sport

Nel Campionato delle incertezze, l'Orvietana trova subito il Lama

venerdì 16 ottobre 2020
di Roberto Pace
Nel Campionato delle incertezze, l'Orvietana trova subito il Lama

Si parte con il primo fischio, domenica 18 ottobre alle 15. L’Orvietana trova subito il Lama, una tra le formazioni più accreditate al successo finale. E il fatto che, a dirigere la partita, sia stato designato un arbitro extraregionale, il sig. Majrani di Firenze, ne è la prima conferma. Di solito, la tipologia delle designazioni dipende dall’importanza delle partite e questo potrebbe essere il criterio usato dal designatore regionale. I biancorossi arrivano dalla non troppo bella figura fatta con l’Olympia e hanno tanta voglia di rifarsi.

Ad affermarlo è il tecnico, Gianfranco Ciccone: "Fosse stato per loro, sarebbero andati in campo fin da martedì. La figuraccia, alla fine, la fa chi va in campo ma ho, anch’io, le mie responsabilità. La preparazione della partita, complicata dall’indisponibilità del terreno di gioco fino al sabato, non è riuscita come avrei desiderato. Loro c’hanno messo del proprio, giocando tutti, al disotto delle possibilità. Non capita spesso, ma è successo”.

Va detto che Ciccone, ligio alle disposizioni, non si era opposto alle limitazioni logistiche: “Però, mi è servito per imparare la lezione” e chiude, evitando polemiche che non servono. E’ anche utile sapere dello stato d’animo dei giocatori, causa Covid, dopo le voci che darebbero la messa in atto di uno sciopero, a dimostrazione del non gradimento alla scelta del girone a 18: “Ho sentito qualcosa, ma niente di preciso. I nostri, noi tutti avremmo preferito il frazionamento, meno rischioso e con maggiori possibilità di arrivare alla fine.

C’è anche l’incognita delle partite infrasettimanali a complicare i piani di chi gioca per divertimento e per un rimborso, ancorché minimo. La nostra rosa, molto giovane, include diversi studenti e perdere sette mercoledì di lezioni non è cosa facile da digerire per chi studia e per le famiglie. Fortuna, si fa per dire, che il calendario, dei sette, ne ha assegnati cinque in casa e questo è un piccolo vantaggio. Che, ad ogni modo, non compensa gli imprevisti che potremo incontrare con la ristrettezza della rosa”.

Quello delle indisponibilità desta subito qualche preoccupazione per la prima di campionato: “Keita non è stato bene in settimana. Lo avremo, almeno spero, per l’ultimo allenamento, poi decideremo. Proietti è alle prese con il Covid, ma non direttamente. Lo hanno messo in quarantena a scopo precauzionale e senza effettuare tampone. Dovrà rimanere in casa dieci giorni, poi deciderà l’ASL. Il ragazzo, che sta bene e non ha accusato alcun sintomo, rischia una sosta più lunga. Non lo vediamo da domenica scorsa. Gli altri sono tutti arruolabili, Vicaroni compreso”.

Ciccone, in tempi non sospetti, aveva inserito il Lama fra le possibili protagoniste: “E lo confermo. La squadra, già buona, è stata rinforzata. Noi, episodio con l’Olympia a parte, stiamo bene e, come già detto in un’intervista precedente, è nostro desiderio partire bene”. Anche perché il Campionato potrebbe concludersi in anticipo, con la classifica immobilizzata.

Promossa la prima, retrocesse le ultime quattro del momento: “Anche questa è veramente buffa. Se parti male e può succedere, uno stop molto anticipato pregiudicherebbe il recupero di posizioni, cosa tutt’altro che rara nel calcio”. Ricordiamo che è possibile prenotare i biglietti perla partita, disponibili sino a esaurimento, utilizzando WhatsApp al numero 328.7835945, allegando una foto del documento d’identità.