MAB UNESCO MONTE PEGLIA
sapori

"Rilevanti potenzialità dall'interazione delle filiere del tartufo entrato nella Lista del Patrimonio Immateriale dell'Unesco con la Riserva Mab Unesco"

sabato 18 dicembre 2021

"L’ingresso della cerca e cavatura del tartufo in Italia nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco è un fatto di grande rilevanza simbolica e pratica che va, però, saputo valorizzare mediante scelte precise e soprattutto per le opportunità di complessiva valorizzazione dei sistemi di qualità territoriali che ciò potrà generare, a partire dai settori della agricoltura sostenibile e della eno gastronomia.

Le prime e le più efficaci opportunità di valorizzazione della filiera della cerca del tartufo Patrimonio Immateriale dell'Unesco non potranno, ovviamente, che provenire dalle interazioni con la Riserva Mondiale MAB Unesco dell’Umbria che è a disposizione delle filiere produttive del tartufo umbre alcune molto importanti e frutto del lavoro e dell’impegno costanti e che potranno accrescere il loro tasso di internazionalizzazione mediante la promozione condivisa di sistemi di qualità sostenibile con la Riserva della Biosfera Unesco".  

avvocato Francesco Paola,
presidente della Riserva Mondiale della Biosfera Unesco del Monte Peglia