sport

Orvietana da sola in testa alla classifica

lunedì 13 settembre 2021
di Roberto Pace

L’Orvietana insiste e con il Pontevalleceppi arriva la terza vittoria consecutiva. Definibile “di normale amministrazione” senza essere sbruffoni, tanta è stata la facilità con la quale i biancorossi hanno disposto dell’avversario. Può aver influito il fatto d’aver subito sbloccato il risultato? Potrebbe anche essere ma non c’è certezza. E’ stato Guazzaroni a firmare il vantaggio, con una sventola e palla insaccatasi alla sinistra di Biscarini, sotto la traversa. T’aspetti la reazione ospite ed è, invece, l’Orvietana che continua a crescere imbrigliando sul nascere ogni minimo tentativo di reazione.

Non c’è Sciacca ma si fatica a capirlo, perché la squadra è sempre riversata nella metà campo ospite. Il centravanti oggi è falso, con Guazzaroni che, sbucando da tutte le parti, va ad occupare gli spazi del numero nove. Keita e Vicaroni si danno un gran daffare per aprire corridoi nei quali il numero dieci o gli altri centrocampisti vanno ad inserirsi. Greco funge da direttore d’orchestra, col suo piede felpato, la mente che ragiona anche quando c’è da coprire spazi in fase difensiva. Lo assecondano, bene, Cotigni e Proietti, davanti a una difesa sempre più impermeabile.

Il raddoppio è nell’aria e arriva dopo diciannove minuti con un calcio di rigore, assegnato dall’arbitro per un pallone, calciato da Guazzaroni, che incoccia in un braccio di Mattia. C’è qualche protesta, il direttore di gara conferma la decisione e Greco, puntuale, s’incarica del raddoppio. Partita che seguita in totale controllo, l’Orvietana abbassa i ritmi senza disdegnare pericolose sortite. Potrebbe esserci il secondo penalty, per una palla guerreggiata a un metro dalla linea di porta e fallo, netto, di un difensore, ma Fora, stavolta, fa cenno di proseguire.

La sostanza non muta all’inizio della ripresa, con l’Orvietana che comanda, prendendosi la briga di fallire due, forse tre occasioni con Keita e Vicaroni, fino alla terza marcatura di Capitan Cotigni, pronto alla correzione sottomisura. Iniziano i cambi, fa molto caldo, scema leggermente la concentrazione e ciò consente al Pontevalleceppi di vedere, finalmente, un po’ di luce. Ne approfitta Urbanelli, che anche stavolta, lascia il segno, realizzando un bel gol con palla a girare che s’infila a fil di montante. Il primato dopo il pareggio del posticipo tra V.A. Sansepolcro - Ellera terminato 0 - 0.