sport

Michele Fattorini all'esordio nel tempio della velocità

giovedì 29 aprile 2021
di Roberto Pace
Michele Fattorini all'esordio nel tempio della velocità

Il Campionato Italiano Sport Prototipi inizia da Monza questo fine settimana. Tra i protagonisti c’è Michele Fattorini, alla seconda stagione sul monomarca Wolf Thunder, macchina tutta italiana assemblata a Gardone Val Trompia, nel bresciano. La Wolf, la cui prerogativa è "la facilità di guida", pesa 378 chili, monta un motore Aprilia di derivazione motociclistica in grado di fornire una potenza non superiore a 220 CV. Il rapporto peso/potenza, pari a 1.71 porta allo sviluppo di prestazioni veramente eccezionali.

Proprio dal propulsore è arrivato il primo grattacapo stagionale per Fattorini, costretto a mandarlo in revisione, dopo le prove generali della scorsa settimana. L’orvietano contava di disputare almeno la gara di Monza con il vecchio ma il calo di potenza avvertito all’Autodromo Nazionale dove il motore è quasi tutto, l’ha convinto a prendere un provvedimento drastico. Che, per la verità, fa un po’ a pugni con il bilancio preventivo della stagione, nella quale la voce risparmio è scritta in neretto.

Gli sponsor principali, Conad Fanello e Ricci Andrea (nella foto) Costruzioni Edili, hanno dato l’ok e già da oggi, venerdì, la WOLF numero 3 avrà un cuore nuovo. Al primo appuntamento sulla pista lombarda seguiranno quelli di Pergusa, Misano, Mugello Imola e Vallelunga che chiuderà il campionato il 19 settembre, per complessive dodici gare essendone previste due per ogni tappa.

Il programma monzese contempla due sedute di prove libere da 25’ ognuna, oggi alle17.00 domani alle 10.30, le qualifiche domani, sabato, dalle 17.05 alle 17.30, gara uno domenica alle 11.05 – gara due alle 16.50 entrambe da 25’ + un giro. Venti le macchine al via, con diverse facce nuove, in massima parte giovani e presenze internazionali come Rocco Mazzola, Santiago Mejia, Fidel Castillo, Alessio Salvaggio, Giacomo Pigozzi, Antonio Macripò, Leonardo Becagli, Edoardo Barbolini e Giancarmine Spadaro. All’esordio anche la brasiliana Kattlyn “Kaka” Magno. Su Fattorini, cresciuto progressivamente gara dopo gara, puntano parecchio Ivan Bellarosa, patron della WOLF e lo stesso Michele, intenzionato a lasciare il segno