sociale

Spesa e farmaci a domicilio, torna il progetto "AquesioAiuta"

sabato 14 novembre 2020
Spesa e farmaci a domicilio, torna il progetto "AquesioAiuta"

Con 15 nuovi contagi che fa raggiungere quota 60, il Comune di Acquapendente scende in campo con iniziative di solidarietà. Da alcuni giorni, infatti, l'Ente sta invitando la popolazione a comprare nei negozi del territorio comunale, usufruendo anche del servizio di asporto, presso quelle attività che, a causa delle disposizioni governative, effettuano chiusure anticipate, e della consegna a domicilio. "Un ringraziamento particolare - affermano dal Comune - va all’Associazione Commercianti 'Aquesio al Centro' che ci sta aiutando a raccogliere informazioni relative agli esercizi associati".

Torna, inoltre, il progetto "AquesioAiuta" che consente di fare la spesa, ritirare farmaci in farmacia e le richieste dal medico, richiedere i pasti a domicilio, oppure provvedere alle esigenze di una persona anziana o di chi vive con un soggetto fragile sono molte e vanno seguite con attenzione. E' sufficiente telefonare al numero 329.2605152, nei giorni lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 9 alle 11, per richiedere l’attivazione dei seguenti servizi: spesa a domicilio, ritiro delle ricette dal medico, acquisto farmaci in farmacia, consegna del pasto a domicilio.

In 43 hanno aderito al progetto di solidarietà commerciale, 16 attività si sono resi disponibili alla consegna di alimentari a domicilio nel capoluogo, 15 si sono resi disponibili a consegne a domicilio non alimentari nel capoluogo, 8 si sono disponibili per vendita di asporto nel capoluogo. La frazione di Torre Alfina punterà sulla disponibilità di tre esercizi commerciali, quella di Trevinano ruoterà attorno ai servizi di Mauro Delli Campi (360.228893).