ambiente

Turismo ecocompatibile e responsabile come risposta alle pressioni del turismo di massa: dal Parco del Tevere il messaggio

lunedì 15 dicembre 2008
Parte dal Parco del Fiume Tevere il messaggio per qualificare il sistema turismo. Un turismo di qualità orientato all’incontro diretto con la storia, la cultura, l’ambiente, con particolare attenzione all’educazione ambientale, le tradizioni locali e le emergenze archeologiche del territorio. E’ quanto è emerso dal Convegno tenutosi presso il Centro Turistico Sportivo e di Documentazione del Parco del Fiume Tevere di Salviano a cui hanno partecipato Isauro Grasselli, Presidente del Parco Fluviale del Tevere, Lidia Cardi, Dirigente scolastica Istituto Comprensivo di Baschi, Maria Teresa Orbi, Responsabile CEA ‘Luoghi della Memoria’ di Baschi, Gianfranco Catani, Presidente del Parco del Lago Trasimeno e Daniele Iavicoli, Presidente Centro Studi Ornitologici di Todi. Uno degli indirizzi individuati nel corso del convegno è quello dell’ecoturismo, nato e diffuso negli Stati Uniti quale risposta ecologica alle pressioni del turismo di massa. Un tipo di turismo ecocompatibile e responsabile in aree naturali, nel rispetto dell’ambiente e del benessere delle comunità locali, come tipologia di prodotto turistico ‘specifica’ per i parchi e anche strumento principe nella diffusione della conoscenza. Con il territorio visto, non solo come luogo da fruire, ma da valorizzare in base a progetti integrati di sviluppo locale che connettano il viaggio, con valori locali, l’artigianato, i percorsi alternativi, la storia, la cultura, l’archeologia, le tradizioni locali. In questo senso, cioè verso un turismo di qualità, il Laboratorio Archeologico ‘Luoghi della Memoria’, guidato dall’archeologa Teresa Orbi, ha sviluppato un programma di lavoro con una serie di progetti realizzati con gli studenti del Istituto Comprensivo di Baschi. Esperienze didattiche che mirano alla conoscenza, alla tutela e alla valorizzazione del territorio e alla conoscenza della storia. “Si tratta – ha sottolineato Isauro Grasselli – di un’iniziativa che va a completamento del progetto ‘Parco è’, presentato in novembre, che prevede 52 eventi in 40 giorni e che rappresenta un percorso di valorizzazione e promozione del territorio del Parco Fluviale del Tevere da Monte Castello di Vibio ad Alviano proponendo una serie di iniziative articolate, senza lasciare fuori i più piccoli (vedi il concorso per la mascotte) e mettendo insieme tutto il territorio del Parco. Il nostro Ente, progettando come area vasta, porta i Comuni ad operare in modo coordinato. Adesso, siamo in fase di ristrutturazione e il Parco confluirà nella nuova Comunità Montana del narnese, amerino, tuderte e orvietano, che comprenderà 30 Comuni”. Grande soddisfazione ha espresso Grasselli per il lavoro svolto e che – ha sottolineato – continuerà comunque anche sotto una nuova veste. Un passaggio che – come spera Cotani Presidente del Parco del Trasimeno – può aprire un periodo importante per la progettualità e la salvaguardia dell’ambiente, senza calare la guardia. “Danni all’ambiente potrebbere pregiudicare anni di buona gestione – ha detto Cotani - la qualità ambientale deve continuare ad essere la materia prima che ci consente di conservare un ruolo: progettualità e mezzi per lo sviluppo sono il volano della nostra economia”. Nella giornata di oggi (15 dicembre) si è svolto l’incontro ‘La Terra sotto-sopra’ e la presentazione della mostra dei lavori sul progetto scolastico citato. L’incontro è promosso dal Parco Fiume Tevere, dalle Province di Perugia e di Terni e dal Comune di Baschi in collaborazione con il Laboratorio Archeologico ‘Luoghi della Memoria’ e l’Istituto Comprensivo di Baschi.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 marzo

Gli affreschi restaurati del Pastura, i progetti nel nome di Livio Orazio Valentini

Liceo Classico, Livia Racanella finalista alle Olimpiadi di Italiano

A Palazzo Simoncelli, al suono dei Notturni di Chopin

La Zambelli Orvieto ritrova tre punti contro Olbia ed è ottava da sola

Avviso d'asta pubblica per l'alienazione di reliquati stradali di proprietà del Comune

Orvietana sottotono, dominata dal Cannara

L'Arci sarà il soggetto che aiuterà il Comune a progettare lo Sprar

Nuova vita per la Biblioteca. Riorganizzato il catalogo, aperto il sito web e programmato un calendario di eventi

Approvata la proposta di adesione a "I Borghi più belli d'Italia"

Nuova illuminazione. Lattanzi: "Valorizza il borgo antico e migliora la sicurezza"

Nel Lazio arriva il Distretto tecnologico per i beni e le attività culturali

"Il CdA di TeMa si sta faticosamente, ma consapevolmente, impegnando"

Il Lions Club promuove l'orientamento con la Scuola Carabinieri Forestali

Può l'intelligenza artificiale superare quella umana? Se ne parla all'Unitus

Rifiuti Umbria, giallo delle osservazioni degli Amici della Terra sparite in Regione

Via alla campagna "Progetto Mimosa". Nelle farmacie umbre un aiuto per le donne vittime di violenza

"Pulizie di Primavera" con il Comitato spontaneo "21 Marzo 2018 - Puliamo Viterbo"

Nebbia

Ortensia

Londra

"La donna per la musica" nella Sala Aldo Capitini

Art Bonus, in Part Bonum. Alla ricerca del Mecenate (del Tempo) perduto

Attestato di solidarietà all'appuntato Franco Scopigno per aver salvato una donna