sport

L'Eccellenza sarà "grande". Girone unico a 18 squadre, Orvietana al Muzi con il Lama

venerdì 16 ottobre 2020
di Roberto Pace
L'Eccellenza sarà "grande". Girone unico a 18  squadre, Orvietana al Muzi con il Lama

Fino alle 22.00 di ieri non c’era stata alcuna comunicazione ufficiale circa l’eventuale ristrutturazione dell’Eccellenza in due gironi da nove squadre ciascuno. In compenso, sul comunicato ufficiale N° 144, pagina 456, Programma Gare, è stata confermata la prima giornata dell’Eccellenza 2020/21, secondo il calendario già noto, con le nove partite in programma.

L’Orvietana sarà in campo a Orvieto, alle ore 15.00, per affrontare il Lama. Potranno accedere allo stadio 187 spettatori (157 in tribuna coperta, 30 in quella sul lato opposto scoperta), a rappresentare il 15% della capienza totale, nel rispetto dell’ultimo DPCM. Dovranno essere opportunamente distanziati, con posto assegnato. I biglietti andranno acquistati in prevendita, non essendo consentita l’apertura della biglietteria all’ingresso. La Società provvederà, in tempi brevissimi, a comunicare i punti vendita.

L’accesso all’impianto sarà consentito previa misurazione della temperatura corporea e compilazione dell’apposita autocertificazione. Al momento si consiglia prenotarsi utilizzando WhatsApp al numero 328.7835945 inserendo nella richiesta la foto di un documento di riconoscimento. Il prezzo del biglietto è 10 euro. Alla fine hanno prevalso i “diciottisti”, Presidenti più audaci ma meno riflessivi degli altri, quelli che si erano battuti per il frazionamento del girone.

A perdere, però, è stato il CRU e il suo Presidente, per essersi avventurati in un eccesso di democrazia troppo spinto, con la possibilità di prendere decisioni unilaterali, consone al momento che si sta vivendo, senza calpestare le regole e, quindi, non obiettabili. Vinta la prima battaglia, è augurabile che i vincitori prevalgano anche nelle prossime, pronte ad accendersi, vista la piega presa dagli eventi. I dubbi sono molteplici, non potendosi escludere anche lo stop drastico e irreversibile al torneo, qualora la pandemia tornasse a livelli preoccupanti.

Non esistono date o limiti di tempo e potrebbe accadere dalla seconda alla trentatreesima giornata. La squadra in testa a quel momento, figurerebbe promossa. Le ultime quattro scenderebbero in Promozione. Per i club con ambizioni modeste l’obiettivo sarà di non scendere mai oltre il quattordicesimo posto. Quelli con mire oltre l’Eccellenza dovranno fare a meno di affidarsi ai calcoli, cercando, da subito, di mettere insieme il più possibile di punti. Si prevedono lotte senza respiro, a tutto vantaggio della spettacolarità del campionato. Proviamo ad essere realisti e, al tempo stesso, pensare in positivo.