sport

Piloti orvietani allo Spino, aspettando la Castellana

giovedì 9 settembre 2021
di Roberto Pace

C’è la Salita dello Spino, adesso di 6 chilometri, sulla Strada Provinciale della Verna, che conduce all’omonimo passo, con partenza da Pieve Santo Stefano. Un tracciato glorioso, la cui prima edizione, vinta dal mitico Sangry-La con l'Alfa Romeo TZ, risale al 1965. Ai tempi, la lunghezza della gara superava, di poco, i 12 chilometri, sempre o quasi a validità CIVM. Nel periodo recente, fino al 2019, sono state le storiche, grandi protagoniste. L’edizione di quest’anno, n. 48 (come la Castellana), torna terreno di conquista per vetture moderne e validità TIVM Centro. Una sorta di prova generale, in vista della finale nazionale del Trofeo, assegnata, da ACI Sport, alla cronoscalata di Orvieto.

Il test è considerato, come tale, anche da alcuni dei piloti orvietani, figuranti nell’elenco degli iscritti. Dove, a fare la parte del leone è: Race Project Team Asd, riconducibile a Gabriele Bissichini. Sono sette le vetture del team, di cui fanno parte, il pilota-preparatore con la Clio Williams PROD-E e Riccardo Trippini sulla fiammante Honda CIVIC RS 1600, made in Orvieto e Comprensorio, cui vanno aggiunti Corrado Di Pietro e Icaro Camaiti, rispettivamente su VW Golf e Renault Clio, avversari di Bissichini nella classe 2000 PROD E. Altri assistiti dalla Race, Patrizio e Francesco Cellai, padre e figlio, con due Clio PROD-S. Chiude Waltercar, Gr. RS 1600, ben piazzato, come Bissichini, nella classifica provvisoria del TIVM, a caccia di punti pesanti, onde rientrare fra i primi tre ed essere ammessi alla finale di Orvieto.

Non è da meno la Mocetti Corse Asd, con tre piloti, tutti orvietani. La classe RS Plus 1400, dove è impegnato Valentino Polegri, conta soltanto due iscritti. L’altro è Leonardo Leonardi, assimilabile, assieme al padre, Leopard, alla città del Duomo, vestendo i colori dell’Orvieto Corse. Da verificare in quale delle classifiche finali saranno inseriti, con Valentino, in piena forma per tentare il disturbo di quelli con cilindrata maggiore.

Michele Mocetti, contitolare del team, troverà, tra i competitor, Riccardo Trippini. Gara, la loro, tutta da vivere, per la partecipazione di altri, possibili protagonisti. Terzo pilota del team, Gianmario Marrocolo, oramai agli sgoccioli del periodo di apprendistato e atteso ad una buona prova. Si rivede, finalmente, Mattia Chioccia. Il giovane imprenditore lascia, per un fine settimana, i boschi, la legna e i trattori per tornare allo sport che ama. La sua presenza, sulla Citroën Saxo VTS PROD-S, va presa quale allenamento in proiezione Castellana. Chissà che, non possa scapparci, la lieta sorpresa.