sport

Nuova "Guida al Trekking", tra sfumature rosa e scatti di primavera

lunedì 24 febbraio 2020
di Davide Pompei
Nuova "Guida al Trekking", tra sfumature rosa e scatti di primavera

Che sia a scopo di studio o per svago rigenerante, l'escursionismo non conosce soste. Camminare lungo percorsi poco agevoli che tipicamente non possono essere attraversati con mezzi di trasporto convenzionali è una pratica motoria che, sempre di più, muove frotte di appassionati di ogni età pronti a perdersi, o ritrovarsi, tra sentieri a lunga percorrenza, alte vie, mulattiere ed ippovie. A circa un mese dall'ingresso della primavera, Riserva Naturale Monte Rufeno e Casale Tigna svelano già le prime iniziative in calendario sul territorio di Acquapendente.

Si tratta di "Sfumature di rosa trekking", il pacchetto residenziale per sole donne che profuma di mimosa e scarpe con carrarmato il fine settimana di sabato 7 e domenica 8 marzo. Due giorni di trekking in compagnia di una guida esperta attraversando i boschi di Monte Rufeno. Una camminata di 10 chilometri, il primo giorno, e una di 15, il secondo con pranzo al sacco. Cena pernottamento e prima colazione al Casale Tigna. Per ulteriori informazioni e prenotazioni obbligatorie: 335.8425703 – 339.2680840.

Trenta, invece, i posti a disposizione per "Scatti di Primavera", le giornate di trekking fotografico promosse dal Centro Turistico Ricettivo "Rifugio del Casale" per sabato 28 e domenica 29 marzo a stretto contatto con la natura da immortalare armati di macchinetta fotografica al collo e scarponcini ai piedi. Per ulteriori informazioni ed iscrizioni: 335.8425703.

Chi, infine, è in cerca di mete sempre nuove non può esimersi dal procurarsi una copia della nuovissima Guida al Trekking del Cammino Naturale dei Parchi (Montura Editing – Tasci Srl e Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini), appena presentata, che in 248 pagine fotografiche racchiude 25 tappe da compiere in 4 settimane attraverso 7 aree protette tra il Lazio e l'Abruzzo, percorrendo i 430 chilometri che, da Roma a L'Aquila, consentono di incontrare 42 borghi nel cuore del Centro Italia dove apprezzare prodotti locali, ammirare beni culturali e respirare una natura selvaggia e sconfinata.

Il percorso attraversa anche alcune aree colpite dai recenti terremoti. Una rete che promuove, tutela e valorizza il patrimonio culturale, ambientale, religioso che favorisce lo sviluppo del turismo sostenibile e che esprime solidarietà con le popolazioni locali. Nel volume di facile consultazione sono presenti descrizione del percorso, dati tecnici, profili altimetrici e box descrittivi per ogni singola tappa. Un invito a mettersi in marcia, fruendo di tanta abbondanza di storia e natura e della varietà unica di paesaggi che offrono la possibilità di riscoperta per occhi e spirito.