Teatro del Carmine per "Coesioni in musica" è l'ora di Max Manfredi

Eleonora Fastellini predica pazienza alla Zambelli Orvieto

Comincia con la trasferta di Rieti il girone di ritorno dell'Orvieto Basket

Al Palazzo del Capitano del Popolo torna la "Festa del Baschettaro"

Premiata la scuola "Pascoli". I giovani diventano campioni di energia con "Play Energy Enel"

Il Presepe Blu Notte di Guido Strazza nei sotterranei del Duomo di Orvieto

L'Albero di Antonia apre le iscrizioni al corso di autostima al femminile "Il potere di cambiare"

Ecco le linee di indirizzo del progetto preliminare delle opere di messa in sicurezza del Paglia

"As you like it" al Teatro Mancinelli: così Shakespeare parla con grande attualità alla nostra sensibilità moderna

Rivestimenti in ceramica per il "Giardino dei lettori" alla Biblioteca Fumi

A Orvieto il 21esimo convegno internazionale di archeologia italiana ed europea

Incontro su "La dignità della differenza: le ragioni di un dialogo"

Operazione anti-camorra, arrestato a Orvieto un 58enne

La polizia arresta in flagranza topo d'appartamento

Una partita a scopone scientifico

Il video del Progetto Memoria del Cesvol tra i finalisti del Festival "Raccorti sociali"

Digital divide. Convenzione tra il Ministero e la Regione sblocca 10 milioni di euro per le reti in Umbria

Nuovi sommelier e cena degli auguri per la Fisar di Orvieto

Yes men, yes sir

Meffi capisce o no di politiche di bilancio?

Il Liceo Artistico di Orvieto ospite al Sottodiciotto FilmFestival di Torino

Un arresto e tre denunce da parte dei carabinieri. Sventato un furto di rame sulla Roma-Firenze

Presentato a Firenze il contratto di fiume del Paglia

"Destinazione Uganda. Viaggio alle origini, tra cooperazione e rispetto di una identità"

Differenziata: sanzioni per i Comuni, Guardea è il secondo Comune più virtuoso

Il bilancio del Comune di Orvieto in sintesi

L'Ospedale di Orvieto presenta la riorganizzazione e il potenziamento dei servizi

Alla Scuola romana di fotografia e cinema, l'anteprima del film musicale "Pergolesi Stabat Mater" di Giovanni Bufalini

Trovato morto in un casale di San Venanzo. Ha ustioni di terzo grado su tutto il corpo

"Diversamente...italiani": sabato 11 dicembre a Orvieto la premiazione del Concorso Comunicare in Umbria e i risultati della ricerca sull'immigrazione dell'UniPg

"La Scala di Napoleone. Spettacoli a Milano 1796-1814". Disponibile la nuova pubblicazione strenna degli "Amici della Scala"

Conoscere per comprendere. Media e immigrati: quali i dati reali e quali gli stereotipi. Sabato 11 dicembre, ore 10,30 a Palazzo dei Sette

RAI in sciopero generale. Contro il degrado, gli sprechi, le ingerenze politiche, il lavoro a rischio per i dipendenti interni

A Orvieto Capodanno con 5 giorni “Singolari”: dal 29 dicembre al 2 gennaio a Palazzo Caravajal Simoncelli letture, concerti, pranzi, cene, aperitivi

Vertice in Provincia per la situazione del Parco Urbano del Paglia dopo le esondazioni del fiume

Avviso per la concessione di posti auto nei parcheggi comunali di Campo della Fiera e via Roma

1° Incontro di formazione dell'Ufficio Catechistico: domenica 12 dicembre nella ex chiesa di Santa Lucia

Tg Lab Fiscasat, in primo piano il Rapporto Censis 2010, focus su lavoro femminile

"Le zone umide, fucina di biodiversità". Concorso fotografico promosso dall'Oasi WWF di Alviano

La Polizia Locale nazionale a convegno a Orvieto. Il Colonnello Vinciotti: "Importante sostenere con questo tipo di incontri la formazione professionale. I settori più delicati velocità e uso di alcol e droghe

A Orvieto i Comunisti Italiani e Rifondazione avviano una riflessione per un percorso unitario: "Riportare l'attenzione sulle gravi condizioni in cui versa il territorio orvietano"

Dedicata a Giandomenico Pistonami la Biblioteca militare di presidio nella Scuola sottufficiali dell’esercito in Viterbo

L'importanza delle radici: al Libro Parlante Susanna Tamaro presenta il suo "grande albero"

Un patto civico per la Città: la proposta del gruppo PD esplicitata dal capogruppo Germani

Le lettere inviate a Radio Torre Vetus: su Radio Orvieto Web giovedì alle 21 una puntata straordinaria di Libere Veramente

Il Sindaco Concina illustra le sue linee programmatiche - Energia (Prima Parte)

Il Sindaco Concina illustra le sue linee programmatiche - Caserma Piave e Turismo (Seconda Parte)

Apre la pista sul ghiaccio. Risolti gli ultimi cavilli burocratici

Chiarimenti in merito alle contestazioni rivolte alla pista. La Libertas pronta a ribattere

Germani commenta le Linee Programmatiche del Sindaco (Prima Parte)

Germani commenta le Linee Programmatiche del Sindaco (Seconda Parte)

Tutti insieme per addobbare l'albero di Natale di Piazza della Repubblica

Concina parla della recente Notte Bianca e della pista sul ghiaccio

Un dicembre tutto di gusto. Dalla Cucina di Natale a Umbria Jazz tutte le iniziative a Il Palazzo del Gusto

"Pulizia di fondo" delle vie e piazze del centro storico. La città si rifà il trucco in vista delle Festività

Viabilità, 500.000 euro per le strade dell'Orvietano

Arriva a Orvieto "La casa dei bambini". "Orvieto Bilingue" presenta il suo progetto di scuola bilingue montessoriana

Il "Metodo Montessori"

Il "Parto delle Nuvole Pesanti" in concerto a Orvieto. In anteprima i brani del nuovo album "magnagrecia"

Breve biografia de Il parto delle nuvole pesanti

Le società dilettantistiche nelle piccole realtà. Incontro-dibattito ad Allerona Scalo organizzato dal GSD "Romeo Menti"

"Giovani generazioni in Umbria", Venerdì iniziativa del PD su valori, culture, stili, relazioni, linguaggi dei giovani umbri

Shlomo Venezia a Orvieto: il numero 182727 di Auschwitz

Valorizzazione del settore Turismo. "Orvieto Libera" chiede in Consiglio quali sono le iniziative dell'Assessorato

Un incontro per mettere a fuoco i problemi del servizio idrico. L'assessore Zazzaretta risponde al capogruppo di Orvieto Libera

Prima nazionale a Venti Ascensionali. Intrigante appuntamento della rassegna Migrazioni con "Voluttà"

Apre la pista di pattinaggio