ambiente

Legambiente: “La Conferenza Nazionale del Turismo dimentica l’ambiente”

sabato 21 giugno 2008
Nessuna voce in capitolo per chi si occupa d’ambiente alla IV Conferenza Nazionale del Turismo a Riva del Garda. La denuncia parte da Legambiente, impegnata da anni sul fronte della sostenibilità dello sviluppo locale e dello sfruttamento, anche turistico, delle risorse territoriali. “Contrariamente a quello che accade per gli eventi organizzati dalla Commissione Europea e dal Parlamento Europeo - sottolinea Sebastiano Venneri, vice presidente di Legambiente - nel nostro paese da qualche tempo, le organizzazioni ambientaliste non vengono più invitate a partecipare né ai gruppi di lavoro, né alle Conferenze sul turismo”. Eppure Legambiente Turismo promuove un’etichetta ecologica per le imprese, che ha riscosso un successo notevole. Con 330 aziende aderenti (alberghi, campeggi, B&B, agriturismi), circa 60.000 posti letto e oltre 5 milioni di presenze nel 2007, l’etichetta di Legambiente Turismo è presente in 16 regioni italiane ed è diventata la prima ecolabel italiana nel settore turistico e ricettivo e la seconda in Europa, preceduta solo da un’analoga etichetta britannica. “Ambiente e qualità territoriale sono le prime risorse per il turismo nel nostro Paese, e la nostra competitività passa attraverso la loro tutela. Abbiamo pertanto inviato un contributo scritto – continua Venneri – per segnalare la presenza di Legambiente Turismo e far conoscere idee, obiettivi e lavoro svolto. L’azione di Legambiente Turismo non mira infatti a costruire una nicchia di strutture ricettive o di destinazioni turistiche ‘sostenibili’ ma a indicare il percorso di un turismo durevole come via del futuro verso la tutela dell'ambiente, il successo economico e una migliore qualità della vita”. “E’ necessario passare dal turismo sostenibile alla sostenibilità nel turismo – conclude il vice presidente di Legambiente -. La stessa Unione Europea ha efficacemente sintetizzato che la caratteristica primaria della città turistica è quella di essere vivibile per i residenti e riconoscendo nella preziosità del patrimonio culturale e naturale europeo un indiscutibile elemento distintivo e di vantaggio competitivo”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 novembre

Frammenti di esistenze amorose... ovvero lÂ’insopprimibile vizio della vita

Consiglio provinciale: Il mancato numero legale sul bilancio sintomo di evidente debolezza di giunta e maggioranza. Lo dichiara Danilo Buconi

Conclusa la XXII Mostra del Tartufo di Fabro. Video intervista alla vincitrice del "Vanghetto d'Oro e al Sindaco Terzino

370mila euro all'Intercom dell'Orvietano dal Fondo regionale di protezione civile

Caccia e Pesca. Disposizioni per la riconsegna del tesserino e attività di contenimento degli storni

“EstroVersi” mattatori della BTC di Roma

Verso la valorizzazione del Santa Cristina di Porano. Presentata la stagione 2009/2010

Pregiudicato moldavo rintracciato e denunciato dall'Anticrimine del Commissariato

NaturalmenteÂ…a cena. Ristorante “I Sette Consoli” e Condotta Slow Food insieme per un convivio biologico e biodinamico. Prenotazioni entro mercoledì

17 novembre. Giornata mondiale degli studenti. Manifestazione ad Orvieto per il diritto allo studio

17 novembre, il perchè di questa data

Sciopero generale studentesco, l'appello italiano di Unione degli Studenti e Link Coordinamento Universitario

Riforma, il ddl Aprea in sintesi

Mostra del Tartufo. Oltre 8mila presenze nell'edizione 2009

Approvato in Provincia l'assestamento di Bilancio. Voto favorevole della maggioranza, no di Pdl e Udc

Approvato il PRG a Porano. Dure accuse dell'opposizione: la nuova amministrazione ha patteggiato con chi tiene sotto scacco un'intera comunità

La lettera d'impegno dei ricorrenti al PRG