ambiente

La Giunta regionale approva un progetto per la mappatura del radom

giovedì 3 gennaio 2013
La Giunta regionale approva un progetto per la mappatura del radom

In Umbria sarà realizzata una mappatura delle aree ad elevata probabilità di alte concentrazioni di radon, gas naturale radioattivo tra i principali inquinanti dell'aria e inserito dall'Organizzazione mondiale della sanità tra gli agenti cancerogeni conosciuti. Il progetto di massima, su proposta dell'assessore all'Ambiente Silvano Rometti, è stato approvato dalla Giunta regionale. "Una base fondamentale per individuare in maniera ancora più mirata le misure di prevenzione e di risanamento delle zone e degli edifici più esposti ai rischi, sia ambientali sia sotto l'aspetto della salute, che derivano dall'esposizione al radon - ha sottolineato l'assessore - e che non possono prescindere da una mappatura, un attento monitoraggio del territorio e un'adeguata informazione ai cittadini".

"Pur in mancanza di criteri comuni, che avrebbero dovuti essere indicati dalla commissione tecnica prevista dalla normativa nazionale - ha aggiunto Rometti - proseguendo nelle rilevazioni che in questi anni sono state attuate nel territorio regionale, abbiamo stabilito di avviare una campagna di misura, di durata annuale, seguendo la procedura più idonea anche al fine della valutazione dei tempi e delle risorse necessarie, in modo da avere un quadro il più puntuale possibile della distribuzione della concentrazione di radon".

Il progetto di massima per la mappatura, predisposto dall'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente ("Arpa"), prevede l'esecuzione di misure in un campione di 1300-1600 punti, con una copertura dell'intero territorio regionale, che saranno individuati tenendo conto delle caratteristiche geografiche, delle informazioni di carattere geologico e sismico disponibili, della densità di popolazione, così come del diffuso utilizzo in Umbria del tufo come materiale da costruzione negli anni Sessanta-Settanta. Con il coinvolgimento delle Amministrazioni comunali e il consenso dei privati cittadini, saranno scelti gli edifici in cui verranno installati i dosimetri per rilevare la concentrazione del radon "indoor".

Per la realizzazione del progetto, che prevede la partecipazione di Regione Umbria, Arpa ed esperti in materia, è previsto un costo stimato in circa 200mila euro.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Meteo

lunedì 22 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

15:00 10.8ºC 60% buona direzione vento
21:00 5.5ºC 97% buona direzione vento
martedì 23 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.1ºC 90% buona direzione vento
15:00 10.2ºC 68% buona direzione vento
21:00 4.0ºC 89% buona direzione vento
mercoledì 24 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 5.6ºC 69% buona direzione vento
15:00 10.7ºC 57% buona direzione vento
21:00 2.9ºC 88% buona direzione vento
giovedì 25 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 5.8ºC 94% buona direzione vento
15:00 9.2ºC 84% buona direzione vento
21:00 7.3ºC 97% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni