sport

Tappa umbra per gli Assoluti d'Italia Enduro EICMA 2022

mercoledì 25 maggio 2022

Gli Assoluti d’Italia Enduro EICMA 2022 si preparano ad affrontare la tappa umbra a Passignano sul Trasimeno. Il Motoclub Ponte San Giovanni Perugia ospiterà, infatti, a Passignano 240 piloti provenienti dall’Italia e dall’Europa che graviteranno intorno al Lago Trasimeno tra Passignano, Castel Rigone e Magione dalla sera di giovedì 26 a domenica 29 maggio.

Si è tenuta mercoledì 25 maggio la conferenza stampa di presentazione della tappa alla presenza dell’Assessore regionale allo sviluppo economico, del Sindaco di Passignano, di un consigliere dell’Assemblea Legislativa regionale, di Luca Cardini del Comitato regionale umbria FMI, dal vice Presidente del Motoclub Ponte San Giovanni, Stefano Mori, con la collaborazione del Moto club Fratta Offroad – Umbertide, rappresentato da Giovanni Montanucci, e dell’Associazione MotoTurismoUmbria rappresentata dalla Presidente Simona Cortona.

Si prospetta una prova da record per gli Assoluti d’Italia EICMA 2022, la massima espressione di un campionato nazionale con ruote tassellate e faro in Italia. I numeri in primis sono quelli degli iscritti: 134 piloti già iscritti a tutto il campionato; 240 piloti iscritti al quarto round di Passignano (raggiungendo così il tetto massimo di iscrizione), e molte le richieste di partecipazione che non è stato possibile accettare; 40 piloti stranieri a via; 12 nazioni in corsa per conquistare un posto sul podio; oltre 1.000 persone tra accompagnatori e meccanici al seguito.

“Con queste premesse - ha dichiarato Stefano Mori, del Motoclub Ponte San Giovanni - Passignano sarà la capitale dell’Enduro internazionale. Dopo le prime due prove del Mondiale FIM Enduro GP svoltesi il precedente weekend, quasi tutti i campioni mondiali saranno presenti alla 4° prova degli Assoluti d’Italia. È, infatti assicurata - continua - la presenza degli italiani vincitori del Mondiale per le Nazioni Sixdays 2021: Verona, Salvini, Oldrati, Cavallo, Guarneri, Marcoritto, Pavoni, Morettini, Soreca e tanti altri piloti emergenti Italiani”.

Anche l’Assessore regionale Fioroni ha sottolineato “l’importanza dell’evento che vede una presenza qualificata sul territorio tra piloti, staff tecnici e famiglie che creeranno un indotto importante sul territorio lacustre. Grazie all’uso della moto e alla competizione ci si avvarrà di uno scenario unico di conoscenza del territorio con tutto un nuovo sistema di regole che, anche uno sport come l’enduro, si è posto riguardo al problema della sostenibilità ambientale, ecologica e anche acustica. Il mondo dell’enduro – ha aggiunto - ha un grande seguito, i piloti, gli staff hanno l’abitudine di condividere le loro esperienze, la loro passione sui social media e quindi, tale evento, sarà anche un contest che porterà un effetto moltiplicatore a livello di promozione turistica importante”.

“Passignano è già sold out - ha dichiarato il Sindaco - Siamo impegnati su molti fronti ma quello del mondo dei motori è una tematica che ci interessa molto. Passignano vuole diventare un luogo dedicato ai motori, cosi come per il moto turismo anche per le auto e i grandi eventi. Passignano vanta storicamente uno sviluppo dei settori che sono all’interno del mondo dei motori”.

Soddisfatto anche il consigliere regionale intervenuto alla presentazione che ha dichiarato come questo grande evento ha fatto strada anche nell’organizzazione e nella semplificazione di alcune procedure per la gestione dei grandi eventi.

Anche per l’associazione MotoTurismoUmbria, partner dell’evento, rappresentata dalla Presidente Simona Cortona, “l’arrivo di questa tappa in uno dei luoghi più romantici del Lago Trasimeno non più che rappresentare una vera opportunità di promozione dell’Umbria per tutti gli amanti del moto turismo e una vera scoperta per tutti quei piloti stranieri che torneranno in vacanza, terminato il campionato italiano, in Umbria”.

“Cominciamo ad offrire opportunità - ha dichiarato Simona Cortona -  a questo nuovo target come parcheggi per moto, hotel friendly, eventi dedicati, cartellonistica per viabilità motoristica, che può trovare nell’Umbria, nei suoi panorami e nei suoi percorsi adatti al turismo in moto, una nuova vera risorsa turistica”.

Rinnova la fiducia Luca Cardini, del Comitato regionale umbria FMI, al Motoclub Ponte San Giovanni per la professionalità con cui ha gestito e gestirà anche questo grande appuntamento con l’enduro.

La lista dei piloti mondiali in arrivo in Umbria: l’australiano Ruprecht attualmente in testa all’Enduro GP con Tm, l’inglese Watson con Honda, l’australiano Milner su Fantic, il belga Magain McCanney, il cecoslovacco Scerco Kouble. Mancheranno i due campioni del mondo, Freeman e Holcombe su Beta ma avremo comunque Max Halin giovanissimo portacolori del team Beta Entrophy attualmente al secondo posto nel mondiale Junior2.

Per gli appassionati, la gara di Passignano offre la possibilità di vedere in diretta i più forti enduristi mondiali e le moto ufficiali delle case più blasonate: Tm racing, Honda, Beta, Ktm, Gas Gas e le nuovissime Fantic.

Tutto l’evento sarà ospitato presso la Darsena di Passignano e proprio sul lungolago è stato allestito il parco chiuso con 240 moto allineate che saluteranno il tramonto sul Lago Trasimeno.

Il Moto Club di Ponte San Giovanni, realtà perugina che da decenni organizza eventi in sicurezza, con il supporto del Mc Offroad Fratta e il Team Professional, ha allestito, un serie di prove speciali all’altezza del tradizionale enduro, per esaltare le doti dei piloti.

Oltre 100 persone gli addetti impegnati domenica per un evento mondiale. Venerdì e sabato Apericena con i Campioni per distribuire autografi e foto ricordo presso il Sualso e il Club Velico.

Particolarità delle prove della tappa umbra degli Assoluti d’Italia: Le tre prove saranno caratterizzate dalla velocità nell’Enduro Test di Preggio, dalla destrezza nelle Extreme Test e dalla reattività nel Cross Test; tutte le gare dovranno essere ripetute 4 volte come i giri della gara per circa 8 ore di vero enduro e oltre un’ora di prove speciali.

I piloti partiranno domenica 29 maggio alle ore 8.30 di mattina per terminare entro le 16.30.

Extreme Test. Prova speciale estrema ma non impossibile, terreno duro e sassoso, sassi piccoli smossi e sassi grossi poco piantati, ostacoli artificiali con tronchi e tubi in cemento. Durata circa 3 / 4 minuti.

Cross Test. Campo erboso adibito a pascolo, sporco e scivoloso con terreno duro bucato dalle impronte delle mucche. Prima parte veloce poi lenta con “chiocciola” tipica delle gare in Francia, si prosegue nel tratto guidato tra gli olivi per finire in un tratto veloce e in contropendenza. Durata circa 6 / 7 minuti.

Enduro Test. Tipica line enduristica veloce nel sottobosco con terreno duro ma ricco di appoggi, brevi tratti lenti e impegnativi che spezzano il ritmo. A fine linea controllo orario a Preggio. Durata circa 7 / 8 minuti.

L’evento avverrà nel pieno rispetto della peculiarità del lago Trasimeno e delle sue risorse naturalistiche e ambientali. Gli organizzatori e il promotor, cosi come tutti i team che partecipano rispetteranno le condizioni ambientali descritte nel Regolamento Ambientale della Federazione Motociclistica e in particolare: a) protezione del suolo; b) non inquinamento chimico del suolo; c) tappetino ambientale; d) pulizia dei mezzi; e) basse emissioni sonore; f) basse emissioni in atmosfera; g) ridotto consumo di elettricità; h) utilizzo di carburante senza piombo; protezione degli habitat naturali.

Durante lo svolgimento delle manifestazioni verrà promosso, tra tutti i soggetti coinvolti nell’organizzazione, un comportamento responsabile nei confronti dell’ambiente rispetto a ciascuna attività posta in essere.

  Il Motoclub Ponte San Giovanni di Perugia ha poi voluto coinvolgere il territorio e le sue eccellenze organizzando una serie di eventi serali per gli ospiti e per tutti gli appassionati che potranno incontrare i grandi campioni nei locali e nello storico Club velico presente a Passignano.

  La FMI è molto attenta al rispetto dell'ambiente ed attraverso la Commissione ambiente sta supportando i Moto Club organizzatori di gare soprattutto in ambito fuoristrada. I campionati Assoluti d'Italia hanno avviato quest'anno una campagna di sensibilizzazione di team e piloti coinvolgendo tutti con la raccolta differenziata e attuando quanto previsto dal Regolamento Ambiente federale, come ad esempio l'utilizzo del tappeto ambientale sotto i motocicli, per evitare l'inquinamento del suolo.

  Inoltre, in occasione della gara di Passignano verranno effettuati dei controlli sull'impatto acustico che hanno questo tipo di gare. Infine, è stata coinvolta la TSA – Trasimeno Ambiente Servizi che ha dato il patrocinio per l’evento, fornendo un supporto di informazione nelle aree della gara sulla corretta gestione della raccolta differenziata dei rifiuti allo scopo della sensibilizzazione di tutti.