sport

Regate al Club Nautico di Capodimonte, spettacolo sul Lago di Bolsena

martedì 12 luglio 2022

"Immaginate uno sciame di farfalle bianche che, accarezzate da un vento di tramontana tra gli 11 e i 15 nodi, si rincorrono tra le due isole, Martana e Bisentina. Uno spettacolo davanti al quale è impossibile non emozionarsi specialmente quando protagonisti sono bambini e ragazzi".

Così dal Club Nautico di Capodimonte all'indomani dello spettacolo mozzafiato andato in scena sabato 9 e domenica 10 luglio nella cornice del Lago di Bolsena, sul tratto di Capodimonte, dove 137 imbarcazioni a vela classe "optimist" si sono date battaglia sfidando il vento in una regata di carattere zonale ovvero con bambini dagli 8 ai 14 anni provenienti da tutto il Lazio.

Da oltre cinquant'anni il club nautico opera come scuola di vela e organizza regate a livello zonale-regionale e nazionale. Riconosciuto tra le migliori cinque scuole di vela in Italia e premiato con la stella di bronzo al merito sportivo del Coni nel 2019, costituisce un fiore all’occhiello per il comune di Capodimonte. Lungi dall’essere un club d’élite, ha da tempo aperto le sue porte per accogliere quanti hanno nei loro pensieri lo sport, l’inclusione, l’ambiente e il turismo.

"Organizzare regate come queste, a carattere regionale con 137 imbarcazioni - afferma il presidente, Francesco Gerunzi - non è cosa facile e colgo l’occasione per ringraziare il Comune di Capodimonte e l’Amministrazione Provinciale di Viterbo che ci hanno autorizzato. Abbiamo organizzato anche gare nazionali di quattro giorni con oltre 400 partecipanti che, per chi vuol capire, significa generare un indotto di un migliaio di persone che di fatto, riversandosi sui ristoranti e le attività commerciali del paese, contribuiscono ad una valorizzazione del territorio su tutti i fronti. Che soddisfazione vedere l’entusiasmo di questi ragazzini che mostrano i frutti del nostro lavoro e del loro impegno!". 



Sembra esserne convinto anche il neo-eletto sindaco, Mario Fanelli, che ha presenziato alla cerimonia di premiazione insieme all’assessore allo Sport e al vice presidente della Federazione Italiana Vela. Anche un membro del consiglio direttivo del Club, già presidente, Massimo Paccosi non trattiene il suo entusiasmo. "Nella nostra scuola di vela - afferma - abbiamo anche una sezione dedicata ai bambini ed ai ragazzi disabili che a bordo delle loro imbarcazioni diventano uguali agli altri. La fatica di organizzare manifestazioni come questa è ampiamente ripagata".

"Le nostre iniziative - aggiunge Pier Giorgio Cempella, altro consigliere del Club - non si fermeranno qui tanto è vero che da tempo ospitiamo altre realtà associative dedicate agli sport della pagaia. Una collaborazione che sta mostrando la vera forza della dimensione sportiva green emergente nel territorio. E ‘nostra intenzione organizzare eventi culturali quali convegni o presentazioni che possano attrarre e coinvolgere ancor più le persone e far conoscere ed amare il nostro territorio, il lago e i nostri sport". Una manifestazione, insomma, frutto del lavoro quotidiano di tecnici, volontari del club nautico ispirata ai veri valori pedagogici della disciplina, delle regole, del divertimento e un inno alla socialità in nome dell’ambiente.